Le zoppie nei cavalli, imparare a riconoscere il problema

Advertisement
ce4ea539 eb20 454f bef8 4855bda0332f

I consigli degli esperti della Clinica Veterinaria Piola

Il dottor Liguri della Clinica Veterinaria Piola ha parlato dei segnali precoci che possono far pensare alla presenza di un dolore ortopedico, causa di zoppie nei cavalli; il medico ha evidenziato innanzitutto l’importanza di osservare se l’animale mantiene sempre lo stesso piede a riposo, sia esso anteriore o posteriore, e se mostri un mancato carico su una delle gambe durante il riposo.

Comportamenti durante la pulizia dei piedi e la movimentazione

Il veterinario ha sottolineato che durante la pulizia dei piedi, può essere notato se il cavallo è più propenso a sollevare un piede rispetto all’altro: questa preferenza può essere interpretata come un segno di dolore nell’arto opposto, che il cavallo cerca di evitare di caricare. Inoltre, la presenza di una zoppia potrebbe indurre il cavallo a muoversi sempre meno trascorrendo più tempo in una posizione statica quando è nel box.

Come capire se il cavallo è zoppo durante l’attività fisica

Nei momenti in cui il cavallo è montato, emergono alcuni indicatori significativi di possibili fastidi di natura ortopedica agli arti; se il cavallo preferisce un piccolo galoppo rispetto a un trotto allungato potrebbe essere un segnale di disagio, per esempio.

Il dottor Liguri ha spiegato che questa comportamento potrebbe derivare dalla volontà del cavallo di ridurre lo sforzo in presenza di fastidi. Inoltre, l’avversione a procedere su terreni in discesa o in salita potrebbe indicare un rifiuto a esercitare determinati movimenti a causa di dolori.

Un altro segnale più evidente di zoppia vera e propria, che può essere percepito dal cavaliere quando monta è la riduzione dell’ampiezza della falcata sia al passo che al trotto, unita a una differenza notevole nell’impatto acustico durante l’andatura su terreni duri.

Tutti questi sono stati indicati come chiari campanelli d’allarme in caso di zoppie e dolori agli arti, a qualsiasi livello.

La valutazione veterinaria delle zoppie nei cavalli

Il modo migliore per valutare una zoppia, anche lieve, è al trotto. Il veterinario dovrebbe osservare attentamente la testa del cavallo, poiché al trotto questa dovrebbe rimanere ferma.

Per valutare una zoppia il veterinario analizzerà i movimenti del cavallo in linea retta e in circolo, su terreno morbido (sabbia) e terreno duro (cemento) ed effettuerà infine i test di flessione.

Qualsiasi movimento della testa al trotto potrebbe indicare un tentativo del cavallo di alleggerire il peso da una particolare gamba.

Ma come si cura una zoppia?

Infine, il dottor Liguri ha sottolineato che una volta individuati questi segnali, la responsabilità è unicamente del veterinario: sarà il professionista a condurre un’approfondita visita, svolgere indagini specifiche ed esami diagnostici (ecografie, radiografie, risonanze) per determinare la natura del disagio e decidere il piano d’azione più appropriato per il benessere del cavallo e la lunghezza del periodo di riposo.

Clinica veterinaria piola logo

In collaborazione con la Clinica Veterinaria Piola

Articoli correlati

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo