La Polonia conquista la EEF Series di Drammen

Advertisement
EEF Series: team Polonia conquista la vittoria a Drammen

Foto (c) Helene Gjerde Aamdal

La Polonia ha superato la Norvegia in un emozionante barrage che le ha visto vincere la qualificazione della Longines EEF Series a Drammen. La Svezia ha completato il podio conquistando il terzo posto.

È stata la prima volta in otto anni che la Polonia vinceva una competizione di Coppa delle Nazioni, assicurandosi un posto nelle semifinali insieme a Norvegia, Svezia, Danimarca e Finlandia.

Vincere è la cosa migliore che possiamo dare al nostro paese. L’equitazione sta diventando uno sport sempre più grande in Polonia ed è meraviglioso da vedere. Molti in Polonia non seguono normalmente il salto ostacoli, ma guardano la Coppa delle Nazioni, quindi è un grande incentivo per noi,” ha condiviso la squadra dopo questo momento storico.

Marek Waclawik e il baio di 12 anni Kathmandau sono stati i protagonisti del team, realizzando un raro doppio netto assicurando un posto alla Polonia nel jump-off e poi completando un giro molto veloce e senza errori. La pressione era troppo alta per cavallo e cavaliere norvegesi, Oda Charlotte Lyngvaer e Carabella VD Neyen Z, che hanno terminato con otto penalità, consegnando così la vittoria alla Polonia, con grande disappunto dei tifosi locali.

Mi piace gareggiare sotto pressione. Con ogni giro miglioravo sempre di più. Sapevo che almeno saremmo arrivati secondi, il che è comunque un buon risultato, quindi non avevo nulla da perdere e potevo puntare sulla velocità,” ha detto Marek.

Ho Kathmandau da quando era un puledro e ho montato anche suo padre, quindi è un giorno speciale per me. Non è stato facile quando era più giovane, era molto difficile da addestrare e molto timoroso, ma da quando è cresciuto e ha acquisito più fiducia, è stato perfetto.”

Nel team vincitore, oltre a Marek e Michal Tyszko su Colinero, un dodicenne stallone Oldenburg baio, c’erano anche Przemyslaw Konopacki con Pure Pasion From Second Life Z, un figlio di Picasso Z di dieci anni, e Msciwoj Kiecon con Cicero, un baio grigio di nove anni.

La Svezia si è classificata terza con 12 penalità, mentre il Belgio, che ha terminato con lo stesso punteggio, è stato leggermente più lento, dovendosi accontentare del quarto posto. La Gran Bretagna è stata la più veloce tra le tre squadre con 16 penalità, ottenendo il quinto posto, e l’Irlanda ha finito sesta.

Dodici squadre hanno partecipato alla seconda qualificazione del gruppo nord dell’anno, compreso il debutto del Principato di Monaco nella Longines EEF Series. Purtroppo, la loro competizione si è conclusa al secondo round quando due dei loro cavalieri si sono ritirati dall’evento.

L’Italia purtroppo non si può dire abbia brillato in questa tappa avendo infatti concluso al 12esimo posto della classifica con un totale di 30 penalità. In campo per il tricolore, capitanati dallo Chef d’Equipe Marco Porro, c’erano Michael Cristofoletti, in sella a Everest D.R., Camilla Bosio, su Kindesth, Michol Del Signore, su Haily e, infine, Francesco Turturiello, in sella a Chicken George 3.

Parallelamente all’evento di Drammen, la seconda qualificazione per la Regione Ovest si è svolta in Lussemburgo. Questi eventi hanno confermato le squadre che parteciperanno alla semifinale di Deauville il 21 giugno.

Classifica completa qui

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo