Trionfo senza rivali per Costanza Laliscia in Slovacchia.

Advertisement
Costanza Laliscia 2024, endurance un altro successo.

Costanza Laliscia del Fuxiateam e Kasimir dell’Orsetta vincono l’internazionale sui 160 KM con un’ora di distacco dal secondo classificato.

A una settimana di distanza dalla vittoria sulla 120 km di Rocca di Papa a Roma, la pluricampionessa italiana Costanza Laliscia, in sella a Kasimir dell’Orsetta, ha concesso il bis, dominando e vincendo la CEI3* di 160 km che si è disputata lo scorso 4 maggio a Šamorin, in Slovacchia. In un luogo carico di storia e di grande prestigio, che ha ospitato le competizioni più importanti a livello europeo e mondiale, si sono dati appuntamento cavalieri da 15 diversi paesi: ed è in questo palcoscenico che il binomio di Italia Endurance Stables & Academy, una delle scuderie più vincenti a livello globale, ha portato il tricolore italiano all’apice del successo con una performance straordinaria.

Nella loro prima prova insieme sulla lunga distanza, Costanza e Kasimir dell’Orsetta hanno spazzato via la concorrenza imponendo un ritmo che nessun altro concorrente è stato in grado di sostenere. Partita alle prima luci del giorno, la 160 km si è snodata in un percorso lungo le sponde del Danubio che ha valorizzato le qualità tecniche del purosangue arabo. Sin da subito Costanza ha preso il comando della gara e ha tenuto la testa per tutta la durata della competizione, conducendo in solitaria tutti i 160 km. Con una media di 17,844 km/h ed 8 ore e 58 minuti di gara, l’amazzone del Fuxiateam ha padroneggiato ogni singolo chilometro e non solo: è stata una vera e propria vittoria per dispersione, che ha visto Costanza e Kasimir dell’Orsetta tagliare il traguardo con oltre un’ora di distacco dal secondo classificato, il cinese Wang Zhigiang, e dal terzo classificato, il bulgaro Ivan Vodogazec.

“È stata una vera e propria prova di forza e resistenza sia mentale che fisica – commenta a caldo Costanza Laliscia – Fare tutto il percorso in solitaria non è stato facile, ma Kasimir è stato un vero campione, nonostante questa fosse la sua prima volta sulla distanza massima dei 160 km. Gare così non si preparano in breve tempo, ma sono frutto di un lungo lavoro quotidiano da parte di tutto il team”. L’amazzone del Fuxiateam ha condotto una gara impeccabile con la determinazione di una vera fuoriclasse, rendendo lo scorso fine settimana memorabile per l’endurance italiano: una giornata in cui il talento, la passione e l’impegno hanno trionfato, regalando una vittoria senza precedenti e sventolando con orgoglio la bandiera italiana in Slovacchia. Un’altra pagina indelebile di sport si è aggiunta alla storia del Fuxiateam e Italia Endurance Stables & Academy.


……………………………………

Monia Rossi

Responsabile Ufficio Stampa

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo