Nata per vincere: Jessica Springsteen conquista il LGCT Grand Prix di Londra

Advertisement
lgct london 573 springsteen jessica don juan van de donkhoeve csi5 1.60m 13082023 1dl 3895

Si chiude la dodicesima tappa della stagione LGCT 2023

Jessica Springsteen ha vinto il tanto atteso Gran Premio della tappa di Londra catturando l’attenzione dei media e dei cuori degli appassionati. In sella al suo Don Juan van de Donkhoeve, ha regalato una performance eccezionale, mentre Olivier Philippaerts si è piazzato al secondo posto con H&M Miro. Harrie Smolders e Monaco N.O.P., hanno ottenuto il terzo posto, segnando il loro 24° podio LGCT.

Nel suggestivo scenario del Royal Hospital Chelsea, l’ospitalità VIP ha avvolto gli spettatori in un lusso sfarzoso, mentre le tribune affollate hanno testimoniato una giornata ipnotica per gli appassionati di sport e di equitazione.

La vittoria di Jessica non solo l’ha posizionata in cima al podio, ma le ha garantito anche il “biglietto d’oro” per il Super Grand Prix LGCT di Praga, una prestigiosa occasione per mostrare le sue abilità internazionali nel salto ostacoli.

Parlando con GCTV, Jessica Springsteen ha espresso la sua felicità per il risultato e il rapporto con il suo cavallo Don. Olivier Philippaerts, dopo la conquista del secondo posto, ha condiviso la sua determinazione ad aggiudicarsi una vittoria in una delle tappe future, mentre Harrie Smolders ha elogiato i suoi cavalli, Monaco N.O.P. e Uricas, fondamentali per il suo successo.

La classifica generale provvisoria LGCT 2023

Riguardo la classifica individuale generale del LGCT, due cavalieri olandesi continuano a rimanere in testa alla classifica: primo Maikel Van Der Vleuten con 238 punti, seguito da Harrie Smolders con 229. 

La battaglia sul suolo di casa della prossima settimana a Valkenswaard sarà davvero impegnativa con Harrie Smolders che si avvicina sempre più a Maikel van der Vleuten. 

Christian Kukuk, con 205 punti, e Simon Delestre, con 198, occupano rispettivamente il terzo e il quarto posto.

Classifica generale: https://results.hippodata.de/2023/2277/docs/lgct_ranking_2023_after_london.pdf

Il barrage del Gran Premio LGCT di Londra

Un’emozionante jump-off a 10, con ben sei doppi netti, ha offerto uno spettacolo incredibile con momenti di tensione e molte sorprese. 

Jessica Springsteen ha dimostrato la sua determinazione, ottenendo un risultato imbattibile. Oliver Fletcher, nel suo primo Gran Premio 5* LGCT, ha impressionato con un doppio netto, mentre Olivier Philippaerts e Harrie Smolders hanno confermato la loro solita abilità.

Nonostante il tentativo di Ben Maher di vincere ed eguagliare il record di Scott Brash, è stata Jessica Springsteen a portare a casa il primo posto.

La gara, passo dopo passo

I primi a partire sono stati Gregory Wathelet e Nevados S, che hanno commesso 8 penalità, un grande nome era fin da subito fuori dai giochi.

Beth Underhill ha chiuso il primo doppio netto della categoria in sella a Nikka vd Bisschop, ma non è rimasta a lungo in testa, perché Niels Bruynseels e Delux van T & L sono entrati in campo e hanno fermato il cronometro dopo soli 44.36 secondi, facendo sembrare tutto molto semplice.

Un errore sfortunato nell’ultima parte del percorso ha impedito a Kim Emmen e Inflame Go di salire sul podio. 

È stato un finale da cardiopalma per Andreas Schou e Billy Matador, che erano in vantaggio a metà percorso, ma poi tutto è crollato quando due ostacoli sono caduti verso la parte finale del giro, vanificando le loro possibilità di ottenere il secondo podio della stagione.

Non c’è stato modo di fermare Jessica Springsteen in sella a Don Juan van de Donkhoeve. Con una partenza velocissima Jessica è entrata nell’arena inseguendo chiaramente una sola cosa: la vittoria. Lasciando il campo in un tempo che sembrava essere imbattibile, il binomio ha rischiato quel tanto che bastava per essere intoccabile.

Nel suo primo Gran Premio LGCT, il ventenne Oliver Fletcher ha finito con un impeccabile doppio netto chiudendo con un posto nella top 5 in sella a Hello William. Il britannico era in lacrime quando ha parlato del suo risultato: “Non ho parole, sto ancora tremando, momenti come questo sono ciò per cui lavori tutta la vita”.

Olivier Philippaerts, in sella a H&M Miro, ha dato il massimo dall’inizio alla fine, ma aggiungendo un tempo di galoppo in più all’ultimo ostacolo, non è riuscito ad eguagliare il tempo della Springsteen e ha fermato il cronometro dopo 43.90 secondi, assicurandosi il secondo posto per il secondo anno consecutivo.

In un’impresa senza precedenti, Harrie Smolders ha conquistato il suo quarto podio consecutivo nel Gran Premio LGCT, entrando nella storia. L’ha fatto in modo brillante curando veramente nel dettaglio il giro eseguito con Monaco, alla fine si è accontentato del terzo posto con un tempo di 43,92 secondi.

Ultimo a partire, con l’obiettivo di eguagliare il record di Scott Brash di maggior numero di vittorie in un Gran Premio LGCT, l’eroe di casa Ben Maher, in sella a Point Break, ha fatto il suo ingresso nell’arena. 

Fin dall’inizio sono stati velocissimi e hanno fatto sembrare facile la prima parte del giro, ma alla fine Point Break non è riuscito a terminare senza errori, finendo con 8 penalità e portando Maher a chiudere la top ten.

Classifica LGCT Grand Prix di Londra: https://www.longinestiming.com/equestrian/2023/longines-global-champions-tour-of-london-london/resultlist_15.html

Ora il circuito si sposta in Olanda, a Valkenswaard, dal 18 al 20 agosto.

Foto LGCT (c) – Jessica Springsteen in sella a Don Juan van de Donkhoeve | fonte press release Longines Global Champions Tour di Londra

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
logo Stephex Horsetrucks
logo veteaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo