EEF Series di Lussenburgo, la Coppa delle Nazioni al Belgio

Advertisement
Belgio vittoria della EEF Series di Lussemburgo

Nel pomeriggio di ieri a Roeser, in Lussemburgo, si è svolta la seconda qualificazione della Region West della Longines EEF Series. La competizione della Coppa delle Nazioni ha visto un entusiasmante confronto tra Belgio e Irlanda, culminato in un barrage che ha visto il Belgio emergere vincitore. L’Irlanda si è piazzata al secondo posto, seguita dalla Gran Bretagna al terzo.

I percorsi, progettati dai course designer Peter Schumacher (GER) e Paul Engel (LUX), sono risultati molto tecnici e molti sono stati gli errori commessi, soprattutto nella parte finale del giro. La linea finale, composta da una tripla combinazione seguita dall’oxer Longines EEF Series, ha richiesto precisione e messo a dura prova molti concorrenti, che fino a quel momento erano riusciti a non commettere errori.

Nel primo round, il cavaliere belga Jeroen Appelen ha aperto le danze con un percorso netto eccezionale in sella al castrone sauro di 11 anni Monte Blue PS. Aaron Tijskens ha totalizzato 4 penalità abbattendo l’ultimo ostacolo della tripla con il castrone di 12 anni Hurricane. Frederic Vernaet ha poi realizzato un percorso netto con il suo stallone di dieci anni Orak d’Hamwyck, seguito da Yves Vanderhasselt che ha chiuso con un altro percorso netto in sella allo stallone Merald Van’t Zorgvliet.

Il team irlandese ha risposto con forza: Max Wachman, Michael G. Duffy e Cian O’Connor hanno tutti terminato con dei percorsi netti nel primo round. Il giovane Tom Wachman, diciannovenne, ha invece totalizzato 4 penalità con la sua Cathalina S abbattendo il sesto ostacolo.

Con entrambe le squadre a 0 penalità, la competizione si è intensificata nel secondo round. Jeroen Appelen ha commesso un errore sull’ostacolo 10, imitato dall’irlandese Max Wachman con il grigio Kilkenny. Aaron Tijskens ha terminato il suo secondo round con quattro penalità per il Belgio, seguito da Michael G. Duffy che, con il suo castrone grigio di undici anni Clitschko 17, ha abbattuto l’oxer giallo della Longines EEF Series, mantenendo le squadre con lo stesso punteggio.

Alla fine, Frederic Vernaet ha chiuso un altto percorso netto per il Belgio e Tom Wachman ha recuperato l”errore del primo round terminando senza penalità. Con le squadre ancora a pari, Cian O’Connor ha mantenuto i nervi saldi anche sotto pressione con un percorso senza errori in sella allo stallone di nove anni Fancy de Kergane. Yves Vanderhasselt ha risposto con un altro zero, portando la competizione al barrage.

Per l’Irlanda, il capo équipe Michael Blake ha scelto Cian O’Connor. O’Connor ha iniziato con una buona velocità, ma ha commesso due errori in un tempo di 44.06 secondi, lasciando spazio agli avversari. Il capo équipe belga Fabienne Daigneux-Lange ha scelto Jeroen Appelen. Concludendo in 48.88 secondi, Appelen ha assicurato la vittoria al Belgio.

Il team britannico composto da Mark Edwards, Adrian Whiteway, Oliver Fletcher e Robert Murphy ha conquistato il terzo posto sul podio, concludendo con 9 penalità. Svizzera e Francia hanno totalizzato entrambe 20 penalità, ma la Svizzera è risultata più veloce di 0.47 secondi, aggiudicandosi il quarto posto. Ucraina, Austria e Colombia hanno seguito, con Lussemburgo e Stati Uniti a chiudere la top 10.

Con solo cinque squadre della Region West che avanzano alle semifinali della Longines EEF Series a Deauville tra due settimane, ogni punto è stato fondamentale. Dopo le qualificazioni di Peelbergen e Lussemburgo, Belgio, Irlanda, Gran Bretagna e Spagna si qualificano per il prossimo round.

Classifica completa qui

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo