Kevin Staut: il Consiglio Direttivo dell’IJRC al lavoro sulla Ranking List FEI di Salto.

Advertisement
Kevin Staut Presidente Ijrc

Da quando la FEI Jumping Ranking List è stata lanciata più di 20 anni fa, l’International Jumping Riders Club, che l’ha creata, ci lavora costantemente. Kevin Staut con l’IJRC al lavoro.

Tre rappresentanti della FEI fanno parte di un comitato ad hoc insieme a tre membri del consiglio dell’IJRC: il presidente François Mathy, il direttore Eleonora Ottaviani e Kevin Staut.

“Il sistema di assegnazione dei punti – spiega Kevin Staut – è di estremo interesse per il nostro club. Questo strumento indubbiamente funziona, ma periodicamente è necessario verificare le modifiche al sistema di punteggio. Questo accade perché il calendario delle manifestazioni equestri è sempre in evoluzione, con nuove serie e anche eventi importanti in Paesi solitamente non presenti nel panorama internazionale delle manifestazioni di punta. Al momento, la nostra attenzione è rivolta alle Coppe delle Nazioni. La storia ci insegna che si tratta di una competizione con quattro cavalieri tecnicamente esperti chiamati a rappresentare il proprio Paese. Ed è proprio questo che fa la differenza. Ci è stato chiesto di verificare il sistema di assegnazione dei punti del Ranking e, quando le competizioni a squadre hanno un formato diverso, la soluzione è stata quella di esaminare i risultati individuali dei vari turni. Ci sono ovviamente punti di vista diversi sull’attuale sistema di punteggio, perché il Club sostiene e continuerà a sostenere le caratteristiche uniche delle Coppe delle Nazioni”.

Punti Ranking

Tornando ai punti del Ranking, nell’esprimere l’opinione del Consiglio dell‘IJRC, Kevin Staut è convinto che sia necessario agire nei confronti dei giovani cavalieri.
“I cavalieri ai vertici del ranking FEI non hanno problemi a scegliere le gare a cui partecipare, ma tutti gli altri hanno sicuramente dei problemi. Questo non permette un sistema di Ranking vivace e soprattutto l’arrivo di nuovi cavalieri, soprattutto giovani. Il numero di show a 4* e 5* continua a crescere e i “cavalieri emergenti” fanno davvero fatica ad accedere a questi concorsi. Gli CSIO sono gli unici concorsi in cui i cavalieri vengono selezionati dagli chef d’equipe e quindi in cui tutti i cavalieri meritevoli possono avere l’opportunità di crescere, dimostrare il proprio valore e allo stesso tempo ottenere preziosi punti di classifica. Ecco perché gli CSIO sono particolarmente importanti per il futuro del nostro sport. Nella Coppa delle Nazioni di Roma abbiamo visto chiaramente il livello qualitativo dei giovani concorrenti, con la squadra tedesca che è salita sul gradino più alto del podio della Coppa delle Nazioni.

Oggi più che mai il ruolo del Club – il cui Consiglio Direttivo è composto esclusivamente da cavalieri che partecipano a competizioni a 5* ogni fine settimana – è quello di guardare al di fuori del ristretto microcosmo al massimo livello.
“Per garantire un buon futuro al nostro sport è necessario prestare maggiore attenzione alla meritocrazia – sottolinea Staut – la punta della piramide di un sistema che deve funzionare dalla base in modo coerente. Questo a partire dalla visibilità che il nostro sport ha al di fuori del mondo degli addetti ai lavori. Attualmente c’è una grande confusione nella nostra comunicazione per il grande pubblico, con continue sovrapposizioni di eventi importanti. Spesso veniamo indicati come gli attori di uno sport meraviglioso dove però, in un bouquet di super appuntamenti, il grande pubblico non riesce a individuare i grandi protagonisti. E questo non fa certo bene alla promozione del nostro sport.

International Jumping Riders Club: dagli atleti, per gli atleti


Sin dalla sua fondazione nel 1977, l’IJRC ha lavorato instancabilmente per garantire che i migliori interessi del salto, dei suoi cavalli e cavalieri siano serviti dalla FEI e dai Comitati Organizzatori. Il Consiglio direttivo dell’IJRC è interamente composto da cavalieri in attività e/o da illustri cavalieri recentemente ritiratisi: François Mathy Jr (Presidente), Ludger Beerbaum, Emilio Bicocchi, Michael Duffy, Steve Guerdat, Rodrigo Pessoa, Kevin Staut, Richard Vogel. Il NARG (North American Riders Group) ha indicato Tiffany Foster come rappresentante nel nuovo consiglio direttivo, insieme a Kent Farrington e Lauren Hough che possono sostituirla come vice.
Eleonora Moroni Ottaviani ricopre il ruolo di Direttore del Club e rappresenta gli atleti nel Consiglio della FEF e nel Gruppo di lavoro sul salto.
I membri del Consiglio IJRC sono anche attivamente coinvolti nel Comitato FEI di salto (Rodrigo Pessoa) e nel Gruppo di lavoro FEI sul benessere (Cayetano Martinez De Irujo). Il Club svolge inoltre un ruolo di primo piano nel Longines Rankings Working Group ed è alleato del NARG.
L’IJRC ha un Memorandum of Understanding (MoU) con la FEI dal 2014 ed è stato il primo gruppo di cavalieri a ottenere questo status.
Ciò dà diritto all’IJRC di partecipare a tutte le consultazioni che precedono le modifiche alle regole sportive della FEI e ad altre qu
International Jumping Riders Club

Kevin Staut – ph. Fabio Petroni

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo