Richard Vogel e United Touch S imbattibili nel Gran Premio Lugano Diamonds CSI5* al WEF

Advertisement
Richard Vogel & United Touch S winners CSI5 Grand Prix Photo © Sportfot

La vittoria è stata una questione di frazioni di secondo per il tedesco Richard Vogel e United Touch S nel Lugano Diamonds CSI5* Grand Prix da 385.000 dollari durante il “Saturday Night Lights” del Wellington International Winter Equestrian Festival (WEF) il 24 febbraio, il secondo Gran Premio a cinque stelle della stagione. Il WEF ospita 12 settimane di gare internazionali FEI al Wellington International e si concluderà il 31 marzo.

Sotto le luci scintillanti del Wellington International, di fronte a un’International Arena gremita, quattro atleti sono passati in barrage da una lista di partenti iniziale di 39 binomi. Tre dei primi 15 cavalieri al mondo sono passati al jump-off: Vogel, attualmente undicesimo, Mclain Ward (statunitense), ottavo, e Shane Sweetnam (irlandese), dodicesimo, sono stati raggiunti da Darragh Kenny (irlandese). Tutti e quattro hanno concluso con un giro netto il percorso progettato dallo chef de piste Anthony D’Ambrosio (USA).

Kenny ha stabilito il tempo da battere a 46,14 secondi in sella a VDL Cartello, uno stallone Holsteiner di 17 anni (Cartani 4 x Lord) di proprietà di Heathman Farm, LLC. Il leader provvisorio è cambiato rapidamente: il due volte medaglia d’oro olimpica degli Stati Uniti, Ward, ha montato la sua cavalla Casall di 16 anni, Callas, terminando il percorso in un tempo di 42,39 secondi. Sweetnam e James Kann Cruz, un castrone irlandese di 11 anni (Kannan x Cruising) che possiede insieme a Gizmo Partners, LLC, hanno dato il meglio tagliando il traguardo in 43,53 secondi, piazzandosi al secondo posto.

Vogel e lo stallone westfaliano di 12 anni United Touch S (Untouched x Lux S), ultimi ad etrare, hanno letteralmente volato e concluso il Grand Prix in 42,04 secondi.

“È una sensazione molto, molto forte”, ha commentato Vogel a proposito del tempo trascorso in sella a United Touch S. “Ho avuto la fortuna di montare molti buoni cavalli nella mia vita, ma lui è eccezionale. Quando lascia il terreno, la sua potenza e la sua potenza sono qualcosa di unico e sono molto felice di raggiungere questo obiettivo con lui”.

Top Five dei risultati: Gran Premio Lugano Diamonds CSI5* da 385.000 dollari

  • 1. Richard Vogel (GER) & United Touch S: stallone Westfalia 2012 (Untouched x LuxS) Proprietario: Julius-Peter Sinnack
  • 2. Mclain Ward (USA) & Callas: cavalla Holsteiner del 2008 (Casall x Coriano) Proprietario: Beechwood Stables, LLC
  • 3. Shane Sweetnam (IRL) & James Kann Cruz: castrone irlandese da cavallo sportivo del 2013 (Kannan x Cruising) Proprietari: Shane Sweetnam & Gizmo Partners, LLC
  • 4. Darragh Kenny (IRL) & VDL Cartello: stallone Holsteiner 2007 (Cartani 4 x Lord) Proprietari: Darragh Kenny & Heathman Farm, LLC
  • 5. Jordan Coyle (IRL) & Chaccolino: castrone Warmblood del 2011 (Chacco-Blue x Heartbreaker) Proprietari: Jordan Coyle & Elan Farm

Classifica completa qui

Laura Chapot e Chandon Blue in testa al Gran Premio Ethel M Chocolates CSI2* da 62.500 dollari

Le gare della settima settimana del Winter Equestrian Festival (WEF) sponsorizzato da Lugano Diamonds sono terminate domenica pomeriggio con il Gran Premio CSI2* da 62.500 dollari Ethel M Chocolates, vinto da Laura Chapot (USA).

Laura Chapot Chandon Blue winners of the 62500 Ethel M Chocolates CSI2 Grand Prix. Photo © Sportfot
Laura Chapot e Chandon Blue, vincitori del Gran Premio CSI2* Ethel M Chocolates da 62.500 dollari. Foto © Sportfot

Laura Chapot e il suo partner di lunga data, il castrone Oldenburg di 19 anni di proprietà di Laura e Mary Chapot, Chandon Blue (Chacco-Blue x Landcapitol) sono stati uno degli 11 che sono riusciti a eseguire un primo giro senza errori riuscendo così ad avanzare al jump-off contro gli altri 44 binomi. Mentre la categoria si avvicinava sempre più alla fine, il percorso breve di Anthony D’Ambrosio (USA) si è rivelato difficile da padroneggiare. Come penultimo binomio a rientrare, Chapot e Chandon hanno fatto del loro meglio, ma, come molti altri, hanno abbattuto un ostacolo verso la fine del percorso.

Mentre la gara si avvicinava sempre di più alla fine, il percorso accorciato progettato dal course designer Anthony D’Ambrosio (USA) si è rivelato difficile da superare. Come penultimo binomio a rientrare in arena, Laura e Chandon hanno fatto del loro meglio, ma, come molti altri, hanno abbattuto un ostacolo verso la fine del giro. Nessun doppio netto per il Grand Prix CSI2*!

“Sono rimasta un po’ sorpresa dal fatto che non ci fossero netti quando sono entrata”, ha spiegato la Chapot. “Ma sapevo che non avrei dovuto cambiare il mio programma perché avrei potuto iniziare a essere troppo prudente, e alla fine sono stata un po’ troppo prudente e lui ha toccato. E’ colpa mia, non sua ovviamente”.

Non avendo nessun percorso netto davanti a sé e conoscendo l’abilità del suo compagno, Laura sapeva che la cosa migliore da fare fosse giocare a raggiungere il tempo più veloce, e così è stato.

L’argentino Luis Pedro Biraben ha commesso solo quattro penalità, ma il suo tempo di 36,06 secondi con la sua cavalla Oldenburg di 14 anni, Chacco Bumpy (Chacco-Blue x Toulon), gli ha permesso di conquistare ugualmente il secondo posto. Grant Seger ha completato il podio per gli Stati Uniti dopo aver portato la sua cavalla Oldenburg di 12 anni, Frieda (Balou du Rouet x Canturo), al terzo posto.

Classifica completa qui

Photo 1: Richard Vogel & United Touch S, vincitori del Gran Premio Lugano Diamonds CSI5* da 385.000 dollari. Foto © Sportfot | Da WEF Press release

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo