Il primo sabato di maggio all’ippodromo Snai San Siro

Advertisement
Tribune Ippodromo SNAI San Siro

Presenta in pista il Premio Lodi Vecchio, il Jimy’s Grey e il ricordo ad Alessandro Ferrario

Al via dalle ore 14:55

Milano, 3 maggio 2024 – Sabato 4 maggio l’Ippodromo Sai San Siro di Milano protagonista con la 13^ giornata stagionale di galoppo a partire dalle ore 14:55. Una riunione molto interessante e strutturata su sette prove tra cui brillano il Premio Lodi Vecchio, il Premio Jimy’s Grey e il Premio Alessandro Ferrario, quest’ultima corsa in onore della tragica scomparsa del giornalista ippico che, all’età di 52 anni, nel luglio del 2019 durante un servizio nei boxes di una scuderia di Boara Pisani, in provincia di Padova, non è riuscito ad evitare a causa di una puledra che ad un tratto si è imbizzarrita investendolo e ferendolo a morte.

Nello stesso programma figurano anche altre personalità del mondo del giornalismo e della scrittura legati dalla passione per l’ippica a cui sono dedicate le corse, come Manlio Cancogni, scomparso nel 2015, vincitore del Premio Strega nel 1973, o Giorgio Caronna, decano dei giornalisti di ippica internazionale nel settore galoppo, ma anche Francesco ‘Franco’ Varola, testimone del lavoro di Federico Tesio già dagli inizi degli anni Trenta del secolo scorso e dal quale è riuscito ad assordire una vasta conoscenza dei cavalli ‘made in Tesio’. E poi Bruno Santopadre, noto ristoratore ma forse ancor di più per la sua grande passione e peculiarità nello studio delle corse.

Il doveroso ricordo a questi grandi personaggi parte nell’impianto milanese di piazzale dello Sport 16 dalle ore 13 con l’apertura dei cancelli con ingresso a pagamento solo per i maggiorenni (5 euro), mentre per i minorenni e i portatori di handicap certificati con un solo accompagnatore, l’accesso è gratuito. Sempre all’interno degli spazi dell’ippodromo è possibile pranzare o prendere un aperitivo ai quattro ristoranti oppure ai due bar-tavola calda presenti.

Dalle ore 15, in concomitanza con l’avvio della giornata di corse, presente come sempre lo staff di animazione di Pepe Party Milano che, nell’apposita area recintata e in piena sicurezza del paddock, è pronto a far divertire i bambini tra zero e 13 anni con laboratori creativi, giochi di gruppo, truccabimbi, baby-dance, cantastorie, piccoli spettacoli d’intrattenimento e molto altro ancora. Sottofondo musicale con il Dj-set.

Per chi, tra i 3 e i 13 anni, volesse sentire l’ebbrezza della ‘prima’ monta, ecco il consueto ‘Battesimo della sella’ nell’area della fontana all’ingresso dell’ippodromo. Lì gli istruttori del Centro Ippico Lombardo di Milano (CIL), saranno a disposizione per scortare i piccoli fantini per un breve tour in piena sicurezza, con caschetto e giubbotto di protezione addosso.

Ma scopriamo, nel dettaglio, tutte le sette corse del sabato milanese.

PROGRAMMA – ORE 14:55

PRIMA CORSA – PREMIO ALESSANDRO FERRARIO

Avvio di riunione con la prova in memoria dell’editore Vendopuldri.it scomparso nel 2019, un handicap di buona categoria per i fondisti anziani sul miglio e mezzo di pista grande dedicato al compianto giornalista Alessandro Ferrario. Un bel inizio di convegno, molto incerto ed equilibrato, dove Puente Romano dovrà rendere i chili ad un gruppo di rivali molto insidiosi, ma è l’unico del gruppo ad aver dimostrato la sua grande efficacia sulla distanza, senza dimenticare il suo profilo in progresso. Progresso che tuttavia potrebbero marcare anche i rivali di cui sopra, molti al debutto in handicap, tra i quali Excellent Drago e Highly Strung paiono i più cattivi, ma con gli stessi Fly High e Musa Del Nord che arrivano con all’attivo il miglior numero della carriera. E nessuno poi si dimentica di Fleant.

SECONDA CORSA – PREMIO LODI VECCHIO

Già dalla seconda si entra nel vivo del pomeriggio milanese con la tradizionale prova condizionata sui 2.200 metri di pista grande che rappresenta l’ultimissima chiamata per i 3 anni verso il Derby. Contesto molto interessante, che darà delle risposte a chi le cerca, come Aretino e Rifleman ad esempio, che hanno vinto le rispettive maiden con il piglio giusto e con il secondo citato che si fa preferire solo per la maggior esperienza e con la sensazione che la pista selettiva di Milano gli sia ben gradita. Nightliner e Neorion invece provano giustamente a testare le loro ambizioni dopo che hanno vinto già tre corse nell’annata, e se Ballyrichard può legittimamente giocarsi le sue carte, Touch Me Again ci riprova dopo un periodo di riposo.

TERZA CORSA – PREMIO JIMY’S GREY

L’altra prova top del programma è questa condizionata per i velocisti anziani che hanno il Tudini nel mirino sui 1.200mt, che ricorda il campione Jimy’s Grey. Non si scappa da Ghepardo Da Todi, che ha rinunciato al Certosa su distanza troppo breve per avere una preparazione più leggera e anche se non avrà vita facile nel pagare dazio alla vittoria del rientro, rimane in logica pole position. Non potrà permettersi divagazioni tuttavia perché Godsave non ne sbaglia una e sarà come sempre super combattiva, e Sopran Marte verrà certamente avanti dopo la ricomparsa non malvagia nel già ricordato Certosa. Sopran Akilios dal canto suo si presenta da una prestazione mostruosa e non è affatto detto che non possa migliorare ancora, anzi.

QUARTA CORSA – PREMIO MANLIO CANCOGNI

Dopo le due prove top si scarica l’adrenalina con la reclamare sul miglio allungato di pista media aperta a tutti. Forma generale tutt’altro che solida, con parecchi elementi che scendono di categoria alla ricerca di un riscatto, come Show Airing ad esempio, appena ricomparso da un lungo stop in maniera promettente in un contesto non troppo diverso da questo ed ora atteso in miglioramento. Altri due declassati sono Slowmotion e Sopran Modigliana, ma ancor più pericoloso può essere Chic anche lui alle prese con un compito ben più agevole rispetto al solito. Ci sarebbe anche Reggiolo, tuttavia molto lontano dal suo top.

QUINTA CORSA – PREMIO BRUNO SANTOPADRE

Tornano in azione i cavalli di 3 anni, con una maiden sul doppio chilometro di pista media. Non malvagio il

campo partenti per la collocazione stagionale, con nomination quasi d’obbligo per Heavy Impact, secondo al

debutto non senza un pizzico di rammarico ed ora atteso in progresso con l’esperienza della corsa della quale è parso bisognoso. Troverà tuttavia pane per i suoi denti con Su Crastu Biancu, due volte secondo nelle ultime due, No Further Comment, che torna su distanza più congeniale, e soprattutto Aramis, che invece la distanza la allunga dopo che il netto miglioramento alla seconda uscita della stagione. Le femmine Albalara e Sciarada non vanno sottovalutate.

SESTA CORSA – PREMIO GIORGIO CARONNA

Alla penultima uscita della giornata di galoppo di sabato 4 maggio ecco in pista i cavalli fondisti anziani (4 anni ed oltre), che hanno a disposizione un handicap di discreto livello sui 2.600 metri di pista media. Altra situazione in cui non si fa fatica a trovare gente particolarmente agguerrita, con nomination finale per Angel, ovviamente da valutare sulla penultima prestazione, dove ha trovato le stesse condizioni che avrà ancora. Che Musica Maestro gli finì dietro in quel caso ma ha i mezzi per la rivincita e sarà tanto pericoloso quanto Dopodopo, altro elemento che ha stamina da buttare via e che troverà il terreno gradito. Rocolett, invece, si è appena rivisto sul livello delle sue vittorie invernali, ma anche a Starting Over ed Est Dei Grif non manca nulla per poter puntare al bottino pieno.

SETTIMA CORSA – PREMIO FRANCO VAROLA

Il bel sabato all’Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude con il Quintè, un handicap di discreta categoria sui 1.800 metri in pista media. Virtualmente impossibile trovare un contesto più competitivo di questo, con un paio di recenti vincitori che possono serenamente concedere il bis, Tajine e soprattutto Tenet, ma pure Sopran Owen, Damachi, Phil Connors e She arrivano tutti da prestazioni ottime, con le stesse Lagherta Girl e Lugana Dream che possono intervenire alla luce della loro prestazione più recente. E allora, alla luce di tutto questo, visto che lo scenario si presta si può cercare il colpo di quota indicando Leone Da Todi, un altro che si presenta dalla miglior prestazione della carriera, con un finalone pieno di promesse sul quale può costruire.

L’appuntamento all’Ippodromo Snai San Siro è per giovedì 9 maggio, prevede con il clou con il Premio Equality, la prova condizionata per cavalli di 4 anni ed oltre, e anche la Coppa della SIRE, piana e hunter per cavalli di 4 anni ed oltre. Interessante anche la maiden per il Premio Aminopower Plus che vede impegnati i cavalli di 3 anni.

INFO UTILI – IPPODROMO SNAI SAN SIRO MILANO

Giornata corse: sabato 4 maggio;

ingresso pubblico ippodromo: piazzale dello Sport 16 Milano;

costo ticket: 5 euro biglietto ingresso – 20 euro super tour con guida alla Palazzina del Peso, alle Gabbie partenza corse e alle Scuderie;

apertura cancelli: dalle ore 13:00;

inizio riunione di corse: dalle ore 14:55 alle ore 18:35;

attivi i punti ristoro: ristoranti Buvette di Leonardo, Dvca Giardino, Parioli. Bar tavola fredda e calda al Bar del Turf e al Chiosco del Tondino;

Attività di animazione e intrattenimento per il pubblico: dalle ore 15:00 a fine corse.

Link partenti: https://ippica.snai.it/partenti/G/IT10/2024-05-04?signature=d6f133524c69f7c0268a399a401d07e3e743bfcfcf759ed40c04190ae72ef169

IPPODROMO SNAI SAN SIRO – Ufficio stampa Ippica – Ippodromi Snai

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo