Alla SOE di Oristano subito in evidenza il campione sardo Gianleonardo Murruzzu su Taissa Sarda e Luigi Angius su Rarità.

Advertisement
Luigi Angius su Raritàin Sardegna 2024 - Foto Corbinzolu

Sullo spettacolare campo in erba della Società Oristanese di Equitazione (Soe) si sono aperti i campionati sardi di salto ostacoli 2024. Sono 250 i binomi che si daranno battaglia sino a domenica nella competizione targata Fise Sardegna.

Il campione sardo in carica Gianleonardo Murruzzu ha già fatto capire che punta a restare sul trono isolano del salto ostacoli. In sella alla fedele Taissa Sarda, il cavaliere oristanese si è imposto nella prima prova, categoria a tempo, su ostacoli alti 135cm. Ma come l’anno scorso deve guardarsi dal cavaliere sassarese Luigi Angius su Rarità, altro binomio che ha effettuato il percorso senza errori ma con un tempo superiore. Immediatamente dietro Antonio Meloni su Vadir.

Nel campionato di 1° grado (C125) bel duello tra Grazia Giorico su Neimar de Samugheo e Marco Pala su Chicago Chicago. Leggermente staccato, per ora, Gabriele Visca che ha vinto l’anno scorso ma su Cortney, mentre quest’anno monta Biricchino.

I campionati sardi proseguiranno sabato alle 8.30 sempre nell’impianto oristanese di Sa Rodia per concludersi poi domenica quando dopo la terza prova saranno assegnati i titoli in palio: oltre a quello di campione sardo assoluto (2° grado) anche quello del 1° grado e i Brevetti seniores, juniores e pony.
Il montepremi totale è di 22.350 euro.

Giampiero Marras

Foto Corbinzolu – Luigi Angius su Rarità foto Corbinzolu
Impianto della SOE

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo