Marlon Módolo Zanotelli vince alla resa dei conti finale di Madrid la 110° edizione della The King’s Cup

Advertisement
Foto LGCT Madrid 2021 Marlon

Madrid, 24 maggio 2021 – È stata sensazionale la giornata finale del Longines Global Champions Tour di Madrid che si è concluso con la vittoria di Marlon Módolo Zanotelli su Obora’s Chloe. I due hanno scritto i loro nomi nella lista dei vincitori del prestigioso Trofeo Copa S.M. El Rey Caser Seguros – ‘The King’s Cup’.
Prima della categoria finale del fine settimana, è stata Ellen Whitaker ad emergere in sella a Colombia de Beaufour nella categoria di velocità, ricevendo una standing ovation dai fan locali.
Cavalieri, proprietari e appassionati di equitazione hanno tutti apprezzato il meraviglioso evento del LGCT e della GCL terminato sabato 22 maggio. Domenica si è tenuta invece la resa dei conti finale di Madrid con la ‘The King’s Cup’, un trofeo che fa parte di una lunga tradizione e che ‘anno segna la 110° edizione di quest’anno, e chiude un fine settimana di emozionante salto ostacoli di elevatissimo livello.
Il course designer spagnolo Santiago Varela Ullastres ha costruito un percorso interessante con un tempo limite molto ristretto, richiedendo grande concentrazione da parte dei cavalieri. Quando il sole ha iniziato la sua lenta discesa su Madrid, le ombre si sono allungate e l’atmosfera si è intensificata mentre i fan si preparavano per quella che prometteva di essere una resa dei conti ultra-veloce.
Primo a entrare, Kevin Staut è sembrato molto determinato con Visconti du Telman, tagliando il traguardo in 40,29 secondi ha messo sotto pressione il resto dei partecipanti. Si è dimostrato un tempo veloce, tanto che ha concluso questa giornata al secondo posto della classifica.
L’ultimo cavaliere ad entrare, Marcus Ehning sul 18enne Misanto Pret A Tout, ha concluso il percorso in 40,80 secondi, completando così il podio.
Max Kühner e Vancouver Dreams hanno cercato in tutti i modi di vincere la categoria e sembravano inizialmente più veloci di Staut, ma alla fine il binomio non è riuscito a battere il suo tempo e si è accontentata del quarto posto in 41.47s.
Essendo arrivato secondo in questa categoria sia nel 2017 che nel 2018, Pieter Devos stava cercando di fare ancora meglio quest’anno, in sella a Kannabis van de Bucxtale. Lo splendido castrone nero ha segnato un doppio netto in 42.30, permettendogli però di portare a casa il quinto posto.
Sesta posizione per Harrie Smolders in sella a Dolinn, l’ultimo della classifica a chiudere il giro senza penalità.
Il giovane talento belga Constant van Paesschen ha concluso con un errore in sella a Vendetta Treize. I due hanno finito la gara in 42,51 secondi per prendere il settimo posto.
Ottavo lo spagnolo Eduardo Alvarez in sella a Legend. Il castrone di 10 anni ha fermato i cronometriin 77,67 secondi terminando però con 4 penalità.
Yuri Masur e il tredicenne Vitiki sembravano in perfetta armonia fino a quando una girata troppo stretta non  gli è costato un errore che li ha spinti al nono posto con un tempo di 79,02 secondi.
Ha chiuso la top ten il cavaliere spagnolo Santiago Nunez Riva su Valentino de Hus Z terminando il giro con 4 penalità in 77,58 secondi.
Il vincitore del Gran Premio LGCT di Madrid del giorno precedente, Olivier Robert, puntava alla doppietta su Vangog du Mas Garnier, ma non era la sua giornata. Un totale di 8 difetti nel jump-off li ha lasciati appena fuori dalla top 10.
Fonte LGCT | Foto LGCT S. Grasso |
HSJ | Instagram: @horseshowjumping.tv ; Facebook: @horseshowjumping.tv

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo