Vincennes- Prix Coronis. 4 indigeni per veder sventolare il Tricolore.

Advertisement
Vincennes Tr

Appuntamento parigino venerdi 18 giugno per quattro italiani con la speranza di veder uno di loro raggiungere per primo ill traguardo al termine dei 2850 metri previsti dal Prix Coronis. Vediamo chi sono e come arrivano a questo convegno di trotto iniziando da CRESUS DI POGGIO che si avvierà con il numero più basso dello schiaramento.
Portacolori della scuderia Mistero, allenato da Mario Capanna questo 3 anni figlio di Muscle Hill nelle 11 corse ad oggi disputate ha raccolto 3 piazzati e 4 vittorie delle quali l’ultima colta a Follonica a fine maggio e avrà per l’occasione in sediolo Franck Ouvrie.Subito al suo esterno si posizionerà CHEMAR con la guida di Andrea Guzzinati che vanta 4 vittorie e altrettanti piazzati nelle 11 corse disputate con i colori della scuderia Nuova Mirabello di Vittorio Di Bosia e una seconda moneta colta nell’ultima uscita a Torino in una condizionata d’inizio giugno. Dovrà tener d’occhio CAIO TITUS BOND trainer e guida Alessandro Gocciadoro portacolori di Stefano Bondi che giunge all’impegno parigino avendo ottenuto 4 successi e 2 piazzati nelle 7 corse disputate e un quarto posto nell’ultimo impegno ad Agnano nel Premio Cervone. Ultimo idei quattro ndigeni a posizionarsi alla partenza del Premio Coronis sarà CONDOR BAR con in sulky Mario Minopoli Jr. e colori di Vincenzo Petrella. Questo 3 anni figlio di Love You e Odissea d’Ete è degli indigeni presenti in corsa a vantare il maggior numero di corse disputate, ben 17, ma scarsi rissultati con 6 vittorie e 2 piazzamenti. Male nell’ultima uscita di metà maggio ad Agnano nel Premio Road To Cervone arriva a Parigi sperando proprio di cogliere un risultato utile. Va subito aggiunto che per tutti i quattro cavalli indigeni misurarsi su una distanza inusitata costituirà handicap non di poco conto che invece risulterà già sperimentata ad altri quali ad esempio il francese INSHOT JOSSELYN allenato da Seb Guarato, guidato da Eric Raffin, con colori della napoletana Bivans e indicato  tra i favoriti della corsa. Ad ottima prova è atteso anche INFERNO PIPER allenato da Vincent Martens autore di un convincente successo nell’ultima uscita sulla stessa pista a metà aprile nel Premio De Chelles. Altro brutto cliente per i nostri italiani sarà INFIEL il 3 anni pupillo di J.P. Dubois vincitore nel Premio Hesperia ad inizio giugno sulla pista in carbonella di Vincennes. Naturalmente corsa aperta a qualsiasi altra soluzione anche se piacerebbe non poco ritrovare in premiazione uno dei nostri cavalli. Sognare non costa nulla. (Brudel) Ph lasuperdritta.it  

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo