Yuri Mansur, vincitore del premio Turkish Airlines-Prize of Europe

Advertisement
Rolex Grand Slam / Ashley Neuhof - Yuri Mansur

Inizia il CHIO Aachen

Sotto le luci dell’iconico Hauptstadion del CHIO Aachen, si sono riuniti i migliori binomi cavallo-cavaliere del mondo per contendersi il premio Turkish Airlines-Prize of Europe, la prima categoria a 5* dell’edizione 2023. La competizione da 1,55 m si è svolta in due manches, tutti i percorsi netti accedevano allo spareggio. Con 53 cavalieri partecipanti, tra cui l’attuale campione olimpico individuale Ben Maher e l’attuale numero 5 del mondo Martin Fuchs, la competizione prometteva di essere agguerrita.

Il percorso, progettato da Frank Rothenberger, era composto da 14 ostacoli nella prima manche e otto nella seconda, offrendo una sfida adatta a cavalieri di questo calibro. Ognuno di loro mirava a qualificarsi per il prestigioso Rolex Grand Prix di domenica.

Il cavaliere olandese Marc Houtzager è stato il primo a superare il percorso e ha collezionato solo due penalità per il tempo. Tuttavia, è stato il giovane cavaliere svizzero Edouard Schmitz, ottavo a entrare nell’arena storica, insieme all’impressionante gelding di 11 anni Gamin Van’t Naastveldhof, a finire con il primo netto. Poi tre cavalieri tedeschi hanno prodotto percorsi senza errori, tra cui lo scorso vincitore del Rolex Grand Prix Gerrit Nieberg.

Dei 53 binomi al via, solo sette sono passati in seconda manche. I cavalieri sono ritornati nell’arena nell’ordine della prima, quindi è stato Schmitz a stabilire nuovamente lo standard per coloro che lo seguivano, con un percorso senza errori in un tempo di 42,43 secondi. Tuttavia, il suo primato è stato rapidamente superato dal brasiliano Yuri Mansur, che ha attraversato il traguardo di meno di due decimi di secondo più velocemente.

Il pubblico tedesco ha trattenuto il respiro mentre i tre rappresentanti della Germania entravano nell’arena uno dopo l’altro, ma né Richard Vogel, Philipp Weishaupt né Gerrit Nieberg sono riusciti a produrre i percorsi che forse speravano: tutti e tre i cavalieri hanno accumulato penalità per via di errori agli ostacoli. Il primato di Mansur poteva essere battuto solo da una combinazione, quella dell’in forma Martin Fuchs e Conner Jei, ma dopo la scivolata al secondo ostacolo, il precedente vincitore della finale FEI Jumping World Cup™ non è riuscito a recuperare il tempo per assicurarsi la vittoria, con conseguente affermazione del brasiliano e del suo primo successo a CHIO Aachen. A seguire gli svizzeri Edward Schmitz e Martin Fuchs.

Foto: Rolex Grand Slam / Ashley Neuhof

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
avantea logo
Progetto senza titolo1
Tenuta Monticelli logo
Logo stephex
logo VeTeaching
IMG 7016
IMG 7017
Kep Italia
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo