Ancora una tappa, poi il Longines Global Champions Tour arriva al Riesenbeck

Advertisement
Philipp Schule Topphoff Riesenbeck International

Tutto è pronto per l’imperdibile tappa al Riesenbeck International

Cosa attende gli spettatori dell’unica tappa del Longines Global Champions Tour (LGCT) e della Global Champions League (GCL) in Germania, che si svolgerà nella tranquilla regione del Münsterland? Qui, l’enorme stadio in erba è circondato da una foresta secolare, uno storico castello con fossato si trova nelle immediate vicinanze, ma tutto è molto lontano dal glamour di una St. Tropez, dall’atmosfera cosmopolita di Parigi o dal trambusto della metropoli inglese di Londra.

“Non possiamo paragonare le locations. E non vogliamo”, afferma il direttore tecnico Ludger Beerbaum, che otto anni fa ha gettato le basi per il futuro dello sport equestre a Riesenbeck insieme a Constantin Freiherr Heereman. Ciò che gli organizzatori del Münsterland possono offrire sono: ottime condizioni èer i cavalli, campi perfetti, scuderie ultramoderne, spaziose e permanenti per i cavalli, moderne infrastrutture per le squadre sullo sfondo, uno stadio in erba con riflettori e un pubblico che sa qualcosa dello sport equestre e può goderne il fascino.

“Quando il Longines Global Champions Tour farà tappa dal 20 al 23 luglio, offriremo sport di altissimo livello agli spettatori che provengono da una regione equestre. Diamo il benvenuto ad allevatori, cavalieri, professionisti e persone che sono direttamente legate al cavallo o vogliono solo godersi l’armonia tra uomo e animale”, afferma Karsten Lütteken. Questo pubblico era già garante dell’atmosfera frenetica sugli spalti ai Campionati Europei di salto ostacoli di due anni fa.
“La nostra filosofia e aspirazione, in seguito ai momenti salienti degli anni precedenti, è quella di offrire uno spettacolo speciale ogni stagione, nel quale mettiamo tutti i nostri sforzi”, prosegue l’organizzatore. Le gare si svolgono regolarmente durante la stagione e nei mesi invernali, ma una volta all’anno dovrebbe diventare una tradizione per l’élite internazionale competere.

Ludger Beerbaum tiene molto al salto ostacoli come a un vero sport di squadra e all’entusiasmo che genera nella Global Champions League. “Abbiamo il nostro Team Riesenbeck International, che dà tutto nelle 15 tappe di settimana in settimana e – si spera come l’anno scorso – diventare il vincitore assoluto. Nel nostro team ci scambiamo costantemente idee riguardo la migliore strategia, la selezione dei cavalli e dei cavalieri per le rispettive tappe”.

Per il quattro volte campione olimpico di salto ostacoli, la promozione di cavalieri emergenti è anche un vantaggio inestimabile della serie più dotata al mondo. Esempio Philipp Schule Topphoff. “Questo è un cavaliere di classe che può già facilmente tenere il passo con i migliori del mondo all’età di 25 anni”, Ludger Beerbaum si entusiasma parlando del suo giovane nel Team Riesenbeck International. “Questo ragazzo è l’invidia di tante altre squadre.”

Beerbaum è sicuro che i campionati tedeschi per i cavalieri U25, che si terranno per la prima volta contemporaneamente a Riesenbeck, saranno molto interessanti per i team manager di altre squadre. Lo scoutismo”, che è più familiare al calcio, si sta facendo strada anche nel moderno salto ostacoli!

Giovedì e venerdì, i migliori cavalieri tedeschi Under 25 avranno la possibilità di competere per la prima volta nei loro campionati tedeschi in terra battuta. Non c’è dubbio che l’uno o l’altro cavaliere stia già guardando con un occhio ai suoi colleghi internazionali nella stessa fascia di età. Philipp Schulze Topphoff è considerato un modello per loro. Si è già guadagnato un posto fisso nella squadra con ottimi risultati.

“Il nostro obiettivo dichiarato fin dall’inizio è stato quello di offrire sport equestri nelle migliori condizioni per le varie categorie e promuovere la competizione sportiva”, afferma Ludger Beerbaum. “Quindi è una scelta meravigliosa quando i proprietari di squadre dall’estero guardano con un occhio all’arena laterale e vedono che ci sono ottimi giovani talenti tra gli U-25”.

Questo vale anche per il commercio di cavalli. Ancora e ancora, nuovi talenti attirano l’attenzione degli scout. Ultimo ma non meno importante, questo vale per l’allevamento: sabato sera ci sarà un’asta di puledri del libro genealogico della Westfalia, dove saranno in vendita anche alcuni figli degli stalloni di successo della stalla Beerbaum.

Karsten Lütteken è entusiasta anche della modalità della competizione a squadre, la Global Champions League: “Non ci sono regole più semplici in nessuna serie di salto ostacoli. Ognuna delle 16 squadre ha una squadra di sei cavalieri. In ogni fase, i capi squadra seleziona due cavalieri tra i tre presenti per gareggiare nei due round. Ogni percorso conta, e cavalli e cavalieri possono essere cambiati dopo il primo round. Dopo il secondo, si sommano errori e tempo, e la squadra migliore ottiene 30 punti per la classifica e il premio in denaro più alto. Alla fine della stagione, la squadra migliore viene premiata con il titolo della Global Champions League”.
Nell’undicesima fase, il Team Riesenbeck International, conta sul pieno sostegno del pubblico, che dovrebbe fornire “un’atmosfera di gioco casalinga” nello stadio in erba di Riesenbeck.

Fonte Press release Riesenbeck International Susanne Strübel | Foto (c) Riesenbeck International

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo