Il corneggio del cavallo, sintomi e trattamenti

Advertisement
Quarter per corneggio del cavallo

Esploriamo la Neuropatia Laringea e le terapie personalizzate

La neuropatia laringea ricorrente, più nota come emiplegia laringea o corneggio laringeo, è da anni riconosciuta come causa di disfunzione dinamica della funzionalità laringea. Tale patologia compromette le capacità respiratorie dell’animale, riducendone la performance e determinando la comparsa di un caratteristico rumore respiratorio, il cosiddetto corneggio del cavallo.  

Ma cos’è il corneggio del cavallo?

Con il termine emiplegia si intende la paralisi, totale o parziale, di un organo. In questo caso l’organo coinvolto è la laringe.  La laringe è un organo impari, cavo, formato prevalentemente da cartilagini collegate tra loro da legamenti e rese mobili da alcuni fasci di muscoli. Le cartilagini laringee principali sono 5: tiroide, cricoide, epiglottide e due aritenoidi. 

image
Trattato di anatomia degli animali domestici, R.Nickel, A.Schummer, E.Seiferle casa editrice ambrosiana – Fig. 66. Faringe e tasche gutturali nel Cavallo. Veduta nucale (sec. Zietzschmann). Le tasche gutturali sono state aperte, l’esofago e la trachea sono stati spostati in basso. A protuberanza occipitale esterna, con: A’ inserzione della parte funicolare pari del legamento nucale; B linea nucale; C condilo occipitale; D processo paracondilare; E ghiandola parotide; F, F ghiandola mandi-bolare; G condotto uditivo cartilagineo; H midollo spinale • a muscoli del padiglione auricolare; b tendine terminale del m. semispinale del capo; c m. grande retto dorsale del capo; d m. piccolo retto dorsale del capo e membrana atlantooccipitale con cuscinetto adiposo; e m. retto laterale del capo; f m. obliquo craniale del capo, visto di lato, g sua superficie di taglio; h m. retto ventrale del capo e; i m. lungo del capo; l costrittori medi della faringe; m, m’ costrittori caudali della faringe (m m. tireofaringeo, m’ m. cricofaringeo); n muscoli esofagei longitudinali laterali; o m. cricoaritenoideo dorsale; p esofago; q m. occipitomandibolare; r m. massetere; s m. pterigoideo mediale; t trachea • 1 recesso mediale della tasca gutturale destra; 2 ostio faringeo della tuba uditiva di sinistra con i labbri laterale e mediale; 3 mucosa della tasca gutturale, bordo di taglio; 3′ linea di giustapposizione delle lasche gutturali nel piano mediano.

La funzione della laringe è di controllare il passaggio dell’aria tra la faringe e la trachea, modulandone la portata a seconda del livello di sforzo sostenuto dal cavallo durante l’esercizio, e creandone le vibrazioni che sono alla base della fonazione: a seguito del movimento delle corde vocali, controlla il volume di aria inspirata ed espirata. 

Durante l’inspirazione le corde vocali rimangono aperte e permettono il passaggio del flusso d’aria dal naso ai polmoni e viceversa. Quando le corde vocali si chiudono ed entrano in vibrazione grazie al flusso espiratorio dell’aria il cavallo è in grado di fonare. Durante la deglutizione invece la laringe si chiude completamente per garantire il passaggio del cibo nell’esofago. L’emiplegia laringea è una condizione morbosa che porta ad una demielinizzazione del nervo laringeo (il sinistro nella maggior parte dei casi), a cui segue una denervazione dei muscoli laringei. 

A questa denervazione segue un’atrofia dei muscoli i quali in modo particolare sotto sforzo, non sono più in grado di sostenere il corretto funzionamento della laringe, con conseguente parziale ostruzione delle vie aeree. Questa ostruzione causa un’anomala turbolenza del flusso d’aria producendo un rumore respiratorio tipico, che va dal sibilo ad un rumore simile al muggito.  

Conseguenza del minor flusso d’aria è logicamente anche un evidente calo della performance sportiva dell’animale colpito. La patologia è di tipo progressivo, il rumore può  comparire anche con andature lente del cavallo, anche se più frequentemente il fenomeno è evidente nelle discipline dove si raggiungono elevate velocità. 

Esame clinico per diagnosticare il corneggio

L’esame clinico per una diagnosi definitiva comprende un’attenta ispezione e palpazione dei muscoli circostanti la laringe, lo slap test e il test di depressione laringea. Un valido complemento all’ esame clinico è rappresentato dall’ esame ultrasonografico, anche se gli esami collaterali classici e tradizionali sono l’endoscopia statica e l’endoscopia dinamica. 

Quest’ultima è considerata il gold standard e permette la registrazione video dei movimenti delle cartilagini aritenoidi, delle corde vocali e l’eventuale collasso anche di altre strutture respiratorie durante lo sforzo del cavallo. 

Come curare il corneggio del cavallo

Esistono diversi tipi di trattamento chirurgico che vengono scelti in maniera personalizzata da cavallo a cavallo da parte del chirurgo.

E’ importante sottolineare che non esiste un trattamento assoluto, ma tutti devono essere adattati al tipo di problema che è necessario risolvere prevalentemente (il rumore respiratorio piuttosto che il calo della performance) valutando soprattutto l’effettiva necessità di intervento e le varie complicazioni che si possono venire a creare. 

Alcune dei trattamenti proposti usati maggiormente sono i seguenti: 

Alcuni dei trattamenti suggeriti più in uso sono la cosiddetta protesi laringoplastica, in cui tramite l’innesto di materiale da sutura si aumenta il lume della laringe; la ventricolocordectomia, in cui si asporta una piccola parte del tessuto all’attacco di una delle corde vocali; ed infine il trapianto di un peduncolo neuromuscolare che viene innestato sul muscolo cricoaritenoideo con la funzione di sopperire alla disfunzionalità del tono muscolare laringeo  

Take home messages: 

  • Patologia cronica di origine neuropatica che causa una parziale ostruzione delle vie aeree 
  • L’ostruzione delle vie aree generale il caratteristico rumore “corneggio” in fase espiratoria e una diminuzione delle performance sportive 
  • Diagnosi precisa e accurata tramite endoscopia dinamica sotto sforzo 
  • Diverse terapie chirurgiche proposte, ciascuna con indicazioni specifiche secondo il cavallo e il suo utilizzo 

In collaborazione con il medico veterinario Matteo Villa

Articoli correlati

Foto di Susanne Edele da Pixabay

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo