Anemia Infettiva Equina: Coggin Test cos’è e a cosa serve

Advertisement
una ragazza accarezza il muso di un cavallo grigio

Cause, sintomi e strategie di prevenzione e controllo

L’Anemia Infettiva Equina (AIE), una patologia virale cronica causata dal virus dell’anemia infettiva equina, rappresenta una seria minaccia per la salute dei cavalli, asini e muli.

Muli e i bardotti sono specie più sensibili e per questo motivo, in Lombardia, chi ne possiede uno dorebbe effettuare il Coggin Test tutti gli anni.

In questo articolo, esploreremo in dettaglio le cause, i sintomi e le strategie di prevenzione dell’anemia infettiva, ponendo particolare attenzione sull’importanza del Coggin Test per il controllo della diffusione della malattia.

Cause e trasmissione dell’Anemia Infettiva

L’AIE è causata dal virus Lentivirus, della famiglia Retroviridae. La trasmissione della malattia avviene principalmente attraverso due vie: la trasmissione orizzontale e quella verticale.

Le vie di trasmissione principali sono:

  • Via iatrogena: attraverso l’utilizzo di strumenti contaminati durante trattamenti o procedure mediche, per esempio aghi infetti.
  • Tramite vettori: i vettori sono organismi, (normalmente insetti) in grado di diffondere e trasferire un agente patogeno tra soggetti diversi. Nel caso specifico dell’AIE, i principali vettori sono insetti ematofagi, tafani e mosca cavallina, ad esempio. Per questo motivo, nelle misure di precauzione va sempre raccomandato l’uso di insetto repellenti sia ambientali sia sul cavallo (molto simile per questo senso la malattia di West Nile, clicca qui per saperne di più).
  • La via transplacentare e quella tramite escreti e secreti o con il colostro (primo latte prodotto dalla madre) sono possibili, ma considerate secondarie.

L’importanza del Coggin Test nella diagnosi e controllo della malattia

Il Coggin Test rappresenta un pilastro fondamentale nella strategia di controllo dell’anemia infettiva degli equini. Dopo un semplice prelievo venoso, questo test sierologico ricerca nel sangue dei cavalli gli anticorpi prodotti dall’organismo specifici contro il virus, per verificare un’avvenuta infezione, generalmente attraverso un test chiamato ELISA (Enzyme-Linked Immunosorbent Assay).

Gli anticorpi sono prodotti come risposta del sistema immunitario all’infezione virale. Un risultato positivo indica che l’animale è stato esposto al virus e ha sviluppato una risposta immunitaria. Un punto chiave da sottolineare è che, anche se il cavallo può essere portatore del virus senza manifestare sintomi evidenti, la positività al Coggin Test implica la necessità di misure preventive e di controllo.

La quarantena dell’animale positivo diventa imperativa per impedire la trasmissione orizzontale della malattia attraverso il contatto diretto o l’uso di strumenti contaminati. La tempestività nell’effettuare il Coggin Test è essenziale in particolare in situazioni in cui gli animali vengono spostati o partecipano a eventi sportivi.

La sua importanza si estende anche alla gestione degli allevamenti e delle scuderie. L’identificazione precoce degli animali positivi consente ai professionisti di adottare misure atte a ridurre il rischio di diffusione della malattia all’interno delle strutture interessate.

Cavallo grigio per il comportamente del cavallo

Sintomi e Decorso dell’Anemia Infettiva degli Equidi

L’anemia infettiva degli equini può manifestarsi con una gamma diversificata di sintomi, che variano da lievi a gravi, e il decorso della malattia può assumere diverse forme, influenzando la qualità di vita degli animali colpiti. 

Sintomi

1. Febbre intermittente, che nella fase acuta può avere punte molto alte (40.5/41 C°)

2. Debolezza e affaticamento

3. Perdita di peso

4. Ittero, ingiallimento dei tessuti

5. Anemia, basse concentrazioni di Ferro

Decorso della Malattia

Il decorso dell’anemia infettiva può variare notevolmente da un individuo all’altro. Alcuni cavalli possono presentare solo sintomi lievi o addirittura rimanere asintomatici, svolgendo una vita relativamente normale. Tuttavia, in altri casi, la malattia può progredire verso una fase cronica con sintomi ricorrenti o può assumere una forma acuta e grave, portando a complicazioni e, in alcuni casi, alla morte dell’animale.

È importante sottolineare che non esiste una cura specifica per l’anemia infettiva degli equidi. La gestione della malattia è focalizzata sul sollievo dei sintomi e sulla prevenzione della diffusione del virus. Un’idratazione e nutrizione adeguate sono parte integrante della gestione clinica, mirati a mantenere la salute dell’animale.

Veterinarian exam horse with stethoscope in case of equine colic

Strategie di prevenzione e controllo

La prevenzione dell’AIE e l’adozione di misure di contenimento del virus sono essenziali per garantire la salute dei cavalli. Il Coggin Test è una misura fondamentale e obbligatoria per legge, in caso di movimentazione del cavallo e partecipazioni a eventi e concorsi, per evitare la trasmissione orizzontale. La quarantena di tutti gli animali sospetti o positivi, è un ulteriore misura da effettuare obbligatoriamente secondo le normative italiane. Inoltre, la sorveglianza attiva e la gestione delle pratiche riproduttive sono cruciali per prevenire la trasmissione verticale della malattia (fattrice-puledro).  

Per questa ragione, la comprensione dei sintomi e del decorso della malattia è fondamentale per riconoscere precocemente i segni di infezione e adottare le misure necessarie per la gestione e il controllo dell’anemia infettiva equina.

La prevenzione e pratiche di gestione consapevoli rimangono i pilastri principali nella lotta contro questa patologia. Attuando un comportamento responsabile, è possibile preservare il benessere dei cavalli e garantire loro una vita sana.

A. Ceserani

Approfondimenti

https://www.horseshowjumping.tv/la-malattia-di-west-nile/

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo