Il meglio della Gran Bretagna al Royal Windsor Horse Show 2024

Advertisement
Gareth Hughes (GBR) and Classic Goldstrike

I risultati del primo giorno, è di Gareth Hughes il Defender CDI4* FEI Dressage Grand Prix

Le gare internazionali del Royal Windsor Horse Show 2024 hanno preso il via ieri con il Defender CDI4* FEI Dressage Grand Prix, che si è svolto nell’iconica Castle Arena, segnando l’inizio di cinque giorni di sport equestre di alto livello. All’inizio della giornata si sono svolte le categorie del British Dressage International Young Horse, che hanno messo in mostra i cavalli da dressage di cinque-sette anni più interessanti del Paese.

Il Royal Windsor Horse Show, che si tiene nel parco privato del Castello di Windsor, è l’unica manifestazione del Regno Unito a ospitare competizioni internazionali di salto ostacoli, dressage, attacchi e endurance.

Prima vittoria per Gareth Hughes

In totale, dodici binomi provenienti da sette nazioni diverse hanno partecipato al Defender CDI4* FEI Dressage Grand Prix nel primo pomeriggio del Royal Windsor Horse Show, compreso un consistente numero di cavalieri britannici.

Dopo una breve pausa, la competizione è iniziata con Caroline Chew da Singapore in sella a Blue Hors Zatchmo, che ha stabilito per prima lo standard da battere ottenendo un punteggio di 68,174%. La successiva è stata Emilie Faurie, che ha rappresentato la Gran Bretagna a livello mondiale, europeo e olimpico. A 61 anni, Faurie ha portato tutta la sua esperienza nella famosa Castle Arena in sella a Bellevue, il cavallo che lo scorso anno si è classificato terzo in questa gara. Nonostante un piccolo errore, il binomio ha conquistato il primo posto provvisorio con il 69,326%. L’esordiente Anu Sironen, finlandese, non è riuscita a eguagliare questo punteggio, così come la favorita Louise Anne Bell e l’irlandese Carolyn Mellor.

Il pubblico era felice di dare il bentornato a Lewis Carrier, originario del Wiltshire, che è entrato per ultimo nell’arena prima della pausa di metà gara. Carrier, che attualmente si allena con Carl Hester, era in sella al purosangue KWPN Diego V, che ha allenato lui stesso da quando aveva quattro anni. La collaborazione del binomio è stata evidente per tutta la durata della ripresa; la loro prova è stata ben ricompensata con un punteggio di 69,304% che li ha portati al secondo posto provvisorio.

Jayden Brown, che fa parte della squadra australiana del Campionato del Mondo FEI e che fa la sua prima apparizione allo Show, è stato il successivo ad entrare nell’arena. L’australiano, che a marzo si è classificato secondo nel Grand Prix CDI3* e nel Grand Prix Special di Addington, non è riuscito a competere con i primi posti. Gareth Hughes, che ha fatto parte della squadra britannica vincitrice della medaglia d’oro ai Campionati Europei FEI della scorsa estate, ha poi acquistato Classic Goldstrike, un castrone castano di Tango. Hughes ha preso le redini dalla talentuosa figlia Ruby, che monta regolarmente il tredicenne; l’anno scorso hanno conquistato insieme il bronzo a squadre ai Campionati Europei FEI Junior. Hughes, che ha accumulato numerosi titoli nazionali e internazionali negli ultimi 10 anni, ha mostrato tutta la sua esperienza per prendere il comando con oltre due punti percentuali.

Con solo quattro binomi rimanenti, il punteggio di Hughes – l’unico a superare la barriera del 70% – sembrava difficile da battere, e sia l’italiana Nathalie Wahlund che la britannica Liza Marriott non sono state in grado di contendere il primato. Il penultimo cavaliere, Nikolas Kröncke, che ha iniziato a rappresentare la Gran Bretagna all’inizio di quest’anno dopo aver montatoin precedenza per la Germania, ha dato una superba dimostrazione di armonia con lo stallone di 14 anni Flanell, ma ancora una volta non è riuscito a eguagliare il punteggio di Hughes né a resistere nell’arena della Cina Sarah Rao. Hughes si è aggiudicato la vittoria, con Faurie al secondo posto, mentre Carrier ha completato il trio di testa.

Gareth Hughes, vincitore del Defender CDI4* FEI Dressage Grand Prix, ha dichiarato: “C’è di meglio? La Castle Arena qui al Royal Windsor Horse Show è bellissima, gli spettatori sono fantastici e si ha una vista incredibile sul Castello di Windsor”. Ha poi aggiunto: “Con lui [Classic Goldstrike] non ci sono aspettative, si fa avanti e dà il meglio di sé: è un cavallo dolcissimo”.

Ha proseguito: “Classic Goldstrike è un cavallo davvero speciale, lo abbiamo da quando era piccolo. Sia mia figlia che mia moglie hanno gareggiato e vinto con lui, quindi è un vero cavallo di famiglia. Non ha mai partecipato a una gara di Freestyle, ma siamo molto eccitati per domani! Farà la stessa routine di Freestyle del mio cavallo di punta, Classic Briolinca”.

Tutti i risultati qui

Press release Royal Windsor Horse Show

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo