Scuderia Clodia: un centro per il benessere psicofisico dei cavalli

Advertisement
47d2e73c b808 4ac7 ae4b 57de6a7fdf87


Programmi di riabilitazione per assicurare il benessere psicofisico dei cavalli

Scuderia Clodia nasce vent’anni fa alle porte di Roma come un centro di allevamento e allenamento per cavalli da corsa: un sogno di Massimiliano Narduzzi divenuto realtà.

In un’intervista rilasciata al team di horseshowjumpong.tv Massimiliano ha raccontato che, ad oggi, il centro non si limita solo all’allevamento e all’allenamento, ma si estende anche alla riabilitazione per cavalli.

Massimiliano Narduzzi, nel corso di un’intervista, ha rivelato che la Scuderia Clodia è emersa come evoluzione naturale della sua passione per i cavalli, iniziata come un hobby e cresciuta fino a diventare un impegno a tempo pieno.
Circa 20 anni fa, questa passione si è trasformata in una scuderia completa, comprensiva di allevamento e centro di allenamento.

Scuderia Clodia nasce un po’ come evoluzione della mia attività con i cavalli, che porto avanti da sempre: prima come un hobby, un passatempo, poi piano piano è diventato un lavoro vero e proprio. Quando ho trasformato il mio passatempo in quella che oggi è la mia professione, mi sono organizzato per costruire una scuderia. Stiamo parlando di circa 20 anni fa.

Quindi Scuderia Clodia nasce così, sia come allevamento, sia come scuderia a disposizione dei proprietari di cavalli da corsa. Successivamente si è anche trasformata in un centro di riabilitazione: cercare di risolvere i problemi fisici del cavallo in generale è sempre stata una delle mie passioni più grandi e poi ho cercato di farla diventare una parte dell’attività di Scuderia Clodia

La storia di Scuderia Clodia

Scuderia Clodia, originariamente un allevamento e una scuderia di cavalli da corsa, ha mostrato una crescita impressionante nel corso degli anni. I numeri parlano da soli: 250 cavalli allenati, 3200 corse disputate, 639 premi vinti e 1600 piazzamenti. Questi risultati riflettono l’impegno costante e la dedizione del team.

“L’unico pensiero è il cavallo”

Abbiamo chiesto a Massimiliano quanto impegno c’è dietro a un tale successo, “è un lavoro da 18 ore al giorno,” ci ha detto lui. Poi ha continuato: “Un lavoro di tutti i giorni, ovviamente devi essere supportato da un team, da persone che ti aiutano, persone che lavorano nel centro. Dalla mattina quando uno si sveglia fino a che va a dormire, qualche volta anche la notte, l’unico pensiero è il cavallo“.

I successi sportivi e professionali

La Scuderia Clodia ha vissuto numerosi successi nel corso degli anni. Tra i cavalli più illustri, Zamer, un prosangue arabo nato e allevato nella struttura, ha conquistato recentemente diverse vittorie internazionali.

Tuttavia, Massimiliano sottolinea che ogni cavallo, anche senza che partecipi a corse di grande rilievo, rappresenta una soddisfazione quando, dopo essere passato dalla Scuderia, ritorna al proprietario in buona forma.

La Scuderia Clodia si distingue per offrire una gamma completa di servizi, servendo diverse discipline e tipologie di cavalli. Dalla monta americana al trottatore, dal galoppo ai cavalli da ostacoli: il centro si rivolge a un pubblico fortemente diversificato. Questa varietà testimonia la versatilità della scuderia nel soddisfare le esigenze specifiche dei cavalli e dei loro proprietari.

I servizi offerti: allenamento e programmi di riabilitazione in acqua

La Scuderia Clodia si è distinta nell’ambito della riabilitazione dei cavalli, introducendo programmi innovativi di recupero in acqua. L’idea è nata con la costruzione di strutture apposite, inizialmente per migliorare l’allenamento. Tuttavia, queste si sono rivelate utili anche per la riabilitazione di cavalli con problemi fisici, magari in seguito ad infortuni. Il successo di questa iniziativa ha attirato proprietari di cavalli da tutta Italia e, in alcuni casi, anche dall’estero.

Questa iniziativa è nata gradualmente, quasi per caso. Inizialmente, ho costruito delle strutture in acqua, come piscine e corsie immerse, nel mio centro, con l’obiettivo di migliorare l’allenamento dei cavalli a mia disposizione. Successivamente, ho realizzato che queste strutture potevano essere estremamente utili anche per altri, per risolvere svariate problematiche. Collaborando con veterinari e basandoci sull’esperienza accumulata nel tempo, abbiamo deciso di accogliere cavalli di allenatori, proprietari o addestratori per un periodo specifico, al fine di intraprendere un processo riabilitativo in acqua. Quest’approccio ha riscosso un notevole successo” ci ha raccontato Massimiliano.

È una pratica piuttosto particolare, presumo che non ci siano molti centri che la offrono, non voglio affermare di essere l’unico, forse esiste qualcosa di simile in Italia, ma credo che il nostro approccio sia piuttosto unico. Spesso accogliamo cavalli provenienti da ogni angolo dell’Italia, dal nord al sud, dalla Sicilia alla Lombardia, il che suggerisce che strutture di questo tipo sono piuttosto limitate nel nostro Paese. Tuttavia, abbiamo avuto anche proprietari provenienti dalla Francia e dalla Polonia, oltre a un cavallo dalla Spagna. Quindi, accogliamo cavalli destinati a diverse discipline, non solo alle corse. Dal quarter horse al trottatore, al galoppo e ai cavalli da ostacoli“.

Vale la pena sottolineare che la terapia in acqua non è riservata solo a cavalli con problemi fisici. È anche un modo eccellente per consentire ai cavalli di riposare dopo periodi intensi di attività agonistica. Questo approccio alternativo permette loro di passare il proprio tempo in un ambiente più leggero e divertente rispetto al box, fornendo al contempo un allenamento leggero e un periodo di relax sia fisico che mentale.

“I cavalli mostrano una piacevole predisposizione nei confronti del lavoro in acqua”.

ba25a915 d364 4387 a3bc 82b5ca73c95e

Un team di professionisti

Parlando del team di professionisti che gestisce il programma di recupero per cavalli, esso comprende diversi membri dedicati a garantire una gestione ottimale e efficaci percorsi di riabilitazione. Il ruolo di trainer e organzzatore dei programmi di lavoro sono responsabilità di Massimiliano, mentre per quanto riguarda l’aspetto veterinario, è stato implementato un sistema che si è dimostrato altamente funzionale: immaginando che un proprietario di cavallo abbia già un veterinario di fiducia che ha fornito una diagnosi, magari consigliando una riabilitazione in acqua, è fondamentale che il cavallo continui ad essere monitorato dallo stesso veterinario che ha effettuato la diagnosi, garantendo così continuità nel processo di guarigione.

Dunque, nonostante la presenza di veterinari di fiducia, come il dottor Gioachino Ventura, ogni cavallo affidato al programma di riabilitazione della Scuderia Clodia continua a essere seguito dal proprio veterinario di riferimento. Questa scelta è legata al fatto che normalmente il proprietario mantiene la fiducia nel professionista che conosce già la storia clinica del cavallo.

La programmazione di ciascun percorso riabilitativo, quindi, è frutto di una collaborazione tra il trainer e le indicazioni del veterinario o dei veterinari. L’esperienza ventennale di Massimiliano in questo campo semplifica il processo decisionale, con protocolli standard modificati in base alle esigenze specifiche di ciascun soggetto.

Benessere psicofisico del cavallo

La filosofia della Scuderia Clodia pone il benessere del cavallo al centro di ogni iniziativa. Massimiliano sottolinea la soddisfazione di vedere i cavalli non solo recuperare fisicamente, ma anche migliorare dal punto di vista psicologico. La riabilitazione in acqua si rivela efficace clinicamente, ma anche apprezzata dai cavalli, diventando per loro un momento di rilassamento e persino di gioco.

Devo dire che non c’è altra soddisfazione di vedere un cavallo che arriva con dei problemi e parte che sta bene. Questo è il benessere animale, quello di cui si parla tanto.

Il mondo dell’ippica italiana: le sfide e le difficoltà

Senza dubbio, la spinta fondamentale per intraprendere questa professione è la presenza di una profonda passione. Questo tipo di lavoro implica numerose sfide e difficoltà, specialmente quando si collocato nell’ambito dell’ippica, come ci ha eloquentemente raccontato Massimiliano: “La sfida più significativa e ardua che dobbiamo affrontare è senza dubbio quella legata all’aspetto economico, soprattutto per quanto riguarda l’ambito dell’Ippica. Purtroppo, negli ultimi anni, abbiamo assistito a una costante diminuzione sia dei premi che degli interessi da parte dei proprietari, oltre a una riduzione della qualità dei cavalli presenti in Italia. È un trend preoccupante, aggravato dal fatto che molti di questi cavalli vengono spesso ceduti per ragioni ovvie.

A questa problematica si è aggiunta una pressione negativa che perdura da diversi anni, e non possiamo sottovalutare l’impatto negativo derivato da eventi come il Covid e le tensioni globali. Speriamo che, gradualmente, si verifichi una ripresa. È evidente che ciò richiede un ripensamento e un rilancio dell’intera economia, poiché il settore dell’Ippica dipende fortemente dai proprietari che sono disposti e in grado di investire per l’acquisto e la cura dei cavalli. Questo, naturalmente, è possibile solo in un contesto economico funzionante.

A mio avviso, la sfida più imponente è proprio quella di trovare soluzioni concrete per rilanciare l’Ippica in Italia, considerando anche il suo impatto a livello internazionale. È essenziale affrontare la questione economica come priorità, sperando che con il tempo si verifichi una ripresa graduale e sostenuta.”

La storia di Massimiliano Narduzzi e della sua scuderia testimonia l’importanza della passione, della dedizione e dell’innovazione nel mondo equestre, dimostrando che dietro ogni vittoria ci sono ore di lavoro, amore per gli animali e una passione instancabile per il loro benessere.

A. Ceserani | Foto Scuderia Clodia (c)

Articoli correlati

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
logo Stephex Horsetrucks
logo veteaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo