Addestramento dei cavalli alla longe. Tecniche e consigli

Advertisement
cavallo alla longe da pixaBAY 2023

Addestrare un giovane cavallo o resgare in contatto con lui. Tecniche e consigli

L’addestramento alla longe si configura come un elemento essenziale per il benessere e la performance equina. Attraverso questa pratica, il cavallo e il cavaliere possono godere di numerosi benefici, tra cui lo sviluppo della forza muscolare, l’aumento della flessibilità, la stimolazione mentale e la creazione di una connessione più forte basata sulla fiducia reciproca.

L’attrezzatura basilare per iniziare il lavoro alla corda si può trovare già in maneggio: basta una longia lunga 8 metri (una corda piatta, con alle estremità un moschettone da agganciare al “filetto” e, nell’altra, una maniglia fatta con la stessa corda, ripiegata e cucita) e una frusta lunga Assicurarsi  di utilizzare una testiera  ben regolata che si adatti correttamente alla testa del cavallo. Evitare che sia troppo stretta o troppo larga.

La longe è una lunga corda robusta che consente al conduttore di controllare il cavallo da una certa distanza. Assicurarsi che sia abbastanza lunga per permettere al cavallo di muoversi liberamente, ma non così lunga da diventare difficile da gestire. L’utilizzo di guanti può proteggere le mani del conduttore dalla friction della longe durante l’addestramento. Utile anche indossare calzature robuste e sicure, come stivali da equitazione o scarpe con una suola antiscivolo.  

Girare un cavallo alla longe

Come avrete capito, girare un cavallo alla longe  è sia un metodo di primo contatto con l’animale  che una routine quotidiana. Questo tipo di esercizio permette di osservare da vicino il cavallo per scoprire il suo funzionamento, la sua simmetria e il suo impegno. Con questo allenamento guidato, anche i cavalli più giovani si rafforzano, imparano nuovi comandi e prendono confidenza con la sella e l’attrezzatura.

Condurre correttamente un cavallo è fondamentale. Prima di tutto, è necessario scegliere il posto giusto. Privilegiate gli spazi chiusi, come il tondino. In questo modo, il vostro cavallo si sentirà al sicuro ed eviterà di scappare se si allontana da voi anche se esuberante.

Una volta in tondino, dovete essere perpendicolari al cavallo e tenere la redine nella mano sinistra se si gira a sinistra e viceversa se si gira a destra. La longe in eccesso verrà poi tenuta a forma di otto nella mano esterna.  Per fare in modo che la longe non sia troppo invasiva fate passatela  nell’anello dell’imboccatura sotto il sottogola, sopra la nuca e sotto il sottogola della parte opposta e infine nell’anello del filetto.

Come condurre correttamente un cavallo

Non lasciate che la longe  si trascini sul terreno, perché il cavallo potrebbe aggrovigliarsi. Ricordate di cambiare più volte mano e di variare il passo dell’animale per stimolarlo. Alternate i comandi e variate spesso il tono della voce. Se siete principianti o lavorate con cavalli giovani non abbiate fretta e fatevi aiutare da un professionista

L’addestramento con la longe è una vera e propria risorsa per il cavaliere. Attraverso questa particolare forma di addestramento, il cavaliere osserva attentamente il suo cavallo. Corregge alcuni suoi atteggiamenti e gli insegna un codice verbale per trasmettere le sue istruzioni.

Quando il longeur dà un comando, ogni sua intonazione o ingiunzione è una chiara indicazione per il cavallo. Segnala il ritmo o l’andatura da adottare: toni crescenti incoraggiano l’animale ad accelerare, mentre toni calanti lo fanno rallentare.

Altrui strumenti di comunicazione

La comunicazione verbale non è l’unico strumento del cavaliere. Egli combina alcune posture fisiche con le parole pronunciate per guidare meglio l’animale nel cerchio.

Ad esempio, allarga le braccia per spingere il cavallo nella sua posizione iniziale, oppure adotta l’atteggiamento opposto in modo che il cavallo si avvicini a lui.

Precisiamo inoltre  che la frusta e lo stick non sono strumenti punitivi, ma sono da interpretare come l’uso della gamba quando il cavallo viene montato e la mano è l’equivalente della mano quando il cavaliere èin sella . in quest’ottica diventa davvero facile dare comandi chiari, fermi e con gentilezza. Il lavoro alla longe può essre considerato soprattutto con cavalli di sangue o cavallli giovani prima del lavoro montato. O altrimenti valida alternativa al lavoro montato Assicurarsi che il terreno sia adeguato, evitando superfici scivolose o irregolari che potrebbero causare inconvenienti o lesioni. Al termine della sessione, ridurre gradualmente l’intensità dell’attività per consentire al cavallo di raffreddarsi. Si può fare riducendo la velocità e facendo eseguire al cavallo alcuni giri al passo lungo. Ogni cavallo è un individuo, e la preparazione specifica può variare in base alla personalità, al livello di addestramento e alle esperienze passate del cavallo. Ricordarsi di essere pazienti, coerenti e positivi durante l’intero processo di addestramento.

Affaticamento del cavallo

Il cavallo potrebbe mostrare segni di affaticamento durante l’addestramento.  Limitare la durata e l’intensità dell’addestramento, specialmente se il cavallo è giovane o non è abituato all’attività fisica. Fare pause regolari per consentire al cavallo di riposare e recuperare. Alcuni cavalli potrebbero reagire all’addestramento alla longe in modo giocoso. In questo caso bisogna mantenere una leadership chiara, ma aggiungere elementi di gioco in modo controllato per rendere l’addestramento divertente. Assicurarsi di mantenere il rispetto reciproco. Il cavallo potrebbe perdere interesse o diventare annoiato durante l’addestramento. Varietà è la chiave. Cambiare spesso gli esercizi e aggiungere stimoli visivi o percorsi diversificati. Mantienere sessioni di addestramento brevi e interessanti.

Benefici dell’addestramento alla longe

L’addestramento alla longe è un’attività benefica sia per il cavallo che per il cavaliere, contribuendo all’aumento della flessibilità e dell’equilibrio. I movimenti vari e controllati richiesti durante l’addestramento alla longe contribuiscono a migliorare la flessibilità e l’equilibrio del cavallo. Questo è particolarmente importante per il mantenimento della salute muscolo-scheletrica e per una migliore coordinazione nei movimenti.

Stimolazione mentale

L’addestramento alla longe non è solo un esercizio fisico, ma anche mentale per il cavallo. La necessità di rispondere ai comandi vocali e ai segnali visivi stimola la mente del cavallo, migliorando la sua concentrazione e apprendimento.

Controllo e obbiedenza e preparazione per attività più avanzate

L’addestramento alla longe è un ottimo modo per insegnare al cavallo a rispondere rapidamente e in modo controllato ai comandi del conduttore. Questa obbedienza è fondamentale per la sicurezza e la gestione del cavallo in diverse situazioni. Inoltre fornisce una solida base per attività più avanzate come il dressage, il salto e altre discipline equestri. I principi appresi durante l’addestramento alla longe possono essere trasferiti a molte altre attività, contribuendo a un addestramento complessivo del cavallo.

Miglioramento del condizionamento fisico e riduzione dello stress e del nervosismo

L’addestramento alla longe può essere utilizzato come parte di un programma di condizionamento fisico per migliorare la resistenza, la potenza e la capacità aerobica del cavallo. Questo è particolarmente importante per i cavalli impegnati in attività sportive.

Attraverso una pratica regolare, l’addestramento alla longe può contribuire a ridurre lo stress e il nervosismo nel cavallo, specialmente se viene eseguito in un ambiente controllato e familiare. La routine strutturata può avere un effetto calmante sul cavallo.

L’attività alla longe non è solo un mezzo per migliorare le capacità fisiche del cavallo, ma rappresenta anche un momento di interazione significativo. La comunicazione verbale e visiva utilizzata durante l’addestramento alla longe contribuisce a consolidare il legame tra il cavaliere e il cavallo, promuovendo una partnership armoniosa e una risposta rapida e controllata ai comandi. È importante sottolineare che l’addestramento alla longe non dovrebbe essere considerato come un’attività isolata, ma piuttosto come un elemento integrato in un programma di addestramento globale. La pratica costante e coerente, unita a una comprensione approfondita delle esigenze del cavallo, porta a risultati positivi nel lungo termine.

HSJ
RLV

Fonti –Equine Science Society. “The Benefits of Lunging for Horses.” https:/ /equinescienceupdate.com/2016/02/04/the-benefits-of-lunging-for-horses/ – EquiMed. “Lunging Your Horse.” https://equimed.com/health-centers/general-care/articles/lunging-your-horse-  British Horse Society. “Long-reining and lunging.” https://www.bhs.org.uk/enjoy-riding/british-horse-magazine/read/2021/summer/long-reining-and-lunging

Photo di Piet van de Wiel da Pixaby

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
logo Stephex Horsetrucks
logo veteaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo