La corretta idratazione del cavallo: l’uso degli elettroliti nella dieta equina

Advertisement
cavallo che beve

La corretta idratazione del cavallo è fondamentale per le sue performance. Durante l’esercizio intenso, i cavalli possono sudare notevolmente, perdendo non solo acqua ma anche elettroliti. Questa perdita può portare a squilibri che compromettono le funzioni vitali causando affaticamento, disidratazione e crampi muscolari. L’integrazione con mangimi complementari contenenti elettroliti nella dieta equina aiuta a ripristinare i sali persi attraverso il sudore, contribuendo così a mantenere l’equilibrio idrico e il corretto funzionamento del corpo del cavallo.

cavallo che beve 4 1
La corretta idratazione del cavallo: l’uso degli elettroliti nella dieta equina 8

Ma quanto beve un cavallo in un giorno? Dipende da diversi fattori, tra cui la temperatura ambiente, l’attività fisica svolta, la disponibilità di acqua fresca e la dieta. In generale, la corretta idratazione del cavallo prevede l’assunzione di circa 20-35 litri di acqua al giorno. Durante i periodi di calore intenso o durante l’esercizio fisico, la quantità di acqua che un cavallo beve può aumentare significativamente per compensare la perdita di fluidi attraverso la sudorazione e l’evaporazione. Allo stesso modo, l’accesso continuo ad acqua fresca e pulita è fondamentale per garantire la corretta idratazione del cavallo e un buono stato di salute.

La sudorazione serve al cavallo per dissipare calore: è stato calcolato che la quantità di calore generata in 1-2 minuti di esercizio fisico molto intenso da parte di un cavallo possa essere dissipata con l’evaporazione di 1 litro di sudore e più aumenta lo sforzo atletico e più elevata è la produzione di calore a livello muscolare, anche più di 50 volte.

dispersione calore
La corretta idratazione del cavallo: l’uso degli elettroliti nella dieta equina 9

Perché, anche per sforzi atletici di breve durata, l’assunzione d’acqua non è sufficiente per supportare la corretta idratazione del cavallo ed è necessario usare degli elettroliti nella dieta equina?È facilmente spiegabile paragonando il sudore dell’uomo a quello del cavallo. Il sudore umano è considerato isotonico, il che significa che la concentrazione di elettroliti nel sudore è simile a quella del plasma sanguigno. Quando gli esseri umani sudano, perdono principalmente acqua, con perdite relativamente minori di elettroliti rispetto al cavallo.

Il sudore del cavallo è considerato ipertonico perché contiene una concentrazione più elevata di elettroliti, come il sodio, cloro e potassio, rispetto alla concentrazione trovata nel plasma sanguigno. Questo significa che quando il cavallo suda, perde non solo acqua ma anche una quantità significativa di elettroliti. Il sudore ipertonico del cavallo è una delle ragioni per cui è importante l’uso degli elettroliti nella dieta equina durante l’esercizio intenso o in condizioni di caldo estremo.

Cosa contiene esattamente il sudore del cavallo? La composizione del sudore del cavallo può variare leggermente a seconda di diversi fattori, tra cui l’individuo, l’intensità dell’esercizio, le condizioni climatiche e la dieta. Tuttavia, in generale, un litro di sudore del cavallo può contenere approssimativamente: 20-25 grammi di sodio 10-15 grammi di potassio e 4-6 grammi di cloro e tracce di altri elettroliti come calcio, magnesio e bicarbonato.

cavallo che beve 3
La corretta idratazione del cavallo: l’uso degli elettroliti nella dieta equina 10

Gli elettroliti più importanti da reintegrare per la corretta idratazione del cavallo sono quindi Sodio, Potassio, Cloro, Calcio e Magnesio e le loro funzioni sono riguardano principalmente la contrazione muscolare, l’osmosi dei fluidi corporei, e la trasmissione degli impulsi nervosi. Sono tutti essenziali per la vita dei cavalli, ma in particolare Sodio, Potassio e Cloro devono essere forniti in maggiore quantità attraverso l’alimentazione, nella dieta equina, perché sono eliminati con sudore in maniera considerevole.

Per permettere una corretta idratazione del cavallo è buona prassi che l’uso degli elettroliti nella dieta equina sia quotidiano e non solo nei giorni della competizione. Inoltre, è preferibile somministrarli dopo il lavoro o con il pasto della sera, in modo che il cavallo si sia ripreso dall’esercizio fisico e abbia sempre l’acqua a disposizione.

La corretta idratazione del cavallo necessita quindi dell’uso degli elettroliti nella dieta equina: Master Lyte, ad esempio è mangime complementare a base di sali minerali che fornisce una corretta quantità di cloruri in rapporto fisiologico con lo ione sodio e un’elevata quantità di potassio e magnesio.

Come scegliere un buon mangime complementare a base di sali minerali per cavalli? Innanzitutto l’attenzione va posta sulla composizione nutrizionale: il mangime complementare deve contenere una varietà di minerali essenziali per la salute equina, come sodio, potassio, cloro, calcio, magnesio.

Oltre a contenerli devono essere in forma biodisponibile cioè facilmente assimilabili dal cavallo. Inoltre, un buon mangime complementare a base di sali minerali contiene sempre vitamina C, un potente antiossidante che può aiutare a proteggere le cellule del cavallo dai danni causati dai radicali liberi prodotti durante l’esercizio intenso o lo stress.

jump
La corretta idratazione del cavallo: l’uso degli elettroliti nella dieta equina 13

Dal punto di vista visivo, il prodotto dovrebbe essere privo di grumi e avere una consistenza uniforme.  L’opzione migliore per la corretta idratazione del cavallo è introdurre l’uso degli elettroliti nella dieta equina scegliendo un produttore affidabile e rinomato del settore. Le aziende con una buona reputazione tendono ad offrire prodotti di qualità superiore e possono essere più trasparenti riguardo alla composizione e alla provenienza dei loro prodotti e alla certificazione del processo produttivo.

Per questi motivi, i rulli di sale da appendere al box non contengono tutto quello di cui necessita il cavallo per reintegrare gli elettroliti nella dieta equina e l’assunzione della quantità minima giornaliera per la corretta idratazione del cavallo non è garantita.

In commercio esistono anche mangimi complementari che oltre agli elettroliti contengono antiossidanti, prebiotici e tamponi dell’acido lattico come Reidral + Cy, il cui impiego è utile nei periodi di intensa attività agonistica.

La corretta idratazione del cavallo, dunque, passa attraverso l’uso degli elettroliti nella dieta equina e può essere benefico per mantenere salute e prestazioni ottimali, specialmente durante l’esercizio intenso o in condizioni climatiche avverse, ma deve essere gestito con attenzione e consapevolezza dei bisogni specifici del cavallo.

Per maggiori informazioni contatta gli esperti di Equiplanet sul sito www.equiplanet.it

Articoli correlati

Leggi “Cavallo nervoso? La gestione nutrizionale

© Riproduzione riservata.

Contenuto sponsorizzato.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo