Domenica a Capannelle c’è il Roma Champions Day

Advertisement
Ippodromo Capannelle logo

L’appuntamento più atteso per la grande festa del Turf italiano

Il summit autunnale arriva con una novità

Quest’anno il Roma Champions Day all’ippodromo Capannelle rilancia e raddoppia con una gradita appendice fissata per il 5 novembre con il Premio Guido Berardelli e tre Listed: il Premio Umbria, Premio Rumon e Criterium femminile per femmine di 2 anni.

Prima però l’attenzione va tutta al programma allestito dalla Direzione della società HippoGroup Roma Capannelle che prevede per domenica 29 ottobre corse come il Lydia Tesio, il Premio Roma Italian Champion e il Ribot Memorial Luciani oltre alle Listed Divino Amore Livermore e il Premio Buontalenta. A completare la giornata il prestigioso Premio Longines Fegentri.

Due i momenti clou del Champions Day

Premio Lydia Tesio

Corsa di livello internazionale sui 2000 metri della pista in erba con una dirittura finale di 850 metri spesse volte vissuta al cardiopalma. Riservata alle sole femmine il Premio si disputa dal 1968 anno successivo alla scomparsa della moglie di Federico Tesio, grande allevatore tanto da essersi guadagnato l’appellativo de il “Leonardo da Vinci dell’ippica” 

L’omaggio reso a Donna Lydia non fu solo per essere stata la compagna di vita di Federico, ma per la sua preziosa competenza ippica oltre ad essere una esperta di genealogie.

Premio Roma

La prima edizione è datata 1911 e tanti sono stati i nomi illustri a riempire il suo Albo d’Oro. Cavalli che rispondono ai nomi di Emanuele Filiberto, Buonarrota, Soldier Hollow, Voila Ici, Rio de la Plata, Elle Danzig e tanti altri ancora. 

La corsa dagli inizi degli anni 90 è stata portata sui 2000 metri ed ha guadagnato l’appellativo di levatura internazionale e costituisce uno dei grandi appuntamenti del calendario autunnale europeo.

I record da… ricordare

Premio Lydia Tesio 

Nel Premio Lydia Tesio ad oggi solo il fantino Fabio Branca ha vinto la corsa 4 volte Quiza Quiza Quiza (2011), Charity Line (2013), Final Score (2014) Sound Of Freedom (2016). 

Leader tra gli allenatori è Sergio Cumani con 4 vittorie mentre le scuderie Cieffedi e Effevi vantano entrambe 3 vittorie.

Premio Roma 

Nel Premio Roma il primato come fantino è detenuto da Paolo Caprioli con 6 vittorie

Adelmo (1923), Vecchio Maestro (1924), Ravioli (1925), Lui (1926), Vimarino (1932) e Gaio (1939).

Leader tra gli allenatori è John Dunlop con 4 vittorie mentre tra i proprietari insieme ad altri figura con 4 successi Federico Tesio.

Chi nell’ Albo d’Oro 2023?

RomagnaMia con in sella Alberto Sanna e Cantocorale con Andrea Atzeni sono stati gli ultimi due cavalli ad iscrivere il loro nome nel prezioso libro rispettivamente del Lydia Tesio e del Premio Roma.

Quali i nomi dei cavalli che domenica sera si andranno ad aggiungere? Pronostico niente affatto semplice ma quello di cui si può esser certi che ci sarà da divertirsi e tanto per coloro che varcheranno i cancelli di Capannelle.

Bruno Delgado

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo