El Jadida, ultima fermata!

delestre al jadida ..jpg

Seconda giornata di gare a El Jadida, in una splendida cornice con un parco espositivo originariamente costruito appositamente per questo evento. La conclusione del Morocco Royal Tour si avvicina. In attesa del Gran Premio finale di domenica, cavalli e cavalieri si stanno preparando per la stagione indoor che sta tornando.
 
Quattro categorie in programma, due 1 * e due 4 *, ma anche una conferenza stampa in cui la Royal Federation of Equestrian Sports (FRMSE) marocchina alla presenza dei cavalieri della nazionale, Abdeslam Bennani Smires, Abdelkebir Ouaddar, Ali Al Ahrach, Leina Benkhraba e El Ghali Boukaa.
Lo chef del team Marcel Delestre ha in particolare commentato la Coppa delle Nazioni a Rabat di domenica scorsa, dove i suoi "guerrieri" sono stati eccezionalmente coraggiosi: "Sono ragazzi fantastici. Non ho le parole per descrivere il rapporto che ho con loro. Abbiamo perso questa qualificazione olimpica per tre piccoli punti di penalità, nemmeno una barriera abbattuta, solo il tempo superato. Abbiamo dimostrato di essere all'altezza delle migliori squadre. Continueremo a lavorare e concentrarsi sui Campionati del mondo. Se non andremo a Tokyo nel 2020, saremo a Parigi nel 2024 ".

I percorsi progettati sono stati progettati da Uliano Vezzani. Una vittoria marocchina e una italiana in CSI 1 *: Sami Cherkaoui ed Emanuele Gaudiano.
 
Ieri, il saudita Abdullah Alsharbatly ha subito un brutto incidente, nella caduta, il suo cavallo è ricaduto su di lui. Il cavaliere ha lasciato l'arena su una barella ... per riapparire oggi come vincitore! In sella a Beau Limit, Alsharbatly ha vinto il Prix Marjane (1,40 m), una categoria  a due fasi.

Copyright free photos (DR/MRT)

R&B Presse

facebook

Centri Ippici

  • show jumping usa
facebook