Equitazione di campagna, radici antiche e affascinanti

Advertisement
Equitazione di campagna intro prima parte 2024 foto Anna Pixabay

L’equitazione di campagna ha radici antiche, poichè i cavalli sono stati utilizzati anche per esplorare

Per quanto riguarda questa disciplina, non siamo alla ricerca di un cavallo che abbia particolari capacità performanti. Quello che caratterizza un cavallo da turismo equestre, sono soprattutto le qualità psicofisiche. Ricordiamoci che nonostante la sua mole importante, il cavallo resta un animale timido, che si spaventa facilmente al minimo rumore imprevisto. Ma dalla sua insicurezza e a volte paura, nasce nel cavallo una particolare caratteristica. Il cavallo ha una vista particolare, udito e odorato abbastanza sviluppati in grado di avvertire possibili minacce. Ricordiamo la sua visione binoculare non si spinge  che al di là del 60%. Non dobbiamo dimenticare  che affinché un cavallo sia adatto all’equitazione di campagna, è importante che ci siano requisiti come struttura, franchezza, obbedienza, calma e coraggio.

Teniamo poi presente che oltre a una struttura non troppo esile è necessario che un cavallo che ha l’incombenza di portare in passeggiata gruppi di persone, come dote basilare, deve possedere il coraggio; può infatti risolvere positivamente situazioni che il cavaliere ha valutato male o non ha preso in considerazione.

Imboccature e bardature

Possono esserci imboccature di diversi tipi l’importante è che l’imboccatura sia il meno coercitiva possibile. Il filetto rimane la soluzione migliore, con varie tipologie di cannone, struttura e dimensione per risultare il più possibile gradevole al cavallo. Per quanto riguarda la bardatura, è fondamentale che sia di ottima qualità : testiera completa, sella, accessori, protezioni. Anche nella scelta della testiera si può  passare a seconda delle situazioni, da quella a briglia completa, alla classica, alla testiera con capezza. Per quanto riguarda la sella in una fase avanzata, e professionale è consigliabile l’uso di selle da lavoro affinché il peso sella- cavaliere sia distribuito il più uniformemente possibile e dove i quartieri sono sviluppati in relazione agli angoli articolari del cavaliere che sono  più aperti (fonte FISE – Equitazione di campagna).

Il percorso in campagna solitamente prosegue senza grandi intoppi, però come dicevamo prima, può calare all’improvviso la nebbia, o possono cambiare le condizioni climatiche. Nel caso in cui si avvertisse il rischio di aver perso il sentiero o il tracciato predisposto prima della partenza,  è di fondamentale importanza fare una sosta. Avventurarsi alla cieca in situazioni non ben conosciute potrebbe risultare alquanto pericoloso. La pratica migliore, consiste nel far stare fermo un cavaliere del gruppo, mentre gli altri cercano nei dintorni un segnavia, o tracce evidenti del sentiero. (Fonte Fise Equitazione di campagna)  Tornando sempre dopo ogni sopralluogo, dall’escursionista rimasto fermo. In sostanza allargando sempre di più il centro della ricerca, si cercherà con l’aiuto di una mappa, una baita o un alpeggio che possano aiutare come riferimento.

Radici antiche dell’equitazione di campagna.

L’equitazione di campagna ha radici antiche, poiché i cavalli sono stati utilizzati per esplorare, cacciare e muoversi in terreni variegati sin dai tempi antichi. Oggi, questa pratica conserva quel legame con la tradizione e l’avventura. A differenza dell’equitazione in arena, l’equitazione di campagna offre ai cavalieri la possibilità di immergersi nella natura. I percorsi possono attraversare boschi, fiumi, colline e campi aperti, consentendo ai partecipanti di apprezzare la bellezza naturale mentre cavalcano.

Abilitàe intraprendenza

L’equitazione di campagna richiede abilità più versatili rispetto all’equitazione in maneggio. I cavalieri devono affrontare terreni variabili, saltare ostacoli naturali e adattarsi a condizioni atmosferiche mutevoli. Ciò contribuisce a sviluppare una maggiore sicurezza e capacità di gestire situazioni impreviste. E’ importante rispettare la sequenza dei binomi, mantenere la distanza di sicurezza tra i cavalli è fondamentale per evitare calci e morsi, non cambiare andatura senza che tutti i cavalieri siano stati avvertiti.

Qualche consiglio per uscire in passeggiata: controllare lo stato di ferratura ,bardare correttamente il cavallo e premunirsi dell’attrezzatura di base come scarpetta, Lunghina con capezza, mantella o impermeabile, acqua potabile, lacci in cuoio o altro materiale, coltello multiuso, nettapiedi, brusca.

Per i più esperti cavalieri non è da sottovalutare munirsi anche di una corda di almeno 6 metri, di un attrezzo per tagliare eventuali rami o arbusti, materiale di primo soccorso, bussola, GPS, torcia, coperta termica, secchio pieghevole per abbeverare i cavalli.

Orientamento

Oggi i sentieri sono abbastanza segnalati ma si può sempre incorrere in imprevisti come improvvisi banchi di nebbia; avere una bussola, una carta geografica o un altimetro possono risultare strumenti indispensabili.

Equipaggiamento adeguato

 L’equipaggiamento per l’equitazione di campagna può essere leggermente diverso. Selle e finimenti sono progettati per offrire comfort al cavallo e al cavaliere durante lunghe passeggiate e possono includere tasche per riporre piccoli oggetti necessari durante il viaggio  Date le sfide uniche dell’ambiente naturale, la sicurezza è una considerazione fondamentale. I cavalieri dovrebbero essere preparati ad affrontare situazioni come terreni scivolosi, ostacoli naturali e animali selvatici. La conoscenza della flora e fauna locali è spesso essenziale.

Esperienza di gruppo

L’equitazione di campagna può anche essere un’attività sociale. I gruppi di cavalieri spesso si avventurano insieme in escursioni, fornendo un’opportunità per condividere l’amore per i cavalli e l’ambiente naturale.

Per concludere e appassionare i lettori a questo modo avventuruoso di andare a cavallo, l’equitazione di campagna offre un’esperienza unica che va al di là delle tradizionali lezioni in maneggio. Consentendo ai cavalieri di connettersi con la natura e affrontare sfide diverse, questa disciplina promuove una maggiore versatilità e abilità equestri.

HSj
rlv

Foto di Anna da Pixabay

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo