Verso le Olimpiadi di Parigi 2024

Advertisement
Stefan Eder per l'Austria su Condaro, qualificati per le Olimpiadi di Parigi 2024

Austria, Spagna e Svizzera conquistano il pass Olimpico

Ascolta l’articolo:

Le Olimpiadi di Parigi 2024 si profilano all’orizzonte come un eccezionale evento sportivo. Ecco un’analisi approfondita delle squadre per la disciplina del Salto Ostacoli che hanno già guadagnato il pass e di quelle che si sono battute per ottenerlo ai Campionati Europei di Milano 2023.

Svezia, Olanda, Gran Bretagna, Irlanda e Germania, si erano già qualificate ai FEI Jumping World Championship 2022 di Herning. Si sono aggiunte poi il Belgio, che si è aggiudicato l’unico posto in palio in occasione della finale della FEI Jumping Nations Cup 2022 a Barcellona, e la Polonia, qualificata nel Gruppo C dell’evento di qualificazione Olimpica FEI 2023. In ultimo, la Francia, in qualità di Paese ospitante.

Per sei squadre, i Campionati Europei di Milano 2023 rappresentavano un’opportunità cruciale di qualificarsi per le Olimpiadi, visti i tre slot per Parigi in palio all’evento. Austria, Danimarca, Italia, Portogallo, Spagna e Svizzera si sono scontrate nell’arena dell’Ippodromo SNAI di San Siro per riuscire a centrare l’obiettivo.

In occasione della finale a squadre di ieri, l’Austria è riuscita a chiudere con un punteggio di 22.77 e una medaglia di bronzo abbastanza inaspettata, conquistando il primo biglietto d’oro per i Giochi Olimpici. La Spagna, con i due percorsi netti di Armando Trapote su Tornado VS e Muanuel Fernandez Saro su Jarlin de Torres, ha ribaltato a suo favore la situazione e, alla fine, ha chiuso in quinta posizione con un punteggio totale di 25.59 e conquistando il secondo pass per le Olimpiadi dell’anno prossimo. La Svizzera, in ultimo, ha terminato al sesto posto con 25.92 punti, accaparrandosi il terzo ed ultimo posto in palio a Milano 2023.

Armando Trapote su Tornado agli Europei di Milano 2023 c Marta Fusetti
Armando Trapote su Tornado agli Europei di Milano 2023 (c) Marta Fusetti

Epilogo amaro per l’Italia agli Europei di Milano, ora si spera in Barcellona

Se nelle prime due giornate la speranza di un pass per Parigi non sembrava poi così utopistica, con la prova di ieri, amaro è stato l’epilogo per la nazionale azzurra. La finale a squadre ha visto la nostra squadra scivolare in fondo alla classifica. L’eliminazione di Emanuele Gaudiano, le 5 penalità di Alberto Zorzi, le 8 di Emanuele Camilli e le 9 di Giampiero Garofalo, hanno determinato una performance ben al di sotto delle aspettative sperate.

Nonostante questa battuta d’arresto, le speranze italiane di qualificazione olimpica non sono completamente svanite. L’Italia ha un’ultima possibilità grazie all’unico posto in palio alla finale della FEI Nations Cup di Barcellona, per la quale il team azzurro è riuscito a qualificarsi grazie alla rinuncia di uno dei Paesi (leggi l’articolo “L’Italia attesa alle finali di Barcellona”).

Ricordiamo che l’ultima comparsa dell’Italia all’evento dei 5 cerchi risale al 2004, ad Atene. Ora, il destino è in mano ai rappresentanti della nazionale azzurra, che dovranno dimostrare coraggio, grinta e, perché no, contare su una buona dose di fortuna per poter conquistare il pass olimpico.

Il verdetto finale sarà pronunciato il 1° ottobre, tra un mese esatto. In questo periodo di incertezza, è fondamentale comprendere che lo sport è un’arena di sfide, vittorie e sconfitte, ma soprattutto, di speranze. Il futuro per l’Italia è ancora da scrivere, e potrebbe riservare sorprese inaspettate.

Il viaggio verso Parigi

Per chiarezza, vale la pena esaminare come si è svolta la qualificazione olimpica per la disciplina del Salto Ostacoli a squadre. Oltre alla Francia, che ha ottenuto il diritto di partecipazione come nazione ospitante delle Olimpiadi 2024, c’erano altri 19 posti disponibili. Questi sono stati assegnati in base a una serie di eventi e criteri di qualificazione che andavano da agosto 2022, alla fine della stagione 2023:

  • Cinque posti (15 binomi) per le cinque migliori squadre, escludendo la squadra della nazione ospitante, ai Campionati mondiali di salto a ostacoli FEI del 2022.
  • Un posto (tre binomi) per la miglior squadra, escludendo le squadre già qualificate, in base alla classifica finale della Finale salto a ostacoli di Nations Cup FEI 2022.
  • Tre posti (nove binomi) per le tre migliori squadre, escludendo le squadre già qualificate, dai Campionati europei di salto a ostacoli FEI 2023 dei Gruppi Olimpici FEI A e/o B.
  • Due posti (sei binomi) per le due migliori squadre, escludendo le squadre già qualificate, del Gruppo C dell’Evento di Qualificazione Olimpica Designato FEI 2023.
  • Tre posti (nove binomi) per le tre migliori squadre, escludendo le squadre già qualificate, dei Gruppi Olimpici FEI D e/o E ai Giochi panamericani del 2023.
  • Due posti (sei binomi) alle due migliori squadre, escluse le squadre già qualificate, dei Gruppi Olimpici F all’Evento di Qualificazione Olimpica Designato FEI 2023.
  • Due posti (sei binomi) alle prime due squadre, escluse le squadre già qualificate, dei Gruppi Olimpici G all’Evento di Qualificazione Olimpica Designato FEI 2023

Scopri i Paesi di ciascun gruppo di qualificazione olimpica FEI: https://inside.fei.org/system/files/ANNEX%20E%20Olympic%20Groups.pdf

A. Ceserani

Foto Stefan Eder (AUT) su Condaro agli Europei di Milano 2023 dopo aver ottenuto la qualifica per le Olimpiadi di Parigi 2024 | Copyright ©FEI/Leanjo de Koster

© Riproduzione riservata.

Rimani aggiornato sulle news di Horse Show Jumping

Iscriviti alla newsletter
Advertisement
logo Stephex Horsetrucks
logo veteaching
IMG 7016
IMG 7017
logo KEP
logo Porrini Spa
club ippico euratom ogo
powerline logo