La commovente storia di Cucciola Da Clodia: “la riabilitazione in acqua l’ha salvata”

Advertisement
470114de 368b 49a0 879c 6b222d9a6479

Scuderia Clodia: innovazione nell’allenamento e riabilitazione equina in acqua

La Scuderia Clodia, alle porte di Roma, ha guadagnato un ruolo di spicco nel settore della riabilitazione equina, introducendo programmi innovativi di recupero in acqua. L’idea è nata da un desiderio del proprietario, Massimiliano Narduzzi, di riuscire a garantire ai cavalli un benessere non solo fisico, ma anche psicologico.

Il tutto è iniziato con la costruzione di strutture apposite, come giostre in acqua e piscine per i cavalli, inizialmente orientate al miglioramento dell’allenamento. Tuttavia, queste si sono rivelate preziose anche per la riabilitazione in caso di problemi fisici, spesso causati da infortuni. L’iniziativa ha ottenuto un successo tale da attrarre proprietari di cavalli da tutta Italia e, in alcuni casi, anche dall’estero. (Leggi l’articolo “Scuderia Clodia: un centro per il benessere psicofisico dei cavalli”)

a43bc8bb 619a 4562 b558 7ae8892963fd
Piscina per cavalli presso Scuderia Clodia

La storia di una puledra a cui è cambiata la vita

Nella cornice della Scuderia Clodia, una storia straordinaria è quella di Cucciola, un’angloaraba nata e cresciuta presso la scuderia di Massimiliano e che ha intrapreso un percorso insolito dopo un evento inaspettato.

La puledra è stata accolta nel mondo con grandi aspettative, “sarebbe dovuta andare in allenamento da lì a qualche mese perché è un’angloaraba e gli angloarabi iniziano la doma a due anni e mezzo, a differenza del puro sangue inglese che inizia a un anno e mezzo”.

Il destino, però, le ha riservato una sfida imprevista, un giorno ha subito un grave incidente: “non so da parte di quale altro puledro,” ci ha raccontato Massimiliano “ma ha preso un calcio proprio sulla punta della spalla e si è fratturata l’omero e la scapola. L’intera articolazione della spalla era compromessa”.

Parlando di come il destino della sua Cucciola fosse davvero appeso a un filo, il proprietario di Scuderia Clodia ci ha detto: “Era davvero in condizioni critiche”.

Questa è stata senza dubbio un’esperienza che ha messo alla prova la sua forza e il suo spirito combattivo, ma nel corso della nostra conversazione Massimiliano ha raccontato del percorso di riabilitazione che ha deciso di intraprendere con questa puledra.

Davanti a questa sfida, mi sembrava ovvio da parte mia che provassi a fare tutto il possibile

Massimiliano Narduzzi


Determinato a offrire a Cucciola una possibilità di recupero e di rinascita, ha iniziato con un approccio graduale un lento percorso di ripresa.

Ho iniziato piano piano con fare piscina, ma immaginiamoci che I primi giorni significava fare 5 metri di nuoto, una cosa del genere. Lentamente poi abbiamo aumentato la distanza e introdotto attività come la giostra in acqua e manipolazioni mirate sulla gamba lesionata.

Una nota di particolare rilevanza è che Cucciola non è stata sottoposta a intervento chirurgico. La complessità dell’infortunio ha reso l’operazione impraticabile, e pertanto il veterinario di riferimento, Gioacchino Ventura, in collaborazione con Massimiliano, ha adottato un approccio di attenta valutazione e monitoraggio costante.

Con il mio veterinario, il dottor Gioacchino Ventura, ovviamente abbiamo fatto delle radiografie, abbiamo valutato le varie ipotesi e poi abbiamo aspettato il tempo necessario per iniziare il processo di riabilitazione.


Dopo aver pazientemente atteso sei mesi, il miracolo si è compiuto. “È tornata normalissima, un risultato quasi inaspettato,” ha detto Massimiliano con un sorriso. Cucciola, contro ogni aspettativa, ha recuperato completamente, tornando alla sua vitalità e al suo benessere.

Il capitolo culminante di questa storia di coraggio è che Cucciola, ora completamente ristabilita, sta per intraprendere una nuova avventura: diventerà madre.

È una di quelle soddisfazioni che mi ricordano perché ho scelto questo lavoro

Massimiliano Narduzzi

La storia di Cucciola Da Clodia è un inno alla perseveranza, la Scuderia Clodia, attraverso questa storia ha dimostrato che dietro ogni sfida si nasconde un potenziale trionfo, e che l’amore e l’impegno per il benessere degli animali può superare ogni ostacolo.

A. Ceserani | Foto (c) Scuderia Clodia

Articoli Correlati

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
logo Stephex Horsetrucks
logo veteaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo