Un giovane fuoriclasse del Salto Ostacoli: intervista a Lorenzo Correddu

Advertisement
Marco Proli (c) Lorenzo Correddu su Deboi

Lorenzo Correddu in sella a Deboi (c) Marco Proli

Lorenzo Correddu a soli 21 anni può vantare un curriculum sportivo degno di nota e sempre in continuo aggiornamento con numerosi traguardi e soddisfazioni.  Spronato da una forte passione per i cavalli, unita ad una grande attitudine sportiva (qualità che per lui sono di famiglia), le sue grandi capacità lo portano ad essere uno degli Young Rider italiani più brillanti, che dal 2022 scende in campo con la divisa di Caporal Maggiore dell’Esercito.

In occasione dello CSIO Young Rider dove ha partecipato in sella a Dalakani Chardonnet (SF del 2013) tenutosi ad Etrea Sport Horses lo scorso mese, il team di HorseShowJumping.tv ha avuto l’occasione di conoscere più da vicino questo giovane cavaliere di talento.

Lo Sport e i cavalli: una questione di genetica

Lorenzo, come il fratello, è “figlio d’arte”: il padre Giovanni Battista Correddu e la madre Esmeralda Pecchio sono entrambi noti ed esperti allevatori e istruttori FISE terzo livello master, e da sempre sono esempio dello stile di vita legato al mondo equestre, come ci racconta: “ho la fortuna di avere comunque tutti e due i miei genitori che hanno vissuto e continuano a vivere per i cavalli”.

Dopo aver  dedicato anni alla crescita e valorizzazione dei giovani cavalli nelle terre della Sardegna, (sua terra d’origine) si spostano in Lombardia, più precisamente a Canegrate (provincia di Milano), dove Lorenzo, insieme al fratello Francesco Correddu (anche lui abile cavaliere di talento) punta molto sull’ e sull’addestramento dei puledri dell’allevamento F.L., presso La Scuderia Parco Dei Mulini:al giorno d’oggi puntare sui giovani cavalli è la strada più percorribile, e noi investiamo appunto sulla crescita dei nostri cavalli per arrivare a competere nelle gare più importanti che ci sono. Sono molto fiducioso perché ho delle buone risorse a mio parere, e spero che un domani farò delle grandi cose con loro”

Con tanta voglia di mettersi in gioco e seguire le sue ambizioni, non solo si dedica quindi allo sport di alto livello, ma il suo lavoro è molto incentrato anche sui giovani cavalli, che per lui fanno parte della famiglia e del suo percorso.

L’importanza del binomio per ottenere successo

Riconosce e condivide l’importanza del legame tra cavallo e cavaliere, descrivendolo come il vero e proprio plus che fa la differenza nei risultati: “L’importanza del binomio secondo me è fondamentale, creare un rapporto con il cavallo è quella cosa che ti fa arrivare ad un certo livello e ti porta a competere e vincere nelle gare” e continua, citando come riferimento il grande Henrik Von Eckermann, “si può vedere come lui ad esempio riesce a capire e ad ascoltare molto il cavallo, guardando e osservando ogni particolare. Alla fine, è questo che ti fa arrivare ad essere il primo al mondo”.

Focalizzarsi sul binomio ovviamente richiede molto tempo, e la pazienza è una virtù imprescindibile se si vuole instaurare un vero rapporto di fiducia, necessario per ottenere le performance desiderate. Avendo a che fare con puledri, infatti, sa bene cosa significa: “Ci vuole pazienza con i cavalli e di più ancora con quelli più giovani, ma se li cresci bene e rispetti i loro tempi, potrai lasciare il giusto imprinting, e sarò quello che ti porterà ad essere vincente”.

La cavalla del cuore, Touche D’Arrogance

Tra tutti i cavalli e pony che ha montato, Touche D’arrogance merita un posto speciale nel cuore: “è la cavalla che mi ha fatto scattare il fuoco dentro, con cui ho vinto i Campionati d’Europa da Children. Mi ha regalato un’emozione grandissima, di cui me ne ricorderò sempre. Ora è tra i prati a casa a fare la mamma. Ho già cresciuto e montato dei suoi figli, il più adulto ha 5 anni quest’anno. Lei è stata però quella che mi ha fatto capire che questo sport sarebbe stata la mia vita”

Touche rappresenta per lui il raggiungimento del suo maggior successo non solo sportivo a anche a livello emotivo, ottenuto a soli 14 anni e grazie ad un legame veramente speciale ed unico con lei, che lo ha portato inoltre alla vincita della sua prima ranking (h145) nel 2020.

Un rider in tutto e per tutto

Il suo tempo libero è molto ridotto tra allenamenti e competizioni. La sua giornata-tipo prevede una sveglia molto presto e tante ore passate in sella o a supporto della gestione in scuderia e dei campi di allenamento.

Ma oltre a dedicarsi alla crescita e all’addestramento dei suoi cavalli, cerca di coltivare un’altra sua grande passione, quella per le due e le quattro ruote. Nutre infatti un interesse speciale per i motori, che affascinano fin da quando è bambino. Confessa infatti che tra i suoi progetti di vita non esclude la voglia di mettersi in gioco anche in questo ambito: “tra i miei sogni nel cassetto, ovviamente al di fuori della sfera equestre, mi piacerebbe correre con le macchine”.

La gestione delle emozioni prima delle gare

Trovarsi in competizioni di un certo prestigio può certamente smuovere la sfera emotiva, ma come ci spiega Lorenzo, non bisogna mai perdere la concentrazione e la fiducia in sé stessi: “l’ultima cosa che penso prima di entrare in campo è sicuramente ripassare il percorso”. La scaramanzia non fa parte della sua routine pre-gara, ma piuttosto cerca di ripassare i vari passaggi tecnici che si è preposto durante la ricognizione, cercando di mantenere quindi la giusta lucidità per affrontare il percorso, senza perdere il focus sull’obbiettivo. Sicuramente, ad aiutarlo in questo, c’è anche molta esperienza alle spalle.

Sogni e progetti futuri

Le Olimpiadi sono il sogno per ogni atleta, e per lui sicuramente non sono da meno. Ma tra i suoi prossimi obiettivi futuri, durante l’intervista dichiarava di ambire ai Campionati Europei e Italiani di quest’anno. A prova della sua determinazione e dedizione, oggi lo vediamo rientrare nella lista degli Young Rider presentata per Campionati Europei Giovanili che si terranno a Kronenberg dal 15 al 21 luglio.

R. Guatteo

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo