Germania e Gran Bretagna in testa dopo il dressage

Advertisement
IMG 6731

Leopoldo Petrini al secondo posto tra gli Juniores e Orlandi nono per gli Young Riders

Test di dressage nel segno della Germania e della Gran Bretagna dopo la prima prova a squadre dei FEI Eventing European Championship Young Riders & Juniors in svolgimento al Centro Militare di Montelibretti.

La squadra tedesca occupa la prima posizione nel campionato juniores con 77.30 punti negativi, mentre il team britannico guida la classifica young riders con uno score complessivo di 86.70.

Germania assoluta dominatrice, invece, a titolo individuale, con la juniores Smilla Maline Philipp con Sir Boggles (23.50 pn) e la young rider Isabella Von Roeder con Bob (25.50 pn).
Tra le squadre juniores, alle spalle della Germania si sono inserite la Gran Bretagna(81.40) e la Francia (82.30), mentre tra gli young riders l’Irlanda è seconda (90.20) e, ancora la Germania, è terza (90.60).

In entrambi i campionati l’Italia occupa la quinta posizione.
La formazione juniores, composta da Sarah Giulia Goldschlag con Tintoretto del Quadrifoglio (53° posto individuale; 36.20), Giulia Mannoni con Invictus (13^; 28.60), Andrea Gaia Dissette con Luvis (35^; 32.30), Federica Vincenti con Bad Boy Z (48^; 34.50) ha totalizzato 95.40 punti negativi.

Di 96.00 punti negativi, invece, lo score degli young riders azzurri: Camilla Luciani con Athina Quandolyn (34^ posto; 34.30), Pasquale Migliaccio con Myvatn de Remella (21°; 32.50), Edoardo Fortini con Cooley Showtime (32°; 34.10) e Matteo Orlandi, Caporal Maggiore dell’Esercito Italiano, con Quality in Time (9° ex; 29.40).

©massimo argenziano 6821
Matteo Orlandi con Quality in Time – ph. Massimo Argenziano

Leopoldo Petrini, in gara con Emerald Jonny solo a titolo individuale tra gli juniores ha confermato un ottimo secondo posto con 24.80 punti negativi. In gara anche la junior Sofia Pini con Corgary Kansas (26^; 31.20) e la young rider Maria De Angelis Corvi con Bungowla Diamond Time (35° posto; 34.40).

Petrini e Orlandi, migliori degli azzurri
Per il 17enne piemontese Leopoldo Petrini il punteggio di 24.80 rappresenta il suo ‘best score’ in una competizione internazionale: “Sono ovviamente molto soddisfatto della mia prova – ha dichiarato – perché non mi aspettavo questo punteggio. Affrontare il cross-country di un Europeo partendo dalla seconda posizione aumenta un po’ la pressione. Domani spero però di riuscire a montare al meglio contando anche sull’affidabilità ed esperienza di Emerald Jonny che è con me dall’inizio di quest’anno (il baio irlandese di 11 anni in precedenza era sotto la sella di Susanna Bordone ndr)”.

Sorriso stampato in volto per Matteo Orlandi, caporal maggiore dell’Esercito, e grande soddisfazione per tutto il team del Centro Militare di Equitazione dopo la bella prestazione. Orlandi ha 21 anni ed è quindi al suo ultimo anno nella categoria young riders in cui si è laureato campione italiano nel 2022. “Quality in Time è in netta progressione e sono felicissimo della sua crescita. Lo monto ormai da un anno e mezzo e ad ogni gara migliora. Ha 14 anni ed è un cavallo che stupisce per la sua generosità. Il suo punto forte è la campagna. In cross dimostra tutto il suo cuore”.

Smilla Maline e Isabella, una coppia di leader
Diciassette anni a fine ottobre, un viso da modella di prodotti beauty, Smilla Maline Philipp ha ereditato la passione per i cavalli dal papà, anche lui cavaliere in completo. Vive a Elsdorf, nei pressi di Amburgo “Questo è il mio secondo campionato d’Europa. Anche lo scorso anno a Hartpury (GBR), ero in testa dopo la prova di dressage e ho chiuso dopo le tre prove in nona posizione. L’obiettivo è fare ancora meglio qui a Montelibretti. L’impianto è magnifico e non vediamo l’ora di difendere la nostra leadership domani nel cross country. Il mio Sir Bogges ha 15 anni. È dunque un cavallo molto esperto che ha peraltro ottenuto ottimi risultati in gare di livello quattro stelle sotto la sella di Peter Thomsen”.

Diciannove anni al suo primo anno da young rider e, soprattutto al suo primo campionato in assoluto, Isabella Von Roeder non ha avuto rivali nel test di dressage.
“Speravo in un risultato come questo e tutto è andato per il meglio. Sono alla mia prima esperienza in un Europeo e ho preso solo recentemente la qualifica con il quinto posto nel campionato tedesco disputato a luglio Luhmühlen. Questo è solo il mio quarto tre stelle a cui partecipo. Sono la meno esperta del mio team e sono stata quindi schierata solo a titolo individuale, ma sono la principale supporter delle altre quattro ragazze della squadra. Bob, il mio cavallo, ha 12 anni ed è con me da tre.  E’ un compagno di gara fantastico e il suo impegno è fortissimo. Ora pensiamo a proseguire bene perché la gara è lunga e non si può perdere la concentrazione”.

PROGRAMMA E STREAMING TV
Domani,16 settembre, sarà la volta dello spettacolare cross-country (ore 9:30 juniores; 14:00 young riders.
Domenica 17 settembre la decisiva prova di salto ostacoli (ore 11:00 juniores; 14:00 young riders) assegnerà le medaglie individuali e a squadre.

È possibile seguire in diretta streaming tutte le prove del Campionato d’Europa su FEI.TV – clicca QUI, e sul sito www.greventing.com, nella pagina dedicata all’Europeo – clicca QUI.

Comunicato stampa Equi-Equipe | Isabella Von Roeder con Bob – ph. Massimo Argenziano

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo