Europei Milano: l’analisi del CT della Nazionale Marco Porro

Advertisement
Il team Italia ai Campionati Europei di Milano 2023: Camilli, Zorzi, Gaudiano, Garofalo, Turturiello e il CT della Nazionale Marco Porro

Le parole dello Chef d’Equipe Italiano

Il CT della nazionale Marco Porro a mente fredda analizza il Campionato Europei di Milano 2023 della squadra italiana di salto ostacoli.

In questo Campionato – ha dichiarato il CT della nazionale italiana di salto ostacoli, Marco Porro – avevamo due cavalieri, sebbene esperti, esordienti nel Campionato continentale: Emanuele Camilli e Giampiero Garofalo. Avevamo un cavallo che non aveva ancora mai saltato a questi livelli (Highlight W, il cavallo di Zorzi, ndr) e il numero 22 al mondo (Gaudiano ndr), con un cavallo certamente un po’ ‘difficile’. Quella schierata era la migliore squadra che avremmo potuto schierare in questo momento, in cui diversi cavalli e diversi cavalieri sono rimasti, purtroppo, bloccati in infermeria per infortuni, anche se già in recupero”.

Porro analizza, poi, più a fondo le tre giornate di gara. “Tutti i nostri cavalli, a differenza delle altre squadre, erano debuttanti in un Campionato internazionale. Odense è un cavallo eccezionale, che abbiamo deciso di risparmiare e non fare partire nella finale individuale visto il 17° posto individuale provvisorio, ma ha solo 9 anni ed è la prima volta che si misura su percorsi di questa entità. Nonostante questo, ha dato un grande riscontro conquistando la finale individuale.

Il nove anni belga sotto la sella di Camilli ha preso parte in questa stagione in pratica solo ai cinque stelle di Sopot e Falsterbo…poi Milano. Crack Balou – lo sappiamo – è un cavallo difficile, capace di fare l’impresa, ma sulle tre giornate di gara abbiamo visto che ha presentato delle difficoltà. Gaudiano è un grande agonista e sono certo che ritroverà in poco tempo il giusto feeling con il suo compagno di gara. Ha retto bene i tre giorni di gara Higlight W, al quale di sicuro manca l’esperienza in questa tipologia di gare, ma che ha potuto contare sull’esperienza di un grande cavaliere come Alberto Zorzi. Non dimentichiamo, poi, che Giampiero (Garofalo ndr) da quest’anno è entrato in campo come quarto binomio della squadra italiana”.  

Porro rende onore agli avversari. “I tracciati disegnati dall’abilissimo Uliano Vezzani erano veramente tecnici, ma non dobbiamo trovare delle scuse. È questa, purtroppo, la fotografia della situazione che stiamo attraversando in questo momento. Le altre squadre hanno meritato il risultato che hanno ottenuto. Noi abbiamo tenuto bene nelle prime due giornate e ieri, purtroppo, nella terza siamo calati; un po’ per alcuni errori, un po’ perché alcuni cavalli hanno sentito il Campionato. Si vince e si perde tutti insieme, ma dobbiamo essere sportivi e riconoscere che gli altri hanno fatto meglio di noi.

Il problema è che dobbiamo fare i conti con i cavalli che abbiamo a disposizione in questo momento. Non abbiamo potuto utilizzare cavalieri e amazzoni altrettanto eccezionali, che non elenco ma che tutti conosciamo, per la mancanza di soggetti in grado di saltare un Campionato d’Europa. Abbiamo pochi cavalli a disposizione e abbiamo cercato di gestire al meglio quelli che su cui possiamo contare oggi e per i prossimi appuntamenti”.

Porro ci tiene a complimentarsi anche con Turturiello Francesco – ha aggiunto il Tecnico – è partito come quinto e ha fatto un buon Campionato…il suo primo Campionato d’Europa. È un cavaliere che, come Federazione, abbiamo tenuto d’occhio e portato avanti negli ultimi due anni. È maturato tantissimo fino ad arrivare ad affrontare con esito positivo diverse Coppe delle Nazioni e un Campionato di questo livello”. 

Il tecnico della Nazionale ci tiene a formalizzare il suo riconoscimento personale ai suoi ragazzi. “Gaudiano, Camilli, Zorzi e Garofalo si sono messi a disposizione per la squadra, – ma anche Turturiello a titolo individuale – sono andati in campo, hanno lottato con i denti e per questo io sono assolutamente soddisfatto di loro, perché sono riusciti a raggiungere la finale a squadre, che purtroppo è andata storta, ma a loro deve essere rivolto il nostro ringraziamento”.

Leggi tutti gli articoli di HSJ relativi ai Campionati Europei di Milano 2023, clicca qui.

Comunicato Stampa FISE | Nella foto © Massimo Argenziano: il Team Italia a Milano con il CT Marco Porro

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo