Una vita dedicata ai cavalli: l’intervista a Riccardo Pisani

Advertisement
Riccardo Pisani su Chacco's Lawito (c) Marta Fusetti

Il team di horseeshowjumping.tv ha incontrato il cavaliere azzurro Riccardo Pisani per un’intervista durante la seconda settimana del Gorla Spring Tour 2024, presso le strutture dell’Equieffe Equestrian Centre di Gorla Minore. Riccardo è un altro esempio di come la passione per i cavalli possa iniziare in tenera età e trasformarsi in una carriera di successo.

Come tutto è iniziato

La sua storia equestre affonda le radici all’età di soli sei anni, età in cui ha avuto il suo primo contatto con questi magnifici animali, grazie alla passione instillatagli dalla madre. La presenza costante dei cavalli nella sua vita ha contribuito a coltivare in lui un amore profondo per questo sport e ha alimentato il desiderio di perseguire una carriera agonistica.

La mia avventura in questo mondo è iniziata alle Scuderie della Capinera grazie alla passione di mia madre. Inizialmente, mio padre non era particolarmente interessato, ma col tempo anche lui è stato conquistato dal mondo dei cavalli. Così è cominciato il mio percorso, un viaggio che mi ha portato a partecipare alle mie prime gare pony, fino ad arrivare ai campionati internazionali e europei pony.

L’esperienza acquisita in queste competizioni ha contribuito a plasmare la sua crescita come cavaliere e a consolidare la sua determinazione nel raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi: “Dopo aver terminato gli studi, all’età di 18 anni, ho deciso di dedicarmi totalmente a questo mondo. Ho iniziato gestendo una mia scuderia in affitto, lavorando con vari proprietari e poi mi sono dedicato all’insegnamento.

Riccardo Pisani e Chacco's Lawito all'Equieffe Equestrian Centre di Gorla Minore (c) Marta Fusetti
(c) Marta Fusetti

Lozar Stables: dall’allevamento al lavoro con i cavalli giovani

Dopo aver accumulato esperienza e successi nel mondo delle competizioni, Riccardo ha deciso di intraprendere un nuovo capitolo della sua carriera insieme alla moglie Silvia Bazzani: “Nel 2008 abbiamo deciso di costruire insieme le Lozar Stables, la nostra scuderia” ci ha racconato. Questa fase della vita professionale del cavaliere ha rappresentato una sfida stimolante e gratificante poiché, non solo ha avuto l’opportunità di condividere una grande passione con la sua compagna di vita, ma ha potuto anche contribuire alla formazione delle future generazioni di cavalli e cavalieri.

Attualmente stiamo lavorando su molti cavalli, ne abbiamo circa 20-25 e molti di questi sono giovani” ci ha detto. “Abbiamo delle comproprietà, cavalli nostri che abbiamo iniziato ad allevare, facedo anche degli embryo-transfer. In questo momento devo dire che in scuderia ci sono un paio di sei anni davvero molto interessanti e speriamo che ce ne siano sempre di più“.

Dal 2008, Riccardo Pisani e Silvia Bazzani hanno dedicato le loro energie all’addestramento professionale di cavalli sportivi e alla promozione della carriera allevatoriale del loro favorito Chaclot. Quest’impegno costante ha contribuito a far brillare la scuderia di Veruno sui palcoscenici internazionali, con una serie di successi che hanno confermato la loro competenza e dedizione.

Riccardo Pisani, un papà-istruttore

Il rapporto tra cavaliere e cavallo è fondamentale. Ma cosa succede quando il cavaliere è anche un genitore e un istruttore? Riccardo Pisani, è un uomo che ha saputo trasmettere la sua passione per i cavalli non solo ai suoi allievi, ma anche ai suoi figli: “È una bella motivazione per me avere due figli così appassionati“.

Cerco di trasmettere la mia esperienza, di aiutarli a pensare a 360 gradi al cavallo,” ha spiegato Riccardo. “Voglio che imparino a gestirlo sia nel montare che a terra“, ha spiegato parlando dell’importanza del binomio per riuscire in questo sport. “Devi conoscere il cavallo dalla A alla Z,” ha detto, “è un animale con il quale siamo in contatto costante, quindi è importante conoscerlo a fondo per poter tirare fuori il massimo e gestire ogni situazione al meglio.

Riccardo Pisani (c) Marta Fusetti
(c) Marta Fusetti

L’incontro con Chaclot e il programma di riproduzione

Uno dei momenti più significativi nella carriera di Riccardo Pisani è stato il suo incontro con Chaclot, nel 2017; questo cavallo, appena entrato negli otto anni, sarebbe diventato un punto di riferimento nella sua carriera equestre. Tuttavia, il cammino verso il successo non è stato privo di sfide e, a tal proposito, ci ha raccontato: “Inizialmente abbiamo affrontato molte difficoltà poiché il cavallo non era ancora del tutto pronto. Grazie all’aiuto prezioso di esperti come Jos Lansink, con il quale ho trascorso molto tempo, siamo riusciti a individuare la strada giusta. Da allora, Chaclot ha dimostrato il suo vero valore, diventando un elemento fondamentale della nostra scuderia. Siamo grati di aver avuto la fortuna di avere un cavallo così eccezionale che continua a darci tanto ancora oggi.”

Il successo di Chaclot non si è limitato alle prestazioni in gara, ma ha anche aperto la strada a nuove opportunità nel campo della riproduzione. Dopo aver dimostrato il suo valore nello sport, Chaclot è stato approvato come stallone, consentendo a Riccardo di avviare un buon programma di riproduzione. “I primi prodotti di Chaclot hanno attualmente quattro anni. Da quando è stato approvato come stallone, abbiamo iniziato a considerare anche la sua attività di riproduttore collaborando anche con agenti dedicati in tutta Europa, incaricati di promuovere la vendita del suo seme. I risultati ottenuti fino ad oggi sono molto incoraggianti.”

Attualmente, Chaclot ha terminato un periodo di riposo a seguito di un infortunio. Tuttavia, Riccardo ci ha rassicurati dicendo: “Ora si è ripreso, lo sento bene e mi auguro che possa recuperare il tempo perso.”

Chaclot: un compagno di vita

Chaclot è stato ed è ancora un cavallo importantissimo nella carriera di Riccardo Pisani. “Ci è voluta almeno una stagione per portare Chaclot a livello internazionale. Ricordo vividamente il suo ottavo anno, abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo. L’anno successivo, al Sunshine Tour nel 2018, si è finalmente formato quel feeling speciale in cui tanto speravo. Anche se all’inizio non abbiamo partecipato alle gare più importanti, abbiamo continuato a lavorare costantemente. Alla fine del tour, ho capito che eravamo pronti. Da quel momento in poi, Chaclot ha continuato a migliorare e durante quell’anno, ha affrontato diverse competizioni di alto livello, inclusi concorsi a 3* e 4*”.

Parlando dei successi più grandi vissuti insieme a Chaclot, Riccardo ci ha detto: “La finale di Coppa delle Nazioni a Barcellona è stato uno dei primi grandi traguardi. Tra i momenti più soddisfacenti della nostra carriera, ricordo anche il doppio zero nella Coppa a La Baule, i piazzamenti nei vari gran premi e il gran premio ad Aachen. Essere presenti ad Aachen, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo, e ottenere un decimo posto è stata un’esperienza davvero emozionante. Abbiamo anche avuto l’opportunità di partecipare ad un campionato d’Europa.”

Purtroppo, a volte ci sono degli imprevisti che non si possono evitare,” ha ammesso Pisani. “In questo ultimo periodo siamo stati un po’ sfortunati…prima io con un infortunio all’adduttore che mi ha impedito di partecipare a un Campionato, poi il suo infortunio, che non ci ha permesso di partecipare al Campionato del Mondo.” Con un sorriso Riccardo ha aggiunto: “E’ un po’ l’altra faccia della medaglia di questo sport e, nonostante gli imprevisti, cerchiamo sempre di dare il massimo e superare le difficoltà. Ora dobbiamo recuperare!”.

Per quanto riguarda gli obiettivi sportivi, Riccardo Pisani mira a consolidare la sua presenza nei più prestigiosi eventi internazionali, continuando a competere al massimo livello. Inoltre, si propone di continuare a contribuire allo sviluppo del settore giovanile, a cui rivolge un pensiero di incoraggiamento: “È essenziale dare sempre il massimo e puntare a fare sempre meglio“.

A. Ceserani

Foto M. Fusetti

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo