Emanuele Gaudiano e sua figlia Lisa: una passione condivisa

Advertisement
Emanuele e Lisa Gaudiano

L’intervista padre-figlia di horseshowjumping.tv a Emanuele e Lisa Gaudiano

Originario di Matera, ma tedesco d’adozione, Emanuele Gaudiano ha dedicato la sua vita ai cavalli diventando un punto di riferimento per l’equitazione italiana. Il cavaliere è riuscito a emergere in un ambiente competitivo grazie a una determinazione senza pari. A 15 anni, si trasferì prima in Nord Italia e poi a Francoforte, inseguendo il suo sogno di diventare un campione.

Attualmente, è il primo cavaliere italiano nella FEI Longines Ranking, al 25º posto. Di recente ha trionfato nella categoria sei barriere di Piazza di Siena con Jaja e ha partecipato alla seconda tappa dell’Italian Champions Tour nel Picotto Group Jumping Team sponsorizzato U Black, ma la sua carriera è costellata di innumerevoli successi straordinari.

Oltre ai traguardi sportivi, però, c’è un altro aspetto fondamentale nella vita di Emanuele: la sua famiglia, composta dalla moglie Henrike e dai figli Lisa ed Elia.

Lisa Guadiano in gara a Borgo La Caccia
Lisa Guadiano in gara a Borgo La Caccia (c) Sassofotografie

La passione di Lisa per i cavalli

La passione di Lisa per i cavalli è stata evidente fin dai primi mesi di vita. Determinata e sicura di sé, durante un’intervista padre-figlia con il team di horseshowjumping.tv, Emanuele ha raccontato: “Fin da sempre è appassionata di cavalli, già quando era piccolina veniva in scuderia e voleva montare a tutti i costi, soprattutto i pony all’inizio.”

La prima volta che sono salita a cavallo avevo otto mesi” ci ha detto Lisa orgogliosa, e subito è intervenuto Emanuele sorridendo, “lo abbiamo fatto per fare una foto“. Da quel momento, però, Lisa non ha più voluta allontanarsi da questo mondo.

Nonostante Emanuele sia spesso in giro per il mondo per partecipare a diverse competizioni internazionali, rimane un punto di riferimento tecnico per Lisa. Tuttavia, la giovanissima amazzone è seguita quotidianamente dalla mamma Henrike e da altri istruttori. “Quando non ci sono, la mamma la segue tutti i giorni, quindi vado via tranquillo,” ci ha detto Emanuele.

Quando il papà non c’è, lo chiamo solo per chiedergli che imboccatura è meglio usare o quando arrivano cavalli nuovi, per sapere quale potrebbe essere bravo” ci ha raccontato Lisa.

Emanuele Gaudiano su Vasco 118
Emanuele Gaudiano su Vasco 118 – Piazza di Siena 2024 (c) Sergio Isler

Seguire le orme del papà

Seguire le orme di Emanuele sembrava una strada praticamente già scritta per Lisa. Il padre vede in lei la stessa determinazione che lo ha portato al successo. “Rivedo la mia determinazione in lei, ma c’è ancora tanta strada da fare,” ha affermato Emanuele.

A lei piace andare veloce, quando c’è una gara a tempo vuole partecipare e vincere, mi rivedo in questo,” ci ha svelato Emanuele. La voglia di vincere, infatti, è sicuramente una caratteristica che padre e figlia condividono.

Lisa, con la sua sicurezza, si definisce già “più brava del papà” ed Emanuele, con un sorriso, ammette che ci si ancora molta strada da fare, ma non dubita che Lisa avrà modo di dimostrare il suo talento con il passare degli anni.

Emanuele e Lisa Gaudiano
Emanuele e Lisa Gaudiano – Piazza di Siena 2024 (c) Sergio Isler

La gestione emotiva, un tratto distintivo di famiglia

Lisa ci ha raccontato di non essere particolarmente emozionata di fronte alle competizioni, proprio come suo padre. Emanuele, grazie alla sua grande esperienza, gestisce le tensioni con tranquillità e sembra aver trasmesso questa abilità a Lisa.

Io ormai faccio questo da tanto tempo, sono abituato a tutto. Chiaramente, come in ogni cosa, si tratta di fare esperienza, più tempo ci dedichi e più diventa tutto più facile. Devo dire che già quando montavo nelle gare piccole, quando ero giovane, montavo diversi cavalli e facevo tante categorie, quindi ho avuto modo di fare le mie esperienze”.

Emanuele Gaudiano non è solo un campione di equitazione, ma anche un padre che osserva con orgoglio la crescita e i successi della sua figlia, Lisa. La giovane amazzone ha ereditato dal padre non solo la passione per i cavalli, ma anche la calma e la determinazione che contraddistinguono i grandi atleti. Emanuele ha anche ammesso, “Non mi capita di avere ansia quando Lisa è a cavallo, salta ancora gare abbastanza facili”. Lisa, confermando la serenità ereditata, afferma: “Non chiamo mai mamma o papà quando sono emozionata, non mi agito mai“. Queste parole riflettono la sicurezza e il controllo che Lisa ha sviluppato grazie agli insegnamenti del padre, dimostrando di essere sulla buona strada per seguire le sue orme.

image 28 05 24 09 45 4
Lisa Gaudiano (c) Sassofotografie

L’esperienza di Lisa con i cavalli di Emanuele   

Una parte fondamentale del legame tra Emanuele e Lisa Gaudiano si manifesta nel loro amore condiviso per i cavalli. La giovane amazzone ha avuto l’opportunità di montare alcuni dei cavalli del padre, imparando da ognuno di essi e rafforzando la sua tecnica.

Lisa ha avuto l’opportunità di montare cavalli come Chalou, Nicolai e Stalensky. Tuttavia, il suo cuore appartiene a Carlotta, la cavalla che Emanuele le ha lasciato e con cui ora partecipa a diverse competizioni. “Carlotta è la cavalla che montava mio papà, adesso io la monto per fare le 115. Mi piace molto e mi diverto perchè con lei posso andare velocissina e vinco spesso,” ci ha raccontato la piccola Lisa. Questo rapporto speciale con Carlotta dimostra quanto profondamente la passione per l’equitazione sia radicata nel cuore della giovane e promettente amazzone.

Lisa mostra una particolare affinità con questa cavalla, nonostante le difficoltà: “In campo prova spesso si agita troppo. Faccio due salti e devo subito andare in gara perché se no faccio fatica a tenerla quando si scalda. All’inizio questa cosa mi agitava un pochino, adesso no perché so che l’unica cosa che fa è correre, però ora riesco a tenerla” ci ha raccontato Lisa divertita.

Emanuele Gaudiano - II tappa dell'Italian Champions Tour - Piazza di Siena 2024 (c)
Emanuele Gaudiano – II tappa dell’Italian Champions Tour – Piazza di Siena 2024 (c) Sergio Isler

Le ore di allenamento di Lisa e Emanuele

Le giornate di Lisa sono scandite dalle ore passate a scuola e a cavallo. Durante il periodo scolastico, dedica circa 2-3 ore al giorno all’equitazione dopo la scuola, mentre d’estate ha la fortuna di poter allenarsi per tutto il giorno.

Riguardo la sua routine di allenamento, Emanuele ci ha detto: “Tutta la mattinata mi dedico ai miei cavalli da gara e ai giovani promettenti, poi nel pomeriggio aiuto Lisa con i suoi”. Lisa ha aggiunto: “Durante l’estate, vado fuori per le 8 e resto in scuderia fino a sera”.

Lisa ed Emanuele Gaudiano
Emanuele Gaudiano e Lisa Gaudiano – Piazza di Siena 2024 (c) Sergio Isler

Il più grande insegnamento di Emanuele: “rimanere con i piedi per terra”

Nell’intervista con horseshowjumping.tv, Emanuele Gaudiano ha condiviso non solo il suo percorso sportivo, ma anche la sua filosofia come padre e istruttore. Il cavaliere desidera trasmettere alla figlia Lisa valori fondamentali che vadano oltre il semplice talento.

L’insegnamento più grande che vorrei trasmetterle è quello di restare con i piedi per terra,” afferma Gaudiano. Come istruttore, si descrive così: “Non credo di essere severo,” dice, mentre Lisa sorridendo interviene: “Papà è severo, ma giusto. Non parla molto durante gli allenamenti, sono io che devo chiedergli come è andata”. Questa dinamica familiare evidenzia un rapporto basato su rispetto, crescita e apprendimento continuo.

Il rapporto tra Emanuele e Lisa è speciale, sia come padre e figlia che come istruttore e allieva. “Ogni complimento è ben accolto, ma bisogna restare sempre concentrati,” ha sottolineato Emanuele. “Le auguro il meglio. Si deve impegnare tanto perché questo è uno sport che richiede tanto impegno, dedizione e la voglia di non mollare mai” ci ha detto.

Nel cuore di ogni giovane atleta si nasconde un grande sogno, e Lisa Gaudiano non fa eccezione. La figlia del campione, con la stessa passione e ambizione del padre, ha già le idee chiare sul suo futuro nel mondo dell’equitazione e ci ha rivelato qual è il suo sogno: “Forse partecipare un giorno a Piazza di Siena”.

La strada verso il successo è lunga e richiede impegno, determinazione e umiltà, valori che Emanuele Gaudiano si impegna a trasmettere a Lisa, affinché possa crescere e realizzare i suoi sogni.

A. Ceserani

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo