Curare i problemi agli occhi dei cavalli

Advertisement
Cavallo paddock per antimosche pulizia occhi

Curare i problemi agli occhi dei cavalli richiede attenzione e cure adeguate.

E’ importante sottolineare che la consulenza di un veterinario è fondamentale per identificare correttamente il problema e determinare il trattamento appropriato. Ecco alcune generali raccomandazioni che potrebbero essere utili.

In caso di sospetta congiuntivite o altro, è rilevante sottoporre il problema al veterinario che è in grado di esaminare l’occhio e l’orbita alla ricerca di eventuali corpi estranei (forasacchi).

Instillerà un colorante particolare, detto fluoresceina, che permette di rilevare ogni danno sulla superficie dell’occhio. Per osservare i dettagli, il medico userà un oftalmoscopio che possiede una serie di lenti di ingrandimento. In questo modo è in grado di osservare sia la superficie sia la camera anteriore e posteriore del bulbo oculare- La cosa fondamentale è mantenere puliti gli occhi del cavallo. Usare un panno pulito e umido per rimuovere eventuali  detriti o secrezioni. Evitare di utilizzare materiali abrasivi o di irritare ulteriormente l’area. Si  Può utilizzare una soluzione salina sterile per risciacquare delicatamente gli occhi del cavallo. Questo può aiutare a rimuovere detriti e secrezioni.

Anche l’applicazione di pomate o colliri sono utili. Il veterinario potrebbe prescrivere colliri o pomate specifiche per trattare l’irritazione o l’infezione. Assicurarsi di seguire le istruzioni del veterinario riguardo all’applicazione e alla frequenza.

Protezione degli insetti.

 Se i problemi agli occhi sono causati da insetti o mosche, usa una maschera o repellenti per insetti per proteggere gli occhi del cavallo. La protezione dagli insetti per gli occhi del cavallo è importante per prevenire fastidi, irritazioni e potenziali infezioni causate dalle punture degli insetti o dalle loro moleste presenze. Ecco alcune misure che puoi adottare per proteggere gli occhi del tuo cavallo.

Maschere antimosche.

Utilizza maschere appositamente progettate per coprire gli occhi del cavallo. Queste maschere spesso includono una rete fine che impedisce agli insetti di avvicinarsi agli occhi. Assicurati che la maschera sia confortevole e ben aderente. Anche gli spray  repellenti specifici per cavalli sulla zona intorno agli occhi. Assicurarsi che il prodotto sia sicuro per l’uso vicino agli occhi e seguire le istruzioni del produttore. L’ambiente pulito è certamente uno dei punti principali, riduce l’attrattiva per gli insetti, con un l’ambiente pulito intorno al tuo cavallo. Rimuovi letame e materiale organico che potrebbero attrarre mosche e insetti.  Se possibile, assicurarsi che il box del tuo cavallo sia ben schermato e che le finestre siano dotate di zanzariere o altri sistemi per impedire l’accesso agli insetti.

Stare all’aria aperta

Se il  cavallo passa del tempo al paddock, è importante programmare i periodi di pascolo in modo da evitare le ore in cui gli insetti sono più attivi, come durante il caldo pomeriggio. Alcuni integratori alimentari, come quelli a base di aglio, sono stati suggeriti per contribuire a respingere gli insetti. Tuttavia, è importante consultare il veterinario prima di aggiungere qualsiasi supplemento alla dieta del cavallo.Monitorare attentamente la condizione degli occhi del cavallo durante il trattamento. Se si notano peggioramenti o se la situazione non migliora, c parlarne immediatamente con  il veterinario.

L’applicazione di colliri negli occhi di un cavallo può essere un’operazione delicata e richiede pazienza e calma da parte del cavaliere e del cavallo. E’ indispensabile preparare tutto in anticipo e mettersi in un’area tranquilla e priva di distrazioni.

Rassicura il cavallo durante l’applicazione dei medicamenti—–

Avvicinarsi al cavallo con calma e rassicurazione. Accarezzarlo e parlagli in tono tranquillo per creare un’atmosfera positiva. Legare o farsi aiutare da a qualcuno in modo da  trattenere il cavallo in modo sicuro. Se possibile, usa un cavezza o una testiera. Pulire delicatamente l’area intorno agli occhi del cavallo con una spugna o un panno pulito e umido per rimuovere eventuali detriti o secrezioni. Posizionare il cavallo in modo che sia comodo per poter accedere all’occhio senza mettere a rischio la tua sicurezza o quella del cavallo. Tenere il collirio in una mano e aprirlo con l’altra. Assicurarsi di aver tolto il cappuccio e che la punta del contagocce non tocchi nulla. Con la mano libera, sollevare delicatamente la testa del cavallo in modo che la parte superiore dell’occhio sia più accessibile. Tenendo il contagocce sopra l’occhio, gocciola il collirio nel sacco congiuntivale inferiore (la parte interna dell’occhio) evitando il contatto diretto con la cornea. Dopo l’applicazione, chiudere delicatamente l’occhio del cavallo e massaggiare la zona vicino all’angolo interno dell’occhio per distribuire il collirio.

Premiare il cavallo

Dopo l’applicazione, è consigliabile premiare il cavallo con carezze e un rinforzo positivo per creare un’associazione positiva con il trattamento.

Un’ulcera corneale in genere è causata dalla sabbia o da un ramo che colpisce la superficie oculare e che può provocare una lesione o un foro che il veterinario riesce a vedere durante l’esame. Se non viene curata, l’ulcera corneale può diventare sempre più profonda e aggravarsi.

Riconoscere un occhio sano da un occhio malato

Quando si  osserva la testa  del cavallo, gli occhi dovrebbero essere identici e simmetrici. Entrambe le palpebre dovrebbero essere aperte alla medesima ampiezza, la sclera dovrebbe essere bianca e le pupille (i fori centrali neri) dovrebbero essere della stessa grandezza. Inoltre gli occhi dovrebbero essere puliti, limpidi e vivaci. Controllare con attenzione che non sia presente una delle seguenti anomalie:-

un occhio è arrossato oppure ci sono molti vasi sanguigni dilatati nella sclera;

una pupilla è più grande dell’altra;

linee o irregolarità sulla superficie dell’occhio che potrebbero indicare un graffio o un’ulcera;

presenza di secrezione gialla o verde (a volte quando c’è molta polvere nell’occhio e provvedi a lavarlo puoi notare una secrezione trasparente e appiccicosa nel canto interno, ma è del tutto normale);

fotofobia e continuo ammiccamento;

un occhio è arrossato, opaco o infossato;

il cavallo tiene chiuso un occhio;

lacrimazione eccessiva, come se l’occhio piangesse continuamente;

la sclera è gonfia e livida;

la superficie dell’occhio non è trasparente e lucida, ma opaca o velata di bianco;

In conclusione, la salute degli occhi del cavallo riveste un ruolo fondamentale nel garantire il suo benessere complessivo. La prevenzione è la chiave per mantenere gli occhi sani, e piccoli gesti come l’uso di maschere antimosche, la pulizia regolare e la consulenza veterinaria periodica possono fare la differenza. Gli occhi sono la finestra sull’anima di questi maestosi animali, e preservarne la salute non solo migliora la qualità della loro vita, ma contribuisce anche al successo delle attività in cui sono coinvolti, che sia l’equitazione, lo sport o la compagnia.

Ricordiamo che ogni cavallo è un individuo unico, e ciò che funziona per uno potrebbe non essere adeguato per un altro. Pertanto, è essenziale coinvolgere sempre il professionista nella gestione della salute degli occhi, garantendo un monitoraggio regolare e adattando le pratiche di cura alle esigenze specifiche del singolo animale.

Investire nella salute degli occhi del tuo cavallo significa investire nel suo futuro. Attraverso la consapevolezza, la prevenzione e l’attenzione costante, possiamo contribuire a preservare la bellezza e la vitalità di questi straordinari compagni.


hsj

FONTI: Veterinary Ophthalmology

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo