Vittoria per Marc Dilasser nell’ultimo giorno del LGCT di Parigi

Advertisement
Marc Dilasser LGCT Paris

(c) LGCT

L’edizione 2024 del Longines Global Champions Tour di Parigi – Longines Paris Eiffel Jumping si è conclusa in maniera straordinaria, con il pubblico in visibilio per Marc Dilasser e Make my Day Z du Gevres. La coppia è stata l’unica a realizzare un doppio percorso netto nella 1.55m UAE President Cup Challenge, aggiudicandosi il primo posto.

Nonostante Olivier Philippaerts e il suo giovane Precious Dwerse Hagen siano stati più veloci di 0,2 secondi, l’ultimo ostacolo è stato fatale, facendoli concludere con quattro penalità e garantendo loro il secondo posto. Il secondo francese sul podio, Aurelien Leroy, ha conquistato il terzo posto su Croqsel de Blaignac, suscitando grande entusiasmo tra i tifosi presenti.

Il weekend di sport di alto livello al Longines Global Champions Tour di Parigi ha attirato un pubblico di star, tra cui celebrità, icone della moda e figure dell’alta società, tutti attratti dalla combinazione unica di sport e stile che caratterizza il tour.

Un raggiante Marc Dilasser ha commentato la vittoria nell’ultims gara a 5* dell’edizione 2024 del Longines Global Champions Tour: “È incredibile vincere davanti al pubblico francese, e il Longines Paris Eiffel Jumping, Longines Global Champions Tour, è uno dei migliori eventi in Francia!”. Make my Day Z du Gevres ha solo nove anni e Dilasser ha aggiunto: “Questa è la prima categoria grossa a 5* per la mia cavalla e sono così orgoglioso di lei.”

Con il sole che iniziava a tramontare nel cuore di Parigi, 36 dei migliori cavalli e cavalieri internazionali si sono affrontati nella 1.55m UAE President Cup Challenge. Gregory Bodo ha disegnato un percorso tecnico e impegnativo, sfruttando le caratteristiche uniche dell’arena parigina. La grande tecnicità dei percosì ha portato a diversi colpi di scena e alcuni dei migliori cavalieri al mondo, come Eduardo Alvarez Aznar, Lorenzo de Luca e Julien Anquetin, sono stati costretti tutti a ritirarsi. Tra i primi a gareggiare, Nadja Peter Steiner è stata penalizzata dal tempo limite troppo ristretto, riuscendo comunque a concludere con un solo punto di penalità per il tempo.

Cinque cavalieri si sono qualificati per il jump off, portando a uno scontro finale carico di adrenalina per aggiudicarsi la maggior parte del montepremi di €164.700. Olivier Philippaerts e Precious Dwerse Hagen, primi a partire, hanno tentato di vincere con un giro veloce che li avrebbe portati sul podio, se non fosse stato per un ostacolo abbattuto che li ha lasciati in testa tra le combinazioni con quattro penalità.

Il tempo stabilito da Philippaerts ha lasciato poco margine di errore per gli altri concorrenti, ma era comunque battibile. Philippe Rozier, con Le Coultre de Muze, sembrava in corsa per la vittoria, ma è stato fermato dalla doppia combinazione di verticali; facendo cadere entrambi gli elementi, è rimasto fuori dalla top 5.

Nel jump off, Make my Day Z du Gevres con Marc Dilasser erano terzi a entrare in campo. Come secondo cavaliere francese, il pubblico era già in fermento. Un doppio percorso netto con un tempo di 37,24 secondi non ha lasciato spazio agli errori per gli ultimi due binomi.

La vincitrice del Grand Prix di Parigi di sabato, Jeanne Sadran, ha continuato la sua buona forma con un cavallo diverso, Kosmo van Hof ter Boone. Ha mantenuto un ritmo veloce, ma ha commesso un errore, terminando con quattro penalità in 43,00 secondi, dovendo rimanere fuori dal podio.

Quando l’ultimo concorrente è entrato in arena, i fan presenti e quelli che seguivano da casa sapevano che sarebbe stata una vittoria francese, ma il cavaliere vincitore doveva ancora essere deciso. Aurelien Leroy e Croqsel de Blaignac hanno accelerato il ritmo, ma un errore sulla doppia gabbia, lo ha fatto terminare con quattro penalità, lasciando la vittoria al connazionale Dilasser.

Classifica completa qui

Mentre il tour si conclude a Parigi, l’entusiasmo continua con la prossima tappa che si terrà a Stoccolma dal 28 al 30 giugno. La nona tappa promette di offrire ulteriori competizioni ad alta tensione e celebrazioni eleganti, incarnando lo spirito del Longines Global Champions Tour.

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo