L’intervista a Carlotta Mantovan a Piazza di Siena

Advertisement
IMG 5342 2

Le bandiere sventolano spinte da un vento frizzante e scortano impettite l’ovale di Piazza di Siena che oggi accoglie il Trofeo Loro Piana. Una bella occasione per incontrare Carlotta Mantovan

Sul podio dominato questa volta dall’Olanda negli stivali di Willem Grieve in sella allo stallone baio Grantorado, anche il nostro Giacomo Bassi su Cap Cod in terza posizione.

A tifare i cavalieri di casa nostra Carlotta Mantovan sempre fedele all’amica Polini.
Questa volta abbiamo colto l’occasione per farle qualche domanda sugli amici a quattro zampe che frequenta da tempo insieme alla figlia Stella Frizzi.

Carlotta vivi in Francia da anni, sei tornata a Roma per il Concorso

In realtà ero già a Roma per altri motivi e poiché mancavo da troppo tempo ho accolto l’invito a trascorrere questo fine settimana tra i campioni di tutto il mondo. Essere qui a Piazza di Siena è sempre meraviglioso anche per chi non è appassionato come me perché godere di questo paesaggio e di questa cornice fantastica è meraviglioso.

Sei un’amazzone da tempo: quando hai cominciato a montare a cavallo?

Ho iniziato da piccola, avevo 5 anni. Ho sempre avuto un grande amore per il salto a ostacoli ma nell’arco della vita ho lasciato e ripreso più volte l’attività agonistica. Sopratutto Comunque c’è il mio legame con il cavallo che è un animale che adoro.

Pratichi solo il salto a ostacoli o ti diletti anche nelle altre discipline equestri?

Faccio qualche ancora qualche garetta ogni tanto ma ciò che mi affascina è il rapporto con l’animale. Adoro i cavalli e gli sono anche molto grata. Seguo tutte le discipline di questo sport non solo dal vivo ma anche in televisione ed ogni volta che posso. Come chi segue il calcio o il gran premi di auto e moto io seguo i cavalli.

Tua figlia Stella, che ha sette anni, ha dichiarato che fra qualche anno riprenderà a montare a cavallo e lo farà seriamente impegnandosi. Tu la seguirai in questo suo progetto considerando quanto possa essere coinvolgente anched per un genitore?

Premetto che io sosterrò mia figlia in qualunque disciplina voglia cimentarsi e in generale la sosterrò sempre. L’equitazione così come ogni altra disciplina svolta a livello agonistico prevede impegno e tanti sacrifici. Stella fino ad oggi ha fatto qualche gara in sella ai pony ma se un giorno deciderà di dedicarsi alla danza o a qualunque altro sport io ci sarò. Ritengo che adesso lei si trovi in una fascia di età dov’è necessario sperimentare e mi auguro che voglia sempre scegliere seguendo il cuore.

Tutti i tifosi hanno il protagonista del cuore: tu hai un cavaliere che tifi anche in questa edizione di Piazza di Siena?

Io tifo per lo sport: i cavalieri in gara a Piazza di Siena sono talmente eccezionali che io posso solo ammirarli nel tentativo di carpire qualche loro segreto.

Testo e foto Roberta Beta

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo