Ippodromo Arcoveggio: Vinceró Gar e Andrea Farolfi a segno nel clou di giovedì 22 febbraio

Advertisement
IMG 1964

Grandi firme all’ippodromo Arcoveggio di Bologna nel convegno di giovedì 22 febbraio, con il gotha delle redini lunghe convenuto sotto le Due Torri per dare vita ad un pomeriggio dalle elevate proposte tecniche. 

Gentlemen e soggetti di quattro anni hanno aperto il pomeriggio con un miglio  che Evita Como e Matteo Zaccherini hanno condotto dalle prime battute di gare sino a pochi metri dal palo dove sono stati raggiunti e battuti di “giustezza” dagli accorrenti Extremedream Trio e Massimo De Luca, terzo posto per l’ospite piemontese  Elkann Grim con Otello Zorzetto alle redini.

Alla seconda corsa, nel confronto sul doppio chilometro con la partenza ai nastri, riservato ai cavalli di tre anni, tutto facile per il rientrante Farabutto Stecca, che una volta conquistato il comando, nelle mani di Alessandro Gocciadoro,  ha tenuto a rispetto Forever  Gial, secondo su Fandango Si. 

Nel prosieguo, ancora la leva 2021 in pista per una sfida che ha proposto un futuro protagonista in prima categoria nel vincitore Futuro D’Amore, allievo di Gennaro Casillo guidato con perizia da Antonio Di Nardo ed assurto al ragguaglio di 1.13.6, suo nuovo limite cronometrico sulla breve distanza, mentre Flores De campo e Freisa Roc sono terminati nell’ordine, staccati di una decina di lunghezze.

Favoriti al betting della quarta Caos ed Enrico Bellei hanno confermato le aspettative della vigilia spaziando in 1.14.5 su Duchessa Grif e su Daniela Col. Alla quinta, raddoppio per Alessandro Gocciadoro grazie al brillante Eolo Wise L, vincitore in 1.14.5 su Erba Holz ed Euphoria Roc.  

Alla sesta corsa, clou pomeridiano, grande attesa per il match “classico” tra  Vincerò Gar e Zandroz, sfida sfumata dopo un giro di corsa quando unoZandroz poco intonato ha abbandonato la competizione lasciando l’avversario solitario in avanti con Andrea Farolfi bravo nel gestirne qualche incertezza a livello meccanico. Il vincitore del Città di Montecatini 2022 ha concluso il percorso con il tempo di  1.12.7, precedendo  Breeding Demi e Zeno Del Ronco.

IMG 1963
Premiazione corsa sei

Dulcis in fundo la Tris Quartè & Quintè,  un handicap  sul doppio chilometro per soggetti “anziani “ vinto da Zagor Mtt , allievo di Francesco Trolese tornato in piena efficienza e  che sul finale ha beffato il leader Abramo Petral, con Caravaggio Grif terzo i su CrisallenCitrosodina Oil, sotto le aspettative  invece  la prova del favorito Boston Trio.  Quota tris ben oltre i 2308 euro,  mentre nessun vincitore annoverato per quartè e quintè con il jackpot rimandato di 24 ore alle Capannelle.

Il pomeriggio è stato arricchito  dalle prove pubbliche effettuate dai campioni Bleff Dipa e Vernissage Grif. 

PROSSIMO APPUNTAMENTO all’Ippodromo Arcoveggio di Bologna: Giovedì 29 febbraio, inizio corse ore 14.30.  

Foto crediti (c) Rambaldi e Tinarelli

foto: premiazioni della prima (corsa gentlemen) e sesta corsa (clou pomeridiano) vinti rispettivamente da Extremedream Trio/Massimo De Luca e da Vincerò Gar/Andrea Farolfi. Il driver bolognese, vincitore del clou della giornata, è stato premiato dal direttore generale di HippoGroup Cesenate Marco Fabio Rondoni e dal Vicepresidente di HippoGroup Cesenate Michele Canali. 


Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo