Pedro Cebulka, master ring FEI e icona di stile

Advertisement
Pedro Cebulka, master ring FEI e icona di stile ai Campionati europei di Milano 2023

Pedro Cebulka, un nome, una garanzia nel mondo degli sport equestri internazionali. Pedro non ha solo lasciato il segno nel corso degli anni per i suoi outfit incredibili, ma, soprattutto per il suo impegno nel mondo delle competizioni internazionali organizzate dalla FEI. Immancabile presenza negli eventi più importanti, lo abbiamo incontrato a Milano in occasione dei Campionati Europei di Salto Ostacoli 2023 e poi lo abbiamo rivisto allo CSIO Barcelona per la finale di Nations Cup di quest’anno. La prima volta che gli abbiamo parlato, ha condiviso con il team di HSJ i dettagli del suo straordinario viaggio nel mondo equestre.

Una carriera che dura da oltre 47 anni

Pedro è stato una presenza fissa nei concorsi internazionali a cinque stelle più importanti del panorama equestre internazionale. Era presente a sette edizioni dei Giochi Olimpici, a cinque Campionati del Mondo, ai Giochi Panamericani, ai Campionati Europei e alle finali di Coppa del Mondo e alle finali di Coppa delle Nazioni. Il suo ruolo, apparentemente semplice, in realtà risulta fondamentale: garantire la sicurezza sia del cavallo sia del cavaliere e assicurarsi che tutto ad ogni evento funzioni al meglio. È un lavoro che richiede precisione, dedizione e un profondo amore per questo sport.

L’impegno e la passione di Pedro per il suo lavoro va oltre la mera logistica e lo ha reso una figura profondamente rispettata da tutta la comunità equestre: “Il mio lavoro è molto semplice. In primis, mantenere al sicuro cavallo e cavaliere, seconda cosa, garantire la puntualità dentro e fuori dal campo gara. Ovviamente ci sono personalità diverse sia per quanto riguarda i cavaliere, che per quanto riguarda i loro cavalli dunque a volte è un po’ più difficile di quello che sembra.”

L’importanza dei groom

Garantire un ambiente di lavoro confortevole per i groom è una missione di estrema importanza per Pedro che a tal proposito ha dichiarato: “Trascorrono probabilmente più tempo loro con i cavalli rispetto agli stessi proprietari, e spesso anche più dei cavalieri stessi. Seguono i cavalli passo per passo e ovunque vadano, quindi trovo che la figura del groom sia essenziale per la buona riuscita del binomio e per il benessere dell’animale.”

Un guardaroba unico come il suo lavoro

Gli outfit distintivi di Pedro riflettono non solo il suo stile, ma anche la connessione con l’evento a cui presenzia e la cultura locale. Ha detto: “Ho iniziato molto tempo fa…alla fine sono sui campi gara dall’ 86. Tutto è iniziato con un casco tropicale rosa che ho preso alle Hawaii. Alla gente è piaciuto, rideva! Poi c’è stato l’Holland Day, così ho indossato un costume a tema, poi ha seguito il British day e mi sono vestito con un classico outfit britannico. Da lì non mi sono più fermato!“. Ogni abito racconta una storia, abbracciando lo spirito dell’occasione e del paese ospitante l’evento.

Oltre l’Arena

Il coinvolgimento di Pedro negli eventi sportivi equestri si estende ben oltre il campo gara. È un fiero sostenitore di Just World International, un’organizzazione benefica fondata da Jessica Newman. Sottolinea l’importanza di donare a chi è più bisognoso, affermando: “Il nostro mondo è un mondo da sogno. Non è una realtà. Ma il mondo reale, capite… è un’altra cosa e io sono qui per aiutare. Aiutare è il mio lavoro! Che si tratti di bambini bisognosi, cavalli, cavalieri o groom“.

Non perdere l’intervista completa, visita il nostro profilo Instagram.

Foto HSJ (c)

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo