I piedi del cavallo: pareggio e ferratura per correggere difetti di appiombi

Advertisement
Gambe anteriori: gli zoccoli dei cavalli

I difetti, sia congeniti che acquisiti, di appiombo, di forma e di meccanica possono essere corretti con il pareggio e la ferratura.

Il pareggio è l’arma con la quale si può incidere in modo graduale e non invasivo sulle parti del piede modificate e alterate e può portare anche a una voluta modifica della forma per alterare il tempo di battuta.

Per velocizzare il ritmo dell’andatura si porta il cavallo ad avere punta corta e talloni alti; questa nuova conformazione aumenta l’urto sul piede con le già descritte conseguenze e modifica notevolmente l’asse digitale, con diminuzione dell’attività ammortizzatrice degli elementi elastici.

La ferratura, tenendo conto delle caratteristiche del terreno e adattandosi alla forma del piede, lo può preservare dall’usura e può permettere una più equilibrata distribuzione delle pressioni e dei carichi su tutto l’arto.

ALCUNI PRINCIPI BASILARI

  1. L’appiombo regola l’intensità delle pressioni sugli elementi ossei ed elastici del dito e del piede. Se la distribuzione sarà equilibrata avremo tempi di diastole e sistole uguali con il risultato di un piede corretto nella forma e nello sviluppo.
  2. Le pressioni intense creano usura sulla parte più interessata.
  3. Le pressioni sollecitano la meccanica del piede attraverso l’attività del fettone. Il fettone, sottoposto a intense pressioni e ad usura, induce dapprima un tempo di diastole prolungato, con il risultato di una espansione della superficie de piede e conseguente cambiamento della sua forma. Al contrario il fettone sottoposto a minore pressione ed usura induce un restringimento della forma del piede per una diminuita attività di tutti i suoi componenti.
  4. Se le pressioni sono uguali su tutte e due le branche del fettone lo sviluppo e la forma sono regolari. Se le branche del fettone sono sottoposte a carichi non uniformi, la parte che lavora ha uno sviluppo regolare, la parte con minore attività non si consuma e appare più ispessita: diminuiscono in larghezza le ali, le mammelle e i talloni; la parte che lavora di più spinge la punta del fettone verso la parte passiva.

Prima di iniziare qualsiasi intervento è importante avviare una panoramica del cavallo a riposo e in movimento, per capire attraverso i suoi atteggiamenti e i suoi gesti quali parti devono essere corrette nel pareggio e sgravate con la ferratura.

Spesso questi interventi sono risolutivi per riordinare la distribuzione di pressioni e carichi e per risolvere problemi connessi, senza l’uso di terapie invasive.

A differenza di eminenti autori ritengo che il pareggio e la ferratura siano delle arti non dovute a una mera improvvisazione ma a una buona cono-scenza, capacità di sintesi ed esperienza. Non a caso i Francesi chiamano il maniscalco con il nome di Marechal, che suona quasi come un titolo nobiliare equestre.

  • ferri normali proteggono lo zoccolo dall’usura.
  • ferri ortopedici servono per correggere le anomalie di appiombo.

Molti sono i ferri che hanno una specifica applicazione. Le diverse anomalie degli appiombi possono incidere maggiormente sugli elementi ossei o sugli elementi fibro-elastici ( tendini e legamenti).

Due sono i fattori tra loro concatenati che si devono tenere presenti nel pareggio e nella ferratura:

  1. L’appiombo dell’arto che può modificare le pressioni sui segmenti ossei, e può accentuare o ridurre l’attività dei segmenti elastici.
  2. L’appiombo dell’asse digitale che determina lo sviluppo del fettone, la cui meccanica condiziona la forma del piede.

Non è possibile fornire una “ricetta” per ogni di-spiombo o anomalia del piede, poiché ogni cavallo necessita di un intervento che deve comunque essere confermato dagli effetti sul movimento e sul dolore.

Si spera che le informazioni suggerite possano permettere al lettore di capire, e che possano sollecitare le misure idonee a ripristinare il più possibile le condizioni di una regolare attività.

Alcune anomalie degli appiombi del piede possono essere la conseguenza di anomalie di altre parti dell’arto; di conseguenza ogni intervento sul piede può avere ripercussioni anche a livelli più alti.

IMG 0358
I piedi del cavallo: pareggio e ferratura per correggere difetti di appiombi 4

Per non entrare in una esposizione troppo dettagliata, ci si può attenere a utili indicazioni:

  • Il ferro è una barra proveniente da diversi metalli, è costituito dalla binda modellata sulla forma del piede.
  • La binda ha due branche, una esterna ed una interna ed ha uno spessore ed una larghezza.

È il ferro che si deve adattare al piede e non viceversa. Il ferro è applicato sul contorno plantare e fissato con chiodi.

Aumentando o diminuendo lo spessore e l’ampiezza della binda, o restringendola, si può, come nella bilanciatura dei pneumatici, apportare correzioni benefiche a tutto l’arto.
La binda larga e svasata senza appoggio sulla suola fa diminuire le pressioni sul piede.

La binda larga non svasata con appoggio sulla suola fa aumentare le pressioni sul piede; lo stesso risultato si ottiene con la binda stretta.

AZIONI DELLA BINDA

  • La binda più pesante in punta aumenta l’estensione dell’arto.
  • La binda più pesante sui talloni ne diminuisce l’estensione.
  • La binda esterna più pesante favorisce i movimenti di abdu-zione.
  • La binda interna più pesante favorisce l’adduzione.
  • La binda bassa di tallone e sbarchettata in punta favorisce l’inclinazione dell’asse digitale in estensione e ne riduce la ver-ticalità.
  • La binda più alta, più larga e svasata protegge la suola e i tal-loni.
  • La binda più lunga sui talloni o chiusa o a forma ovale corregge l’estensione in lunghezza e il dispiombo lungo giuntato
  • e falciato.
  • La binda a piani inclinati all’esterno facilita l’allargamento del piede.
  • La binda a piano inclinato all’interno facilita il restringimento
  • La barbetta in punta stabilizza il piede.

Due barbette laterali favoriscono la tenuta dei chiodi in piedi fragili e agevolano il contenimento del piede.

Dal libro “La zoppia del cavallo: conoscere per capire” del Dott. Meschia – Horse srl

IMG 0391

Per acquistare il libro “La zoppia del cavallo: CONOSCERE PER CAPIRE” inviare una mail all’indirizzo press@horseshowjumping.tv

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo