All’ippodromo Snai San Siro i Gran sabato di galoppo ha visto Rainmaker vincere il Premio Carlo Porta

Advertisement
Premio Castello Sforzesco, arrivo: Sara Spampatti, prima, su Blu Note e Luca Maniezzi a seguire su Kadegliano

Mentre nel Premio Madonnina e Castello Sforzesco hanno primeggiato Dolce Napoli e Blu Note

All’Ippodromo Snai San Siro di Milano è stato un sabato top di galoppo con un programma che vedeva il Premio Carlo Porta, il Premio Madonnina e poi, in chiusura, il Premio Castello Sforzesco.

Iniziamo la nostra cronaca proprio dall’atteso Carlo Porta, super Handicap sul doppio chilometro di pista grande per i 3 anni ed oltre. Una corsa che non delude mai, tecnicamente e non solo, che quest’anno ha salutato l’exploit di Rainmaker, che dopo aver colpito in estate a Livorno nel Città Del Mare, completava un doppio meraviglioso scalando la categoria. Le vittime del Porta infatti sono nomi altisonanti, a cominciare dal runner-up Cime Tempestose, che ci ha provato fino in fondo, con Terrible Land, emblema di consistenza, ad occupare l’ultimo gradino del podio.

Altrettanto atteso il Premio Madonnina, Handicap Principale di tipo A per le femmine di 3 anni ed oltre, altro appuntamento classico ell’autunno di Milano. Edizione come sempre di alto livello e stessa musica dello scorso anno, con Dolce Napoli che replicava il successo del 2022 con un’altra prestazione super, battendo Wintry Flower e Lady Argento, con quest’ultima che anche nella passata edizione arrivò terza. Una Dolce Napoli che era pure al rientro e che ora può legittimamente ambire a qualcosa di più contando su un ulteriore passo avanti che in effetti può senza dubbio marcare.


Il terzo Handicap Principale del pomeriggio era il Premio Castello Sforzesco, per i 2 anni sul miglio, un’altra corsa con un intenso profumo di autunno. Una corsa sempre molto ambita e sarà certamente una medaglia importante per il palmares di Blu Note, montato dalla fantina Sara Spampatti, che al largo di tutti coronava la sua inarrestabile progressione battendo Kadegliano, con i due che si staccavano nettamente in lotta rispetto a Blu Holder e Grey Creek finiti in linea.

I 2 anni avevano a disposizione anche una reclamare sui 1.500 metri per il Premio Porta Venezia, con una compagnia di buon livello però, con Trudi che di giustezza riusciva a portarla a casa dopo il bel testa a testa contro il leader Falcone, mentre Miss Dalkeith in recupero chiudeva al terzo.

La giornata di corse è stata completata da un paio handicap di discreto livello, il primo dei quali era quello di apertura per il Premio Porta Genova riservato ai fondisti sui 2.600 metri; una prova dall’equilibrio sottilissimo alla vigilia, che in effetti si risolveva in un arrivo serratissimo a quattro, con la grigia Aconcagua che alla fine metteva tutti d’accordo, facendo leva sulle sue evidenti doti di tenuta esaltate dal terreno faticoso; ennesimo piazzamento alle sue spalle per Amica Mia.


Stessa categoria, invece, per la prova per i velocisti valida per il Premio Porta Romana con il favorito Danny Ocean che non tradiva le attese, scattando al momento giusto per agganciare e battere Ovvio, mentre Shemoon chiudeva bene al terzo.

Link di tutti i risultati delle corse odierne: https://ippica.snai.it/risultati/G/IT10/2023-10-28?signature=bbe3b76b811d75efd71a7d7f47fee34344fea547c7e6e50c0721a9c725321fdd

Comunicato stampa Snaitech | Foto Dena – Snaitech: Premio Castello Sforzesco all’ippodromo Snai San Siro, arrivo: Sara Spampatti, prima, su Blu Note e Luca Maniezzi a seguire su Kadegliano

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo