92°Derby Italiano Trotto. Paola De Crescenzo: "Non vedo l'ora che arrivi domenica".

Luciano De Crescenzo.jpg

 

Che Luciano De Crescenzo avesse frequentato per anni l'ippodromo di Agnano ed amasse i cavalli ne avevamo diretta conoscenza e pertanto non ci ha stupiti quanto rivelato e ricordato dalla amatissima figlia Paola intervenuta alla conferenza stampa di presentazione della 92^ edizione del Derby Italiano di Trotto. Un plauso convinto va di sicuro alla Società Ippodromi Partenopei per aver voluto affiancare il nome del regista,scrittore ed esperto di filosofia al grande evento ippico che per il terzo anno si svolgerà nella "conca" di Agnano. Il virgolettato nasce di proposito perchè quel nome De Crescenzo aveva dato al suo cane (rimasto con lui sino alla fine) ricordando quel luogo dove vissuti tanti momenti spiensierati spesso accompagnato dalla piccola Paola. Proprio a quei momenti felici trascorsi con il padre ha fatto riferimento la figlia dello scrittore, scomparso lo scorso 18 luglio, raccontando delle sue piccole vincite raccolte puntando su cavalli spesso dai nomi strani e il cruccio dell'autore del celebre "Così parlò Bellavista"uscito viceversa troppe volte perdente. Va sottolineato che per rinsaldare quel particolare vincolo del padre con il cavallo una scultura in ferro commissionata all'artista Erasmo Amato è stata affidata, durante la conferenza stampa, da Paola De Crescenzo al Presidente della Ippodromi Partenopei Pier Luigi D'Angelo per farne omaggio al prossimo vincitore del Derby. La manifestazione,ricordiamo, prenderà il via alle ore 18 di questa prossima domenica e la disputa dell'attesissimo Nastro Azzurro è previsto per le ore 22. Naturalmente non solo il Derby ad allietare una serata che si prospetta molto ricca e che, come sempre, vivrà nella perfetta organizzazione del cerimoniale della società che gestisce l'impianto di Agnano. Fin troppo facile prevedere il pubblico delle grandi occasioni.

(Bruno Delgado)

facebook

Centri Ippici

  • show jumping usa
facebook