L’Italia vince nella EEF Series di Atene e conferma i posti in semifinale

Advertisement
Team-Italy-EEF-Series-Atene

Immagini: photobit.net

L’Italia si è dimostrata la squadra migliore alle qualificazioni del Gruppo Sud delle Longines EEF Series, che si sono svolte presso il Centro Equestre Olimpico Markopoulo di Atene, dopo aver concluso le due prove con quattro penalità. Al secondo posto si è piazzata la Grecia, padrona di casa, mentre la Romania ha completato il podio.

La vittoria dell’Italia ha garantito l’accesso alle semifinali, così come la Grecia e l’Ucraina, che hanno conquistato punti preziosi per la qualificazione.

Gli italiani sono stati in forma imperiosa fin dall’inizio, con i primi tre cavalli e cavalieri – Roberto Turchetto con Heidelberg, Filippo Bassan su Cerruti de Kreisker e Antonio Maria Garofalo in sella ad Abelle Degli Assi – che hanno tutti eseguito un giro netto nel primo turno. Grazie a queste prestazioni, a metà gara l’Italia era in vantaggio e il quarto cavaliere, Bruno Chimirri su Samara, ha scelto di non saltare.

I doppi netti di Roberto con il cavallo baio KWPN di 12 anni Heidelberg e di Antonio in sella ad Abelle Degli Assi e l’unico errore di Filippo su Cerruti de Kreisker, cavalla Selle Francais di 12 anni, nel secondo giro hanno assicurato la vittoria al team e Bruno e Samara non hanno dovuto saltare nemmeno in quest’occasione. Bruno aveva comunque già saltato nell’arena, essendo stato membro della squadra italiana alle Olimpiadi di Atene del 2004.

È una bella giornata per noi. Siamo molto contenti, i nostri cavalli hanno saltato molto bene. Complimenti a Roberto e Antonio per i loro doppi netti“, ha detto lo chef d’equipe Marco Porro.

Antonio Maria Garofalo in sella ad Abelle Degli Assi

unnamed8
Antonio Maria Garofalo in sella ad Abelle Degli Assi

La stella della gara è stata senza dubbio Abelle Degli Assi, figlia del rinomato stallone da salto ostacoli Arko III, di proprietà di Domenico Merlani. La talentuosa cavalla di otto anni ha smentito la sua tenera età e ha fatto sembrare facile il tracciato progettato da Andreas Bamberger, riuscendo a non sfiorare mai una barriera.

Sono molto felice. La mia cavalla è giovane, ha solo otto anni. Ce l’ho da quando aveva quattro anni e sono davvero felice di questo risultato. Spero davvero che abbia un grande futuro davanti a sé”, ha detto Antonio.

La lotta per il secondo e terzo posto è stata serrata tra Grecia e Romania. Entrambe le squadre hanno terminato il primo turno con otto penalità, poi alcune impressionanti prestazioni nel secondo turno hanno fatto sì che nessuna delle due squadre aggiungesse penalità a quelle del primo percorso, ciò che le distingueva era solo il tempo. Per la gioia del pubblico di casa, i greci sono stati più veloci e si sono quindi assicurati il secondo posto.

Una menzione speciale va data al greco Kriton Zafiropoulos con l’esperto stallone KWPN di 16 anni Dicaprio e all’apripista rumeno Gyula Zarug in sella allo stallone di 10 anni Cold Blue Boy, entrambi autori di rari doppi netti..

La Serie offre due qualificazioni per ciascuna delle quattro regioni – Sud, Nord, Centro e Ovest – con le semifinali che si terranno a Budapest (HUN) e Deauville (FRA) e la finale che si terrà nella capitale polacca Varsavia l’8 settembre.

La prossima settimana saranno in azione i cavalieri della regione Ovest (Lussemburgo) che la regione Nord (Drammen), con altri posti in semifinale in palio.

I punti per le nazioni della regione sud sono:

Italia 200 Q

Grecia 170 Q

Ucraina 160 Q

Romania 80 (non ha partecipato a entrambe le qualificazioni)

Turchia 70 (non ha partecipato a entrambe le qualificazioni)

Bulgaria 0

Fonte press release EEF Series

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo