La FEI annulla gli eventi equestri di marzo a causa dell’epidemia da EHV-1, facciamo chiarezza sull’Herpesvirus Equino

Advertisement
066003F0 26D8 448F B1BA 332AF06A0DDA

La FEI annulla gli eventi equestri di marzo a causa dell’epidemia da EHV-1, facciamo chiarezza sull’Herpesvirus Equino
La FEI (Federazione Equestre Internazionale) ieri, 1 marzo 2021, ha comunicato l’annullamento di moltissimi eventi equestri in Europa a causa dell’epidemia da EHV-1 (Equine Herpes Virus 1) iniziata a Valencia la penultima settimana del CES Valencia Tour ’21.
Il provvedimento ha avuto effetto immediato e resterà in vigore fino al 28 marzo, a meno che non sopraggiungano nuove indicazioni dalla federazione. Competizioni in programma per il mese di marzo sono state cancellate in più di 10 Paesi del continente Europeo tra cui Francia, Spagna, Portogallo, Belgio, Italia, Austria, Polonia, Paesi Bassi, Germania e Slovacchia.
Oliva Nova (Spagna) ha deciso di annullare l’ultima tappa dello Spring MET II 2021, così come il SenTower Park di Opglabbeek (Belgio) ha dichiarato di aver cancellato tutti gli appuntamenti internazionali in programma del mese appena iniziato.
Per evitare un ritorno simultaneo di un gran numero di cavalli che potrebbe quindi provocare un ulteriore diffusione del virus alcuni dei tour già in atto da alcune settimane potranno continuare, a condizione che non venga assolutamente permesso l’ingresso di nuovi cavalli o che non vengano confermati casi positivi all’EHV-1 all’interno del centro in questione.
Fra i Jumping Tour europei in corso di svolgimento proseguiranno dunque il Sunshine tour a Vejer de la Frontera (ESP), l’Atlantic Tour a Vilamoura (POR), ed i jumping tour in programma a San Giovanni di Marignano e a Gorla Minore (ITA).
Presso questi stabilimenti sarà richiesta la presenza di un gran numero di medici veterinari oltre che di seguire in modo estremamente rigoroso un rigido protocollo di biosicurezza, volto a proteggere tutti i cavalli.
Questi ultimi saranno autorizzati a lasciare i luoghi in cui si trovano attualmente solo se in possesso di un certificato sanitario ufficiale rilasciato dalle autorità veterinarie locali.
Il Segretario generale della FEI, Sabrina Ibáñez, ha dichiarato: ““Bloccare gli eventi in Europa non è stata una decisione facile, in particolare dopo la grave interruzione causata dalla pandemia Covid-19, ma questa epidemia di EHV-1 è probabilmente la più grave che abbiamo registrato in Europa da diversi decenni e la nostra decisione si basa su fattori di rischio epidemiologici chiaramente identificati. Questo ceppo di EHV-1 è particolarmente aggressivo, ha già causato decessi di equini e un numero molto elevato di casi clinici gravi. Dobbiamo tenere i nostri cavalli al sicuro. Siamo consapevoli che un gran numero di cavalli ha lasciato la sede di Valencia senza un certificato sanitario ufficiale, il che significa che si trovavano in uno stato di salute sconosciuto. Alcuni cavalli erano già malati e il rischio di trasmissione è una delle maggiori preoccupazioni. L’annullamento di queste competizioni in Europa, ad eccezione dei Jumping Tour in corso nella penisola iberica e in Italia, limita il numero di cavalli che viaggiano a livello internazionale e quindi riduce la probabilità che questo virus, molto grave, venga trasmesso su scala sempre più ampia. Raccomandiamo inoltre vivamente che anche le Federazioni interessate cancellino i loro eventi nazionali”.
La FEI è inoltre a conoscenza del fatto che alcuni atleti siano già arrivati ​​sui luoghi di gara o siano in viaggio e contatterà dunque tutti gli interessati iscritti agli eventi da oggi al 28 marzo 2021.
L’HERPES VIRUS EQUINO (EHV-1)
Cerchiamo di fare chiarezza riguardo il virus che sta attualmente infettando moltissimi cavalli e che ha purtroppo portato alla morte già di alcuni esemplari.
Con il termine Herpes Virus si fa riferimento ad una famiglia di virus con genoma a DNA a doppio filamento (dsDNA) di cui distinguiamo tre sottocategorie, alphaherpesvirinae, betaherpesvirinae e gammaherpesvirinae, sulla base delle loro caratteristiche morfologiche e delle loro proprietà biologiche.
L’Herpesvirus in questione fa parte del gruppo degli Alphaherpesvirinae che includono non solo l’EHV-1, ma anche altri ceppi quali EHV-3, EHV-4, EHV-6, EHV-8 e EHV-9.
L’EHV-1 (ma anche l’EHV-4) è tra quelli più aggressivi e provoca rinopolmonite febbrile di media e grave entità, atassia e, nelle cavalle gravide, paresi e morte del puledro, anche se questo è di fatto negativo al virus.
In alcuni casi un’infezione transplacentare di EHV-1 può portare comunque alla nascita del puledro che, però, va generalmente incontro a morte pochi giorni dopo, una condizione nota come malattia neonatale del puledro.
L’herpesvirus-1 equino è uno dei più importanti e pericolosi patogeni virali dei cavalli e una delle principali minacce per l’industria equina nel mondo. Esso, come già detto, causa più frequentemente una malattia respiratoria acuta caratterizzata da febbre alta, mancanza di appetito, conseguente perdita di peso e abbondanti secrezioni nasali ed oculari.  
Altra caratteristica di questo virus è la capacità di rimanere latente nell’organismo infetto per un tempo indefinito durante il quale i geni virali vengono solo minimamente espressi, quindi la malattia non si manifesta in modo chiaro.
Di solito la sede iniziale di replicazione del virus risiede nelle cellule epiteliali nasali e mucosali, successivamente il tessuto va rapidamente incontro ad erosione e conseguente necrosi, causando il rapido diffondersi del virus anche in altri distretti corporei.
La diffusione delle particelle virali ad organi distanti dal tratto respiratorio permette quindi lo sviluppo di patologie secondarie ancora più gravi quali appunto l’aborto o una patologia neurologica ed è importante sottolineare come dopo sole 12 ore dall’infezione la progenie virale sia già rilevabile a livello delle mucose nasali andando poi a diffondersi in tutto l’endotelio respiratorio entro 24 h dal primo contatto con il patogeno virale.
L’EHV-1 che sta colpendo in questo momento i cavalli del centro Valenciano e che si sta diffondendo nella Penisola Iberica è una forma neurologica ed altamente contagiosa che si trasmette generalmente tramite contatto diretto ed utilizzando materiali infetti.
Tale malattia causata da Herpesvirus-1 equino può comparire anche una settimana dopo l’infezione ed essere sia indipendente che associata alla malattia respiratoria.
I sintomi più comuni di questo tipo di EHV-1 sono lo sviluppo di vasculite (infiammazione dei vasi sanguigni) con o senza emorragia e la necrosi trombo-ischemica dei capillari a livello del cervello o del Sistema Nervoso Centrale.
I disturbi neurologici colpiscono tendenzialmente gli arti posteriori e, in alcuni casi, ci sono segni di disfunzione vescicale con accompagnamento di incontinenza urinaria e scottatura della zona perineale o ritenzione urinaria, che può portare a coliche.
Non esiste ancora un farmaco specifico ed efficace contro le condizioni della malattia da EHV-1. Tuttavia, una buona igiene e ottime pratiche di gestione, in aggiunta ad un trattamento sintomatico dei cavalli infetti, possono aiutare a limitare la diffusione dell’infezione virale. Le raccomandazioni attuali includono l’offerta di trattamenti di supporto come cure nutrizionali, reidratazione, evacuazione frequente della vescica e del retto per prevenire le coliche e, infine, l’impiego di farmaci per la riduzione dell’infiammazione del SNC. Spesso, però, gli esemplari malati vanno incontro ad un peggioramento tale che non può che culminare purtroppo con l’eutanasia.
Per prevenire e cercare di evitare tutto questo sono disponibili diversi vaccini.
E’ chiaro, dunque, quale sia la gravità dei sintomi associati all’infezione da EHV-1 e come sia essenziale la comprensione e la collaborazione di tutti gli enti e le federazioni per evitare che questa epidemia si possa diffondere ulteriormente.
Alessandra Ceserani (Dott.ssa in Scienze Biotecnologiche)
Foto di HSJ
HSJ

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo