Gregory Cottard sbanca il trentesimo Longines CSI Ascona

Advertisement
Gregory Cottard e Cocaine du Val al CSI Ascona

Cinque anni dopo Penelope Leprevost, il Longines CSI Ascona torna a parlare francese

Merito di Gregory Cottard che, in sella a Cocaine du Val, in uno spareggio all’ultimo respiro ha relegato sul secondo gradino del podio il britannico Harry Charles su Aralyn Blue nella categoria più importante del CSI Ascona. Il Gran Premio finale del concorso 4 stelle si è giocato sul filo dei centesimi: alla fine ne sono bastati dieci per incoronare il francese al termine di un barrage vissuto in un crescendo di emozioni. Come quell’errore che a metà di quel barrage di undici ostacoli, ha tolto dai giochi che contano Henrik von Eckermann (ossia il numero 1 al mondo), che sino a quel momento sembrava lanciatissimo. Prova ne è che alla fine il più veloce dell’ultima tornata è stato proprio lo svedese, con un percorso però macchiato da quell’errore.

«È incredibile, sono super contento di questo successo – commenta raggiante il transalpino pochi istanti dopo la cerimonia di premiazione. A Bordeaux, un anno fa, avevo vinto un 5 stelle; questo è il mio primo successo in un 4 stelle, ma per il prestigio che ha Ascona e per l’ambiente che c’era oggi, beh, l’emozione che provo, se possibile, è ancora più grande».

Venire a capo della concorrenza non è stato comunque facile in questo Gran Premio… «No, affatto. Il percorso era impegnativo e particolarmente selettivo, prova ne sono i parecchi errori di cavalieri e amazzoni anche più quotati di me», aggiunge il 45enne numero 66 al mondo. «Se ce l’ho fatta a prevalere è anche stato grazie al fatto di aver saputo dosare al meglio le forze, spingendo quando lo si poteva fare e spiccando il balzo al momento giusto. E voilà, ora mi godo questo successo… Poi, però si torna a lavorare: il prossimo appuntamento a cui miro è il 5 stelle di Lione».

A completare il podio è stata l’elvetica Evelyne Bussmann (Tafila d’Urville).

Martina Meroni centra il colpaccio nel 2 stelle

Il capolavoro, nel Gran Premio 2 stelle, lo ha invece realizzato la ticinese Martina Meroni, che, in sella a Fidelgo du Houssoit, dopo un primo giro già impressionante, nell’appassionante spareggio conclusivo ha rotto definitivamente gli indugi andando all’attacco. Una tattica che le valsa il jackpot, relegando rispettivamente al secondo e terzo posto le connazionali Shanice Eberhart (Kay Lee van de Meulenberg) e Lea Hüsler (Muzette).

Ad aprile l’ultima giornata di gare del trentesimo Longines CSI Ascona è però stata una gara riservata ad amazzoni e cavalieri del circuito 4 stelle, dove a prevalere è stato l’argentino Matias Larocca (Najac vh Kluizebos) che, nell’ordine, ha preceduto la belga Gudrun Patteet (Sea Coast Chica V.V. Z) e la statunitense Alise Oken (Forrestal).

Clicca qui per tutti i risultati del CSI Ascona

Foto (c) Sportfot

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
Tenuta Monticelli logo
Logo Acavallo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo