#roadtoMilano2023 con HSJ, Emanuele Camilli

Advertisement
8cbd4881 8421 4fae aa34 d82ca2233900 1

L’intervista di horseshowjumping.tv al componente della squadra italiana

Milano è pronta ad accogliere i Campionati Europei di Salto Ostacoli 2023, in programma all’Ippodromo SNAI di San Siro dal 30 agosto al 3 settembre.

L’atmosfera è carica di adrenalina e l’italiano Emanuele Camilli figura tra i cavalieri che si apprestano ad esibirsi nel suggestivo campo in erba di uno degli ippodromi più importanti d’Italia. Componente della squadra italiana, scenderà in arena in sella al suo castrone di 9 anni Odense Odeveld (da Diamant de Semlly x Querlybet Hero).

Lavoro, sacrificio e talento hanno portato Emanuele a guadagnarsi una meritata posizione nella nazionale italiana che sfiderà i migliori cavalieri d’Europa in questo prestigioso evento (scopri tutti i componenti del Team Italia, clicca qui).

In quest’ultimo episodio della rubrica #roadtoMilano2023 con HSJ, riportiamo i pensieri e le ambizioni del cavaliere azzurro.

Come tutto è iniziato

Devo dire che il pensiero di fare questo campionato è sorto solo dopo il Sunshine Tour, prima ero molto lontano da poter affrontare una competizione a questo livello, anche perché il cavallo ha solo nove anni” ha ammesso Emanuele, parlando di come è arrivato a pensare che il suo compagno potesse davvero essere pronto per questo evento. Dopo il Sunshine Tour, Odense ha fatto un salto di qualità, affrontando tutti i Gran Premi con facilità estrema e questo ha portato Emanuele a pensare di poter iniziare ad affrontare concorsi a 5* e, come ha dichiarato: “Tutto ha funzionato per il meglio”.

Le criticità dei Campionati Europei 2023

Gli abbiamo chiesto quali pensava fossero gli aspetti più critici e le sfide più complesse che cavalli e cavalieri si troveranno ad affrontare in questi Campionati ed Emanuele ha detto la sua: “Tra gli aspetti più difficili, come in tutti i Campionati, vi è la difficoltà estrema dei percorsi che richiedono sempre qualcosina in più rispetto ad altri 5* “normali”. Un po’ anche lo sforzo della competizione, perchè sono cinque percorsi di altissimo livello: c’è la caccia il primo giorno, due giri di coppa e poi la finale” – clicca qui per il programma completo delle competizioni.

Tra gli aspetti più critici, inoltre, assume sicuramente un ruolo rilevante anche la pressione legata al fatto di far parte di una squadra: “Essendo un Campionato è importante non solo il risultato individuale, ma anche e soprattutto quello della tua squadra e, nel nostro caso, anche la qualifica olimpica quindi sicuramente saremo carichi di pressione, ma normalmente la gestiamo abbastanza bene, quindi speriamo per il meglio”.

La gestione della componente emotiva

Normalmente penso che quando sono sotto pressione io riesca a rendere al meglio di me. Personalmente ho bisogno di adrenalina e, sicuramente, a Milano non mancherà. Logicamente è personale, molti cavalieri ricercano la tranquillità, io cerco di caricarmi in questo modo. Più pressione ho e più ho risultati”.

Gli obiettivi della squadra e a livello individuale

Certamente Milano 2023 è un’occasione per il Team Italia per guadagnare un posto alle Olimpiadi di Parigi 2024. Penultima possibilità, oltre alla finale di Coppa delle Nazioni di Barcellona alla quale abbiamo da poco scoperto di poter partecipare, scopri di più leggendo l’articolo “L’Italia attesa alla finale di Barcellona“.

Sicuramente la qualifica olimpica è l’obiettivo principale. Io personalmente ho un cavallo di 9 anni, quindi non penso che continuerò anche le competizioni a livello individuale, a meno che io non sia nella parte alta della classifica”.

Seguite il canale Spotify di horseshowjumping.tv per non perdere l’intervista completa a Emanuele Camilli sul nostro podcast Kiss and Cry.

Attiva le notifiche per non perderti la pubblicazione!

Foto (c) Sassofotografie

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo