Dinard Francia: il Jumping International inizia sotto la pioggia ma con grandi emozioni

Advertisement
Jumping International de Dinard 2023. Prix du Conseil Departemental d'Ille et Vilaine Conor SWAIL with THEO 160

La vittoria della prima main class CSI5* va a Conor Swail, Gaudiano chiude la top five

Un grande evento è iniziato sotto la pioggia a Dinard Francia, con l’111º Jumping International de Dinard, organizzato con maestria dalla famiglia Mars dal 2013. La manifestazione ha preso il via giovedì 27 luglio, con sette emozionanti categorie dei CSI1*, CSI3* e CSI5*, oltre ai promettenti giovani cavalli di 7 anni.

Irlanda protagonista nel CSI5* Conseil Départemental d’Ille et Vilaine 1,45m

La main class del CSI5* sponsorizzata dal Conseil Départemental d’Ille et Vilaine, si è svolta nell’arena in sabbia e non in erba, viste le condizioni metereologiche. Alla fine, è stato il cavaliere irlandese Conor Swail, a firmare la vittoria in sella a Theo 160, regalando all’Irlanda un prezioso primo posto il primo giorno del Jumping de Dinard. L’obiettivo per i 43 binomi in gara, sui 68 partenti, era terminare il percorso a due fasi da 1.45m progettato dallo chef de piste Jean François Morand e il suo team. Come spesso accade nel primo turno di una competizione di questo livello, alcuni si sono limitati a far familiarizzare i loro cavalli con il tracciato, mentre altri hanno deciso di puntare sull’essere competitivi e vincere una parte del generoso montepremi da 26.200 € previsto per la categoria. Conor Swail, penultimo a scendere in campo, ha terminato il giro nel tempo più dei 22 percorsi netti. Pochi minuti prima, Edward Levy, in sella a Vitôt du Château, aveva preso la leadership della classifica provvisoria rubandola a Julien Gonin. Già vincitore di una gara CSI3* di ieri mattina, e in cima alla classifica dall’inizio della categoria in sella a Caprice de Guinfard. Alla fine Levy si è accontentato del secondo posto, mentre Gonin, della terza posizione. Al quarto posto davanti all’italiano Emanuele Gaudiano su Crack Balou, che ha chiuso la top five, Fancois Xavier Boudant su GFE Eden Du Rouet.

CSI1*, tre possibilità per brillare

La prima giornata ha visto i cavalieri iscritti al CSI1* impegnati in tre emozionanti prove. Il cavaliere più veloce nella prova a due fasi da 1.10m è stato Thierry Pigeon, in sella a Victoire d’Origny, premiato dall’Istituto Esthederm rappresentato da Caroline Morise. La giovane Zoé Vageon Ledy, a soli 13 anni, ha regalato un incoraggiante inizio di competizione, vincendo la prova presentata da Ouest Bardage Couverture da 1,20 m. Quentin Richard, cavaliere francese, ha brillato nella gara da 1.30m, il Prix Vent de Voyage.

CSI3*, due prove contro il tempo

Nel CSI3*, i rappresentanti di dieci nazioni si sono sfidati nella leggendaria arena di erba dello stadio Val Porée. La giornata ha visto i cavalieri francesi primeggiare con Julien Gonin, Nicolas Delmotte, Edward Levy, Cedric Hurel, Marc Dilasser e Philippe Rozier che hanno occupato i primi sei posti della classifica del Prix Véronique Gauthier 1.45 m. Nel pomeriggio, l’americana Heather Caristo-Williams ha vinto a tempo da 1.40m nel Prix Yneia.

Per garantire il benessere di cavalli e cavalieri, gli organizzatori hanno spostato le cerimonie di premiazione nel magnifico champagne bar con vista sulle due arene, creando un’atmosfera perfetta per celebrare le vittorie del giorno.

Per seguire gli orari e i risultati, visita https://results.worldsporttiming.com/event/158

Per la diretta streaming, visita https://jumpingdinard.com/live/

Jumping International de Dinard 2023. Prix du Conseil Departemental d’Ille et Vilaine Conor SWAIL (IRL). THEO 160
(Credits: Eric Knoll / Jumping International de Dinard)

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo